mobile trading con logo di Unicredit e di Intesa Sanpaolo
Analisti positivi sia su Unicredit che su Intesa Sanpaolo dopo la trimestrale - Borsainside

Le due più importanti banche del Ftse Mib, Unicredit e Intesa Sanpaolo, hanno entrambe pubblicato i conti del primo trimestre 2024. La diffusione dei risultati è avvenuta a pochissimi giorni di distanza l’una dall’altra generando un effetto differente sui rispettivi titoli. Da un lato, infatti, c’è stata Intesa Sanpaolo che si è tinta di rosso mentre dall’altro c’è stata Unicredit che invece è finita nel mirino dei compratori.

Vista la reazione antitetica tenuta dalle due big del settore bancario a seguito della pubblicazione dei conti trimestrali, in tanti si chiedono se in questa fase sia meglio investire in azioni Unicredit o in azioni Intesa Sanpaolo. Per rispondere a questo interrogativo c’è una sola strada maestra: confrontare i due titoli dal punto di vista tecnico. L’analisi tecnica, infatti, consente di individuare i livelli di supporto e resistenza, passo fondamentale per poter tracciare delle linee di possibile evoluzione.

Meglio Intesa Sanpaolo o Unicredit secondo l’analisi tecnica?

Intesa Sanpaolo viaggia in area 3,6 euro sui livelli di ieri. Nel corso dell’ultimo mese il titolo ha segnato una progressione dell’8,13 per cento mentre anno su anno il rialzo è stato del 41 per cento.

La situazione in atto oggi è la dimostrazione di come per Intesa Sanpaolo stia diventando sempre più importante la resistenza a quota 3,6 euro. Se i prezzi dovessero superare questo livello si potrebbe aprire la porta per un apprezzamento fino a 3,7 euro. In caso opposto, ossia se dovesse esserci una prevalenza delle vendite, non sarebbe da escludere una discesa fino 3,38 euro e, in caso di prosecuzione del trend al ribasso, anche fino a 3,23 euro. Non è però assodato che in caso di mancata tenuta della resistenza a quota 3,6 euro i valori siano per forza di cose destinati al ribasso. L’alternativa è che il titolo possa restare laterale.

Ad ogni per chi vuole investire in azioni Intesa Sanpaolo, tutto ruota attorno a 3,6 euro. Questo è il livello da monitorare sia se si perseguono strategie trading long che in caso di strategia short.

La situazione di Unicredit è invece decisamente diversa. Il titolo di Piazza Gae Aumenti registra oggi un ribasso dello 0,8 per cento a 35,78 euro. Nel corso dell’ultimo mese c’è stata una progressione di circa 2 punti percentuali ma ad impressionare è soprattutto il rialzo anno su anno che è pari a quasi il 90 per cento.

Dal punto di vista grafico si può subito notare il bel gap-up evidenziato dalla banca. Grazie a questo movimento è stata violata la resistenza collocata a quota 35,87 euro. La rottura di questo livello potrebbe aprire le porte per una salita verso quota 37,5 euro anche se un eventuale movimento di questo tipo non è scontato. C’è poi lo scenario ribassista dove a svolgere un ruolo decisivo è quota 34,9 euro, livello di supporto verso il quale i prezzi potrebbero essere destinati a scendere nel caso in cui dovessero prevalere le vendite.

Azioni Unicredit VS azioni Intesa Sanpaolo secondo gli analisti

Oltre all’analisi tecnica, anche le valutazioni degli analisti possono essere molto utili per capire se è meglio investire in azioni Unicredit o in azioni Intesa Sanpaolo dopo la pubblicazione delle rispettive trimestrali.

Solitamente dopo la diffusione di una trimestrale vengono sempre pubblicate le valutazioni degli analisti che incorporano il giudizio sugli stessi conti.

Non c’è quindi da meravigliarsi se proprio il giorno dopo l’approvazione dei conti Unicredit, sia gli esperti di Mediobanca che quelli di Equita abbiano aggiornato la loro valutazione sulle azioni di Piazza Gae Aulenti. Più nel dettaglio Piazzetta Cuccia ha confermato il rating outperform portando il target price sulla banca a 42 euro. Per Equita, invece, le azioni Unicredit sono da comprare con prezzo obiettivo leggermente più basso a 41 euro.

Si tratta di sfumature di poco conto perchè il messaggio che arriva da Mediobanca e da Equita è molto chiaro: Unicredit è da comprare perchè i prezzi possono salire ad oltre 40 euro. Una prospettiva che implica un ottimo potenziale di upside rispetto alle valutazioni attuali.

Anche sulle azioni Intesa Sanpaolo sono arrivate le valutazioni degli analisti a seguito della pubblicazione dei conti trimestrali. A partire dal 6 maggio, ben sette differenti esperti si sono espressi sulle prospettive del titolo. L’aspetto interessante è che in tutti i sette i casi c’è stata una conferma del rating in essere e un aumento del prezzo obiettivo. Per sei dei sette analisti, le azioni Intesa Sanpaolo sono da comprare mentre per uno solo sono da mantenere (neutral).

Ecco il dettaglio con tutti i rating e target price su Intesa Sanpaolo arrivati dopo i conti trimestrali:

EmittenteRatingTarget price
Kepler Cheuvreuxbuy4,1 euro
UBSbuy4,3 euro
Equitabuy4 euro
JP Morganbuy4,1 euro
ODDOoutperform4,2 euro
Mediobancaneutral3,5 euro
Jefferiesbuy 4,1 euro

Ad eccezione del caso di Mediobanca, quindi, per tutti gli analisti le azioni Intesa Sanpaolo hanno un buon potenziale di upside rispetto ai prezzi attuali. Piazzetta Cuccia, con un prezzo obiettivo in linea all’attuale valore delle azioni Intesa SP, non vede spazi di crescita.

Dove investire tra Unicredit e Intesa Sanpaolo? Conclusioni

Nei precedenti paragrafi abbiamo fornito tutta una serie di elementi su cosa preferire tra Intesa Sanpaolo e Unicredit (analisi tecnica ma anche valutazioni degli analisti).

Concludiamo ricordando che su entrambi i titoli si può operare in due modi: comprando azioni reali oppure, se non c’è interesse a diventare azionisti, speculando al rialzo o al ribasso con i CFD. eToro e Fineco sono rispettivamente un broker e una banca con piattaforma trading, che consentono di operare in entrambi i modi:

  • eToro: broker per comprare azioni reali e sempre dalla stessa piattaforma fare trading al rialzo e al ribasso attraverso i CFD azionari operando con la leva. Tra gli strumenti esclusivi di eToro c’è il copy trading con cui copiare le strategie dei trader migliori.
Unisciti alla community di eToro Etoro
Prova Demo Gratuita Sul sito di Etoro
  • Piattaforma N.1 al mondo per il Social Trading
  • ETF - CRYPTO - CFD
  • Licenza: CySEC - FCA - ASIC
  • Guadagna fino al 5,3% di interessi annui
Avviso: il tuo capitale è a rischio

  • Fineco: consente di comprare azioni reali ma anche di fare trading con i CFD e i super CFD. Tra le novità recenti il lancio del nuovo conto di solo trading senza costi fissi. Quella di Fineco è la piattaforma trading numero 1 in Italia.
La qualità del trading N.1 Fineco
SCOPRI DI PIÙ Sul sito di Fineco
  • 100% trading, senza compromessi
  • N.1 in Italia
  • Regime Fiscale Amministrato
  • 0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
Avviso: il tuo capitale è a rischio

Questo contenuto non deve essere considerato un consiglio di investimento. Non offriamo alcun tipo di consulenza finanziaria. L’articolo ha uno scopo soltanto informativo e alcuni contenuti sono Comunicati Stampa scritti direttamente dai nostri Clienti.
I lettori sono tenuti pertanto a effettuare le proprie ricerche per verificare l’aggiornamento dei dati. Questo sito NON è responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsivoglia danno o perdita, reale o presunta, causata dall'utilizzo di qualunque contenuto o servizio menzionato sul sito https://www.borsainside.com.

Migliori Piattaforme di Trading

Broker del mese
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
SCOPRI DI PIÙ Fineco recensioni » * Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari
Broker del mese
Deposito minimo 100$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.