Skin ADV

Sondaggi politici: l'effetto Conte traina il Movimento 5 Stelle. La Lega perde ancora terreno

Sondaggi politici: l'effetto Conte traina il Movimento 5 Stelle. La Lega perde ancora terreno

Secondo gli ultimi sondaggi la Lega ha perso ancora terreno, mentre il M5S ha quasi raggiunto un Pd sostanzialmente stabile

Il trend si era già notato ad un paio di settimane dall'innesco della crisi da parte del leader leghista Matteo Salvini, ed ora sembra essersi ulteriormente consolidato. La Lega, a detta di tutti i sondaggisti, sta perdendo terreno inesorabilmente da quando il Carroccio ha staccato la spina ad un governo che tutto sommato poteva anche continuare a lavorare come aveva fattoper 14 mesi.

Conosci il Social Trading?  Vedi chi sono i migliori investitori trader italiani e del mondo e inizi a copiare il loro portafoglio. Conto Demo gratuito con 100.000€ virtuali per provare senza spendere i tuoi soldi Scopri i migliori trader su eToro con un Conto Demo Gratuito >>

Conosci il Social Trading?  Vedi chi sono i migliori investitori trader italiani e del mondo e inizi a copiare il loro portafoglio. Conto Demo gratuito con 100.000€ virtuali per provare senza spendere i tuoi soldi Scopri i migliori trader su eToro con un Conto Demo Gratuito >>

O almeno questo sembra essere il pensiero di coloro che se si andasse a votare oggi, non voterebbero più la Lega, ma preferirebbero il Movimento 5 Stelle. Vediamo però cosa dicono gli ultimi sondaggi, per capire coi numeri cosa sta accadendo.

Nell'ultimo confronto elettorale il M5S ha subito una sonora sconfitta, mentre la Lega ha toccato consensi con percentuali raddoppiate rispetto a quelle delle politiche di un anno prima. Dall'innesco della crisi in poi però, la tendenza sembra essere cambiata. Secondo l'Istituto Ixè, la Lega è in calo, il M5S sta recuperando e il Pd è sostanzialmente stabile.

La Lega è ancora il primo partito con il 30,1% dei consensi, ma ha perso oltre 4 punti percentuale rispetto al risultato delle europee (34,4%) e intorno agli 8 punti percentuale rispetto ai sondaggi pre-crisi, che davano la Lega in ascesa intorno al 38%.

Il Movimento 5 Stelle sta recuperando terreno e ha raggiunto in questi giorni il 22,3%. Ha quindi guadagnato 5 punti percentuale rispetto al 17,1% delle elezioni europee, e si è così avvicinato al Partito Democratico, che è ancora il secondo partito con il suo 23% che non ha subito particolari variazioni nell'ultimo periodo, né rispetto al risultato delle europee del 26 maggio, quando ottenne il 22,7%.

Il merito del recupero del Movimento 5 Stelle? Molti lo attribuirebbero al cosiddetto "effetto Conte". La perdita dei consensi della Lega sta avvenendo, secondo tutti gli istituti che si occupano di sondaggi, a favore del M5S, ma sembra che l'elevato gradimento sia proprio dovuto a Giuseppe Conte.

Secondo la rilevazione di Ixè, il presidente del Consiglio gode della fiducia del 48% degli Italiani. Si tratta di un valore che è perfettamente in linea con la serie storica data dai sondaggi precedentemente realizzati, a dimostrazione del fatto che la crisi di governo non ha minimamente scalfito la figura del premier, mentre ha pesantemente offuscato quella di Matteo Salvini.

Tra gli elettori del M5S il gradimento è chiaramente più alto: si parla del 72%, ma supera la maggioranza anche tra gli elettori del Pd raggiungendo il 54%. Un sondaggio eseguito da Swg per il Tg La7 ha inoltre confermato l'alto gradimento per il premier, in quanto la percentuale degli elettori del Pd intervistati, che ritiene "inaccettabile" la scelta di dar vita al Conte bis tramite un'alleanza M5S-Pd è pari al 7% soltanto.

Quanto alle prospettive di durata del Conte bis, secondo quanto rilevato da Ixè per Cartabianca, solo un intervistato su 4 pensa che il nuovo esecutivo non riuscirà ad arrivare nemmeno a Natale. Qualcuno in meno (il 23%) pensa che durerà solo fino al 2020. In altre parole quasi metà degli intervistati ritiene che il governo termini entro il 2020.

Gli ottimisti non sono tanti. Il 15% pensa che il governo Conte bis arriverà al termine della legislatura, vale a dire fino al 2023, ed una percentuale che non si discosta molto da questa ritiene che durerà almeno fino all'elezione del prossimo Presidente della Repubblica. Se si intervistano solo elettori M5S e Pd, la percentuale di ottimisti sale notevolmente, con una percentuale più consistente tra quelli convinti che durerà un'intera legislatura.

iQOption
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro