La crisi dei semiconduttori si fa sentire, niente più chip sulla tessera sanitaria

scheda elettronica con microchip

Diventano sempre più evidenti gli effetti della crisi dei semiconduttori, raggiungendo ormai persino la produzione delle tessere sanitarie. Infatti a partire dal primo giugno in Italia le tessere sanitarie emesse possono anche essere prive del microchip sempre presente su quelle emesse fino ad ora ormai da diversi anni.

Si tratta di una novità che è stata introdotta per meglio fronteggiare la carenza di materiali per la produzione dei microchip, come lo stesso ministero dell’Economia e delle Finanze ha spiegato.

La novità non andrà tuttavia ad incidere, sia nel caso della versione Carta nazionale dei servizi, sia nella versione alternativa, sulla presenza sul retro del tesserino plastificato della cosiddetta tessera europea di assicurazione di malattia, anche nota con l’acronimo Team.

La crisi dei semiconduttori cambia la tessera sanitaria italiana

Le nuove tessere sanitarie, a partire dal 1° giugno, possono essere emesse anche senza microchip, quindi senza la componente Carta Nazionale dei Servizi (CNS). Pertanto le carte plastificate dotate di microchip che sono in scadenza avranno validità prorogata comunque fino al 31 dicembre 2023.

Questo permetterà ai cittadini di continuare ad usufruire dei servizi digitali della Pubblica Amministrazione per i quali è previsto l’accesso attraverso questa funzione sui portali istituzionali.

Il software di gestione della componente “carta nazionale dei servizi” come sappiamo dovrà di tanto in tanto essere aggiornato, il che sarà possibile, secondo la nuova scadenza, attraverso il portale del Sistema Tessera Sanitaria, dove gli utenti potranno trovare tutte le informazioni necessarie.

Per quanto riguarda infine le modalità per il rilascio della tessera sanitaria, non dovrebbe cambiare nulla. La tessera continuerà ad essere rilasciata gratuitamente a tutti gli assistiti del Servizio sanitario nazionale.

Sarà infatti il ministero dell’Economia, in accordo con il ministero della Salute, ad inviare in automatico due mesi prima della scadenza, la tessera sanitaria a ciascun contribuente presso l’indirizzo del domicilio fiscale presente nell’Anagrafe Tributaria.

Le ultime news su News

Inizia a fare trade con Avatrade X

Avviso di rischio - Il 67-77% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.