conto trading di Fineco
Recensioni e opinioni sul nuovo conto trading Fineco - Borsainside

Se sei arrivato su questo articolo è perchè avrai visto in giro (sui social ad esempio) la pubblicità del nuovo conto 100% trading di Fineco. E’ molto probabile che tu ti sia anche chiesto di cosa si tratta visto che Fineco già da tempo offre la possibilità di fare trading sulla sua piattaforma proprietaria direttamente dalla propria area di home banking. Dove sta quindi la novità se i servizi di Fineco Trading sono già da tempo presenti?

In realtà il nuovo conto trading Fineco non centra assolutamente nulla con le funzionalità di trading della banca italiana che su questo sito abbiamo imparato a conoscere molto bene. Anzi, a voler essere precisi, il conto trading è stato pensato proprio per tutti coloro che vorrebbero fare trading con Fineco ma, fino ad ora, non lo hanno fatto visto che i servizi investimento erano subordinati all’apertura del conto standard.

Quindi il conto trading, non a caso presentato come 100% trading senza compromessi, è una funzionalità nuova, trasparente e conveniente (non ci sono costi fissi e neppure canone) che si rivolge a chi vuole fare solo trading e quindi non è interessato alle funzioni banking presenti nel conto Fineco tradizionale.

Stiamo quindi parlando di qualcosa di completamente nuovo che prima non c’era. Evidentemente se Fineco ha deciso di lanciare un prodotto simile è perchè, dati alla mano, avrà constatato come tanti potenziali clienti fossero rimasti tali poichè non disposti ad aprire un conto tradizionale per fare trading. Con il nuovo conto 100% trading, Fineco si rivolge proprio a questo target e lo fa con la solita affidabilità l’alto profilo tecnologico di sempre (quella di Fineco è la piattaforma NR 1 in Italia) e in più a condizioni molto vantaggiose (assenza di canone e costi fissi invece presenti nel conto tradizionale).

Avendo chiarito la differenza tra il vecchio servizio trading di Fineco (integrato al conto standard) che resta rivolgendosi ai trader più esperti e il nuovo conto 100% puro trading, possiamo ora concentrarci proprio su questa novità.

Se quanto fin qui esposto ti dovesse già bastare e vuoi subito passare all’azione, non devi far altro che seguire il link in basso e aprire subito il conto 100% di trading.

–REGISTRATI SU FINECO E APRI GRATIS IL CONTO TRADING A ZERO CANONE SEMPRE>>

Viceversa se vuoi saperne di più, non devi far altro che leggere i prossimi paragrafi. Spiegheremo come funziona il conto trading Fineco, come aprirlo e, soprattutto quali sono i suoi costi (anche in rapporto al conto Fineco tradizionale).

Conto Trading Fineco come funziona

Il conto trading Fineco è il nuovo conto pensato per chi vuole investire in modo pratico usufruendo dei servizi della piattaforma NR 1 in Italia per il trading. La room (non professionale) su cui avviene l’attività resta quindi sempre la stessa del conto tradizionale.

A cambiare sono le condizioni offerte molto più convenienti visto che il conto non ha anche le funzionalità più banking. Ad esempio le commissioni di negoziazione sono solo lo 0,19% del controvalore totale dell’operazione contro i 19 euro fissi del conto classico (riducibili, solo in determinate circostanze, fino a 2,95 euro).

Sul conto 100% trading di Fineco si possono trovare tutti gli strumenti di cui l’investitore ha bisogno per orientarsi con semplicità sui mercati. Dal sito si può quindi accedere ad un’ampia quantità di informazioni ma al tempo stesso fare approfondimenti, usare tool e scoprire nuovi spunti di investimento.

Anche i mercati su cui investire sono gli stessi tra conto trading e conto Fineco. Di conseguenza resta inalterata la possibilità di diversificare il proprio portafoglio in modo profondo.

Più nel dettaglio anche con il conto trading Fineco si può investire su questi mercati:

  • Azioni: puoi negoziare azioni su 26 mercati globali investendo nelle tue aziende preferite in tutto il mondo. Questa diversificazione geografica può aiutarti a sfruttare le opportunità di crescita internazionale.
  • Obbligazioni: puoi investire in BOT, BTP e Titoli di Stato di varie nazioni. Le obbligazioni sono spesso considerate investimenti più sicuri rispetto alle azioni e possono fornire un reddito stabile.
  • ETF e Piani di Accumulo: puoi creare un portafoglio diversificato in modo automatico utilizzando ETF (Exchange-Traded Fund) e piani di accumulo. Gli ETF consentono di investire in una vasta gamma di asset o settori senza la necessità di acquistare ciascun titolo separatamente.
  • CFD su Indici, Materie Prime e Azioni: attraverso il trading flessibile con CFD su indici, materie prime e azioni puoi ampliare i tuoi risultati (grazie alla leva finanziaria che però comporta dei rischi). I CFD sono strumenti derivati che permettono di sfruttare sia le opportunità di crescita (posizioni lunghe) che quella di ribasso ribasso (posizioni corte) dei mercati.
  • Certificati Turbo e a Leva Fissa: utili se desideri gestire il tuo livello di esposizione al rischio.
  • Futures e Opzioni: strumenti molto interessanti sia per la copertura del rischio che per la speculazione sul mercato.
  • Criptovalute: Fineco non è un exchange e quindi il trading sulle criptovalute è attraverso CFD o ETP (leggi anche Modi di fare trading con le crypto su Fineco)
  • Knockout: gli strumenti Knockout consentono di personalizzare le strategie di investimento
  • CFD Forex: puoi fare trading su oltre 50 coppie di valute attraverso i CFD Forex

