Truffe con le criptovalute: Come riconoscerle e difendersi

Come funziona la truffa dell'Iban Swap - BorsaInside.com

Che ci piaccia o no, viviamo in un’era in cui le criptovalute la fanno da padrone, ogni giorno nascono nuove monete virtuali, che si affiancano a quelle più note e veterane come i Bitcoin, cryptovalute usate su sempre più e-commerce per fare acquisti online, pur non disponendo di carte di credito, conto paypal o contanti, semplicemente pagando gli acquisti con monete virtuali presenti in un portafoglio virtuale come Venly, Metamask e tanti altri.

Prima di proseguire nella lettura, vi consigliamo di dare uno sguardo al nostro articolo su The Sandbox: Guadagnare criptovalute giocando

Occhio alle truffe con le criptovalute

Le criptovalute possono essere acquistate, scambiate, vendute oppure messe in deposito sperando che nel tempo aumenti il loro valore, in modo da incassare di più di quanto si è speso per il loro acquisto tempo prima. Con The Sandbox potete addirittura guadagnare criptovalute giocando, ma non è di questo che vogliamo parlarvi quest’oggi.

Qualcuno di recente ha ricevuto chiamate telefoniche, messaggi WhatsApp, email e comunicazioni varie, in merito alla possibilità di ritirare una somma che può arrivare se non superare i 40.000 euro, tuttavia come dice il detto se è troppo bello per essere vero è una truffa. Ad ogni modo, ci sono dei falsi broker che approfittano dell’ingenuità dei malcapitati, per estorcere loro del denaro, tramite il pagamento anticipato di una somma per ritirare le cryptovalute, chiedendo addirittura una somma più inferiore in caso di rifiuto.

sito truffa scoperto
Sono 8 le tipologie più frequenti di truffa finanziaria – BorsaInside

In altre parole avete 40.000 euro da ritirare, tuttavia dovete pagare 350 euro circa di tasse, se vi rifiutate comunque dovete versare loro almeno 100 euro circa per pagare spese varie. Che una criptovaluta muti il suo valore nel corso del tempo, non ci sono dubbi, può valere di più come meno, tuttavia la puzza di truffa lontana un miglio la si ha proprio da quest’ultima cauzione. I truffatori addescano la vittima prima con guadagno facile, magari dato da un precedente investimento, per poi estorcere del denaro sia per l’inccasso che rifiuto.

Prima di cadere in una truffa simile, accertatevi tramite fonti autorevoli in cosa state per imbattervi. A rendere più credibile la storia, infilano nel contratto portali come Coinbase, Binance ed altri, che sono decisamente autorevoli, così che la vittima convincendosi che si tratta di un guadagno reale, cede al cosiddetto ricatto, pagando la somma richiesta tramite bonifico, per poi non vedere più un centesimo. La rete è piena di truffatori, fate molta attenzione!

Rimani aggiornato con le ultime novità su investimenti e trading!

Telegram
Regolamentazione Trading