Prezzi dei biglietti aerei alle stelle, perché ora i voli costano così tanto e come fare per risparmiare

Il viaggio in aereo, un tempo considerato accessibile a tutti, è diventato un lusso riservato a pochi privilegiati, a causa dell’impennata dei prezzi dei voli in Europa.

Diversi fattori hanno contribuito a questa tendenza, oltre all’inflazione e all’aumento dei costi del carburante. Vediamo quindi quali sono le ragioni dietro l’incremento dei prezzi dei voli e le sfide che si presentano.

Di quanto sono aumentati i costi dei voli in Italia?

Secondo le statistiche del Ministero per la Transizione Ecologica, in Francia i prezzi dei biglietti aerei sono aumentati del +23,6% rispetto all’anno precedente, mentre i voli internazionali dal Regno Unito sono cresciuti del +18%, come riportato da Kayak.

Anche in Italia, i prezzi dei voli hanno subito un aumento significativo, con un incremento medio del +46,6% per i voli internazionali rispetto all’anno scorso, secondo quanto riportato da SkyTg24. Parallelamente, i prezzi dei biglietti ferroviari sono aumentati del +6%.

L’aumento dei prezzi dei voli per le vacanze estive si tradurrà in un costo aggiuntivo di 800 euro per ogni famiglia, tenendo conto dell’inflazione e degli aumenti dei prezzi dei soggiorni. Questo impatto non riguarda solo i voli, ma si estende anche al costo di altre spese comuni che vanno dai gelati allo spritz, mettendo a dura prova le famiglie italiane.

Perché i biglietti aerei ora costano così tanto

Oltre all’inflazione, uno dei principali fattori che hanno contribuito all’aumento dei prezzi dei voli è il conflitto tra Russia e Ucraina. Johan Lundgren, CEO di Easyjet, ha spiegato che l’aumento del 71% del prezzo del petrolio su base annua ha portato a un incremento del +31% nella tariffa media dei voli. Poiché il carburante rappresenta una delle principali spese per le compagnie aeree, l’aumento del suo costo si ripercuote direttamente sul prezzo finale dei biglietti.

Tuttavia, il caro carburante non è l’unico problema. Le compagnie aeree affrontano anche difficoltà nell’eseguire le consuete operazioni di manutenzione dei loro aeromobili a causa della scarsità di materie prime, come ha spiegato Marc Rochet, responsabile delle compagnie aeree francesi Air Caraïbes e French Bee. Questa situazione ha portato a un ulteriore aumento dei costi operativi per le compagnie aeree, che si riflette sui prezzi dei voli.

Nonostante gli aumenti dei prezzi causati da diverse ragioni, i viaggiatori non hanno rinunciato a volare, il che indica una ripresa del settore dopo il periodo pandemico. Ciò dimostra che la domanda di voli rimane elevata nonostante i costi più elevati, evidenziando l’importanza del settore dei viaggi aereo per l’economia e la società.

Il settore dei voli commerciali sta affrontando una sfida senza precedenti poiché la domanda di viaggi aerei supera nettamente l’offerta disponibile. Nonostante l’aumento vertiginoso dei prezzi dei voli, i viaggiatori non sembrano risentirne economicamente, poiché la richiesta è così elevata da superare l’offerta stessa. Questa situazione ha costretto numerose compagnie aeree a cercare soluzioni immediate.

Due degli aeroporti più trafficati, Schiphol ad Amsterdam e Heathrow a Londra, hanno introdotto limiti massimi al numero di passeggeri ammessi per far fronte alla carenza di personale di bordo e per ridurre la frequenza dei voli disponibili durante il giorno.

Inoltre, molte compagnie aeree hanno dichiarato fallimento a causa della crisi causata dalla pandemia, mentre altre stanno ancora lottando per riprendersi dalla situazione economica difficile. La carenza di aerei è anche dovuta alle difficoltà nel reperire le materie prime necessarie per la produzione.

È evidente che molte compagnie aeree si troveranno ad affrontare un’estate lunga e difficile. Secondo il leader di Eurowings, i prezzi dei voli durante l’alta stagione di quest’anno saranno circa il 20% più alti rispetto al 2022. Ciò significa che i viaggiatori dovranno considerare attentamente le loro opzioni per risparmiare sulla prenotazione dei voli.

Come risparmiare sui voli e spendere meno nonostante gli aumenti

Nonostante gli aumenti dei prezzi, ci sono ancora opzioni di voli a basso costo offerte dalle compagnie aeree più famose. Tuttavia, è fondamentale prestare attenzione ad alcuni fattori prima di prenotare un volo e pianificare con anticipo può fare la differenza.

Se si ha la possibilità di modificare le date del viaggio, conviene scegliere un periodo immediatamente precedente all’estate. Ad esempio, tra fine maggio e inizio giugno si possono trovare tariffe più convenienti, mentre il mese di luglio è notoriamente più costoso per volare. Inoltre, è importante considerare il giorno della settimana per la partenza, in quanto solitamente la domenica risulta essere più costosa rispetto a martedì o mercoledì.

Come alternativa ai voli aerei, un’opzione da considerare per risparmiare è l’uso del treno per raggiungere la destinazione desiderata. Spesso, i prezzi dei biglietti ferroviari sono più convenienti rispetto a quelli dei voli.

Rimani aggiornato con le ultime novità su investimenti e trading!

Telegram
Regolamentazione Trading