Non solo i mercati disponibili sul conto trading Fineco sono gli stessi del conto classico, ma anche la promo ETF è immutata. Quindi è sempre possibile creare strategie di investimento con ETF iShares e Amundi/Lyxor senza dover sostenere commissioni di negoziazione per gli ordini in acquisto.

Forse ti può anche interessare — ETF Fineco: come funziona? Opinioni e costi previsti

Come aprire il conto trading Fineco

apertura conto trading fineco
Procedura per aprire il conto trading Fineco e iniziare ad investire

Aprire un conto trading Fineco è semplicissimo. Come certamente avrai intuito su questo conto riservato al solo trading è tutto più semplice. E allora per l’attivazione è semplicemente necessaria:

  • Residenza italiana e maggiore età
  • Documento di riconoscimento
  • Smartphone

Dopo aver inserito di dati personali (nome e cognome/indirizzo mail e numero di telefono) è semplicemente necessario seguire la proceduta guidata.

Il processo di apertura culmina con un semplice selfie e verifica dell’identità. Il conto trading non ha alcun canone né presenta dei costi fissi.

Aperto il conto trading, è sufficiente ricaricare il conto e quindi iniziare ad investire. Praticamente tutto avviene in tre step.

Costi e commissioni conto trading Fineco

La convenienza è il pezzo forte del conto trading Fineco. Essendo assenti i servizi di banking (ma anche alcuni strumenti più avanzati di trading) i costi sono ovviamente più bassi. Ma di quanto?

Tanto per iniziare non c’è alcun canone mensile di gestione (che invece, nel conto standard è pari a 3,95 euro al mese azzerabili se ad esempio di accredita lo stipendio o la pensione). Il pezzo forte però sono le commissioni più basse di cui parleremo adesso anche con un esempio.

Come specificato chiaramente sulla scheda informativa, le commissioni sono pari allo 0,19 per cento del controvalore dell’operazione, partono da un minimo di 2,95 euro e arrivano ad un massimo di 19 euro. Cosa significano tutti questi numeri?

Se ad esempio dovessi decidere di comprare azioni Ferrari per un controvalore pari a 1500 euro (medio basso), le commissioni sarebbero pari a 2,95 euro e non 2,85 euro ossia lo 0,19 per cento dell’ordine stesso questo perchè come minimo si paga 2,95 euro.

Se invece l’acquisto dovesse riguardare azioni per un controvalore pari a 5000 euro, allora le commissioni sarebbero pari a 9,5 euro vale a dire proprio lo 0,19 per cento del controvalore.

Per finire, se l’acquisto dovesse riguardare un controvalore totale pari a 15000 euro non si pagheranno 28,5 euro di commissioni (vale a dire 0,19 per cento dell’importo) ma solo 19 euro ossia il massimo della forbice.

Rispetto al conto Fineco standard (quello che include i servizi di banking oltre a funzionalità avanzate di investimento) quello di trading è molto più conveniente lato commissioni ma solo per ordini medio bassi.

Nel conto standard le commissioni sono pari 19 euro fisse che, solo in presenza di talune condizioni particolari, si possono ridurre a 2,95 euro.

Di conseguenza comprando azioni Eni per un contro valore di 2000 con il conto trading si pagano 3,8 euro di commissioni mentre con il conto standard 9,95 euro. Ma se invece l’ordine è su un controvalore di 7000 euro, allora con il conto trading le commissioni saranno di 13,3 euro mentre con quello standard 9,95 euro.

Questo esempio è estremamente chiarificatore nel senso che se l’operatività è su controvalori medio-bassi allora il conto trading è più conveniente ma se invece ci dovesse essere una più ampia operatività di trading allora è il conto standard ad essere più conveniente.

–SCEGLI IL TIPO DI CONTO FINECO CHE FA PER TE>>

Visto che in questo paragrafo abbiamo confrontano il conto trading Fineco con il più completo conto Fineco lato commissioni, allarghiamo adesso il raggio di analisi includendo tutti gli altri strumenti che sono inclusi nel primo e nel secondo. Obiettivo è, come sempre, quello di consentire all’investitore di poter effettuare una valutazione più completa.

