Dividendi Intesa Sanpaolo 2025: come saranno in futuro? Intanto ecco il saldo 2024

Le novità di Intesa Sanpaolo sulla remunerazione degli azionisti - BorsaInside

Intesa Sanpaolo, nell’ambito dell’approvazione dei conti relativi all’esercizio 2023, ha stabilito anche l’ammontare del dividendo 2024 (saldo) ma soprattutto ha delineato quelle che saranno le direttrici in materia di remunerazione degli azionisti nei prossimi anni. E’ soprattutto questo punto ad interessare gli azionisti. Come noto, infatti, chi investe in azioni tiene conto fondamentalmente di due fattori: il prezzo di acquisto (e il conseguente margine di rialzo che è presente alla luce dei fondamentali) e le prospettive di dividendo. Nel caso di Intesa Sanpaolo le stime sulla cedola del futuro sono decisamente positive e non c’è quindi da stupirsi se ieri la quotata del settore bancario ha messo a segno una prestazione molto robusta. Certamente ad impattare sono stati i conti 2023 migliori delle attese ma è indubbio che anche il miglioramento della politica dei dividendi per gli anni a venire ha avuto il suo peso.

Nella seduta di oggi il titolo Intesa Sanpaolo ritraccia a causa delle prese di profitto successive al rally di ieri. Tuttavia la performance della quotata guidata da Messina resta positiva sia su base annua che su base mensile e questo è un buon segno.

Dividendi Intesa Sanpaolo: come saranno nel futuro?

Il consiglio di amministrazione di Intesa SP ha fornito delle indicazioni su quella che sarà la futura politica di remunerazione degli azionisti. La banca ha ribadito che in ognuno dei prossimi anni del Piano di Impresa il payout ratio cash sarà pari al 70 per cento dell’utile netto consolidato. In particolare è previsto un aumento del dividendo per azione relativo al biennio 2024-2025 rispetto alla cedola complessiva staccata a valere sull’esercizio 2023.

Per la cronaca vale la pena ricordare che il dividendo Intesa Sanpaolo 2024 complessivo (quindi acconto già staccato e saldo da staccare) ammonta a 0,296 euro per un rendimento da dividendo superiore al 10 per cento alla luce di quelli che erano i prezzi delle azioni Intesa Sanpaolo il giorno precedente allo stacco.

Sempre in merito alle previsioni future sul dividendo Intesa Sanpaolo, la banca non ha escluso una ulteriore distribuzione nel biennio 2024/2025 che però sarà oggetto di valutazione anno su anno.

Il miglioramento delle indicazioni in materia di remunerazione degli azionisti operato da Intesa SP è frutto delle ottime indicazioni che la banca ha fornito sull’esercizio 2024.

Il management della banca prevede nell’anno corrente un forte aumento dei ricavi grazie anche ad un rialzo degli interessi netti e ad un incremento delle commissioni nette e del risultato dell’attività assicurativa. Per quello che riguarda gli altri parametri, i costi operativi sono stabili nonostante gli investimenti in tecnologia mentre l’utile netto per fine anno è visto ad oltre 8 miliardi di euro. Tra l’altro si tratta della stessa proiezioni anche per l’anno a seguire.

Saldo dividendo Intesa Sanpaolo 2024: ammontare e data di stacco

Visto che stiamo parlando di dividendi Intesa Sanpaolo vale la pena spendere due parole sulle decisioni in merito al saldo dividendo 2024. L’acconto era stato già staccato nei mese scorsi e quindi la quota residua a titolo di saldo è stata fissata in 0,152 euro per azione per un ammontare complessivo in contanti pari a 2,78 miliardi di euro.

La data di stacco del saldo sul dividendo Intesa Sanpaolo 2024 sarà il 20 maggio con data di pagamento dal 22 maggio.

Tenendo conto di quello che era il prezzo delle azioni Intesa SP nella seduta precedente all’approvazione dei conti 2023, il rendimento da saldo è pari al 5,3 per cento.

Forse ti può anche interessare — Dividendo Intesa Sanpaolo: tutte le date di stacco dei dividendi 2024/2025

Come investire su Intesa Sanpaolo: analisi tecnica aggiornata

Per adesso non ci sono state significative revisioni da parte degli analisti su rating e target price di Intesa Sanpaolo ma è altamente probabile che possano esserci nei prossimi giorni in scia proprio allo studio dei conti 2023 e alle valutazioni sulle decisioni in materia di cedola.

Ad ogni modo c’è l’analisi tecnica che può essere di aiuto per capire come investire sul titolo bancario. Ieri le azioni Intesa SP hanno fatto registrare un rialzo senza però forti volumi. Dal punto di vista tecnico le azioni sono appena sopra la resistenza importante ubicata a quota 2,9 euro. Inoltre è presente una lateralità sopra ai massimi che lascia intendere come Intesa Sanpaolo presenti la stessa configurazione del Ftse Mib. Tirando le somme il titolo bancario è sopra ad alcuni massimi importanti ma non sembra esserci la volatilità sufficiente per spingere ancora in su i valori.

Se le azioni della banca dovessero scendere sotto quota 2,8 euro (oggi i minimi sono a 2,85 euro) non è da escludere un ribasso fino a 2,58 euro che renderebbe interessante l’opzione di acquisto.

Chi volesse comprare azioni Intesa Sanpaolo può operare sia in modo diretto che con i CFD speculando al rialzo o al ribasso. Tra i broker che permettono di operare in entrambi i modi ci sono:

  • eToro: consente di comprare azioni Intesa Sanpaolo reali anche frazionate e di fare trading attraverso i CFD azionari con la leva finanziaria. Uno dei vantaggi di eToro è il servizio di copy trading grazie al quale si possono replicare le strategie dei traders più bravi. 50 euro il deposito minimo richiesto per iniziare ad operare.
Unisciti alla community di eToro Etoro
Prova Demo Gratuita Sul sito di Etoro
  • Piattaforma N.1 al mondo per il Social Trading
  • ETF - CRYPTO - CFD
  • Licenza: CySEC - FCA - ASIC
  • Guadagna fino al 5,3% di interessi annui
Avviso di rischio: il tuo capitale è a rischio

  • Fineco: è la banca italiana con la migliore piattaforma di trading e permette di comprare azioni reali e speculare sia con i CFD che con gli esclusivi super CFD. Novità recente è il conto di solo trading senza costi fissi e senza servizi bancari che è ideale per i principianti. Fineco, avendo la sede in Italia, è anche broker sostituto di imposta per i clienti con residenza in Italia.
La qualità del trading N.1 Fineco
SCOPRI DI PIÙ Sul sito di Fineco
  • 100% trading, senza compromessi
  • N.1 in Italia
  • Regime Fiscale Amministrato
  • 0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
Avviso di rischio: il tuo capitale è a rischio

Rimani aggiornato con le ultime novità su investimenti e trading!

Telegram
Regolamentazione Trading