Conto trading Fineco e conto Fineco: cosa manca e cosa c’è

servizi conto trading fineco
Alcuni servizi del conto trading di Fineco

Inizia col dire che se il conto trading Fineco costa di meno (ma in realtà solo per un’operatività medio-bassa) è perchè evidentemente, ci sono meno funzionalità e strumenti.

Ad esempio il conto trading mette a disposizione i servizi news e grafici, quotazioni push, stop loss e take profit (ma solo sulle posizioni) ma non prevede ordini condizionati, trailing stop, stop loss e take profit anche su ordini che sono invece presenti nel conto classico.

Anche per quello che riguarda le piattaforme, con il conto trading mancano le piattaforme professionali PowerDesk e FinecoX che sono i punti di forza dei servizi trading della banca italiana, e quindi si può operare solo con App e Sito.

Inutile poi dire che i servizi banking sono del tutto assenti sul conto trading Fineco: non c’è la carta di pagamento, non ci sono tutti gli altri servizi classici e il conto può essere solo monointestato (non è quindi possibile l’opzione plurintestato).

Cosa si può dedurre da questo raffronto rapido? Che la convenienza del conto trading rispetto a quello classico dipende unicamente da quelle che sono le intenzioni dell’investitore.

In poche parole il primo è più adatto ad un profilo di investitore alle prime armi che non ha bisogno per fare trading (su ordini con controvalore medio-basso) di servizi avanzati ma non ha neppure necessità dei servizi banking classici mentre il secondo è più adatto ai trader attivi o comunque a chi cerca anche le funzionalità di un conto corrente. Insomma tutto è relativo.

Scuola di trading Fineco: il video per imparare

Per imparare a fare trading con Fineco può essere utile visionare i vari webinar dedicati al trading che sono stati realizzati dagli analisti di Fineco. Ad esempio l’argomento del video in basso è l’individuazione di un trend attraverso l’analisi tecnica.

–APRI UN CONTO TRADNG FINECO A ZERO COSTI FISSI E CANONE MENSILE>>

Anche con il conto solo trading di Fineco nessuna scocciatura fiscale

Molti investitori italiani scelgono il conto Fineco anche per i vantaggi connessi alla gestione fiscale. Visto che gli strumenti a disposizione sul conto 100% trading sono più ridotti, potrebbe sorgere il sospetto che possa venir anche meno la possibilità di ricorrere al regime fiscale amministrato. E invece questo rischio non c’è perchè comunque la banca è sempre Fineco che è una banca con sede in Italia.

Di conseguenza anche con il conto trading, si può optare per il regime fiscale amministrato e sarà Fineco a pensare a tutto calcolando e versando in modo automatico le imposte che sono generate dall’attività di trading dei clienti con residenza in Italia.

Anche con il conto trading Fineco la gestione fiscale resta sempre e priva di seccature.

Conto Trading Fineco: conclusioni

Alla luce di quello che abbiamo fin qui detto, il conto trading Fineco rappresenta un’ottima scelta per chi è alle prime armi o comunque per chi è già consapevole che il suo volume di trading sarà limitata. Se invece c’è la necessità di usare i classici servizi di banking, il conto trading non va bene.

I numeri sono molto chiari: ben il 94 per cento dei clienti sono soddisfatti a dimostrazione di come Fineco sia davvero la NR 1 in Italia per il trading. La banca è quotata su Borsa Italiana (segmento Ftse Mib, il iù importante) e dal 1999 offre servizi smart, semplici e innovativi, con un’assistenza clienti tra le più precise e affidabili in tutta Europa.

L’APP di Fineco è valutata 4,5 stelle da oltre 400.000 clienti, gli ordini gestiti ogni anno sono pari a 33 milioni mentre l’uptime della piattaforma è del 98 per cento.

Sul mercato italiano non esistono numeri simili.

–SCEGLI LA PIATTAFORMA NR 1 IN ITALIA PER FARE TRADING>>

Questo contenuto non deve essere considerato un consiglio di investimento. Non offriamo alcun tipo di consulenza finanziaria. L’articolo ha uno scopo soltanto informativo e alcuni contenuti sono Comunicati Stampa scritti direttamente dai nostri Clienti.
I lettori sono tenuti pertanto a effettuare le proprie ricerche per verificare l’aggiornamento dei dati. Questo sito NON è responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsivoglia danno o perdita, reale o presunta, causata dall'utilizzo di qualunque contenuto o servizio menzionato sul sito https://www.borsainside.com.

Migliori Piattaforme di Trading

Broker del mese
Deposito minimo 100$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui
Broker del mese
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
SCOPRI DI PIÙ Fineco recensioni » * Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.