Quotazione petrolio

CONDIVIDI

petrolioIl prezzo del petrolio influenza notevolmente l'andamento delle borse. Il greggio è il motore dell'economia globale ed è perciò la materia prima più seguita dagli investitori.

I due tipi di petrolio più diffusi sono il WTI ed il Brent. Il primo viene estratto negli USA, in particolare nel Texas (da cui il nome, West Texas Intermediate), il secondo soprattutto dal Mare del Nord.

L'11 luglio del 2008, prima della crisi finanziaria, il future sul WTI ha raggiunto al NYMEX un nuovo massimo storico a $147,27 al barile, mentre il future sul Brent è salito all'ICE di Londra fino a $147,50 al barile.

Chi voglia investire nel petrolio attraverso la Borsa italiana ha a disposizione diversi strumenti, come i covered warrants, i certificates e gli ETC (Exchange Trade Commodities).

Per approfondire vedi Investire nel petrolio

Si può puntare su un rialzo dei prezzi del petrolio anche acquistando azioni di gruppi petroliferi. Per consultare le quotazioni dei maggiori produttori di greggio clicca su Titoli petroliferi

Di seguito Borsainside pubblica i grafici con la quotazione del petrolio in tempo reale (sia WTI che Brent). I prezzi sono espressi in dollari americani.

Grafico Petrolio WTI

Grafico Petrolio Brent

Il rapporto tra domanda e offerta è il fattore che influenza maggiormente l’andamento dei prezzi del petrolio. Per questo motivo gli investitori seguono con molta attenzione i dati sull’industria petrolifera che rilasciano regolarmente alcune istituzioni.

I rapporti mensili dell’AIE, l'Agenzia Internazionale per l'Energia, e dell'OPEC contengono importanti informazioni sulla domanda e l’offerta di greggio a livello globale. Sia l’AIE che l’OPEC elaborano inoltre delle stime sul futuro andamento del mercato petrolifero.

Molto seguiti sono anche i dati sulle scorte statunitensi di petrolio che vengono diffusi settimanalmente dall'EIA (Energy Information Administration), una divisione del Department of Energy (DOE), all'interno del più ampio Weekly Petroleum Status Report.

Segnaliamo infine i numeri sugli impianti di trivellazione attivi negli Stati Uniti. La rilevanza di questi dati, pubblicati ogni venerdì da Baker Hughes, è negli ultimi anni aumentata a seguito della crescente produzione del Paese maggiore consumatore mondiale di greggio. Per sapere di più vedi Etimologia e storia del petrolio.

Fin qui la parte teorica relativa alla quotazione del petrolio. E’ facilmente intuibile che tutte queste informazioni interessino marginalmente a chi punta unicamente al guadagno. La domanda che un investitore si pone, infatti, è facilmente intuibile: come si può guadagnare con la quotazione del petrolio? Quanti modi esistono per investire nel petrolio oggi?

 

Grafico quotazione petrolio in tempo reale


Ovviamente nessuno dotato di senso può pensare di guadagnare con il petrolio scambiando fisicamente greggio. Ci sono però modi concreti per trarre profitto dalle oscillazioni del prezzo del petrolio.
La quotazione del petrolio, infatti, non è mai stabile e proprio grazie alle oscillazioni è possibile guadagnare. La bravura sta nel prevedere quale sarà la quotazione del petrolio al termine di un intervallo di tempo. Questa capacità non dipendete assolutamente dal caso o dalla fortuna.
Se il prezzo del petrolio aumenta o diminuisce non è dovuto alla casualità ma è invece un effetto di specifiche indicazioni macroeconomiche o dell’impatto di determinate notizie (si pensi, ad esempio, alle indiscrezioni su una possibile guerra nei paesi del Golfo).
Per questo motivo prevedere quale sarà la quotazione del petrolio significa analizzare preventivamente tutta una serie di dati. Quello che occorre, in poche parole, è visione strategica.


Dove investire in petrolio oggi

Abbiamo chiarito il come investire in petrolio oggi, veniamo ora al dove.
Anche in questo caso scordatevi luoghi fisici. Per investire in petrolio oggi, infatti, è sufficiente fare ricorso alle migliori piattaforme trading.
I broker ai quali ci si può appoggiare per guadagnare con il prezzo del petrolio sono davvero tanti. Del resto, petrolio e materie prime come oro o argento, sono asset la cui presenza contribuisce a dare prestigio alla piattaforma.


In generale, le strada per investire in Borsa sul petrolio sono essenzialmente quattro:

  • derivati, opzioni e futures sul petrolio
  • ETF su petrolio
  • Opzioni binarie su petrolio
  • CFD su petrolio


Concentreremo la nostra attenzione sugli ultimi due punti ossia Opzioni Binarie su petrolio e Cfd trading su petrolio. Il perché di questa scelta è facilmente intuibile. Chiunque sia dotato di una buona connessione internet e abbia attivo un conto su una piattaforma trading, può investire in petrolio da casa. Non servono, infatti, intermediari ne sono presenti spese aggiuntive.


Opzioni binarie su petrolio

Il trading binario sul petrolio è il modo più semplice per investire sulla quotazione dell’oro nero. Giocare con le opzioni binarie sul petrolio, infatti, significa stabilire se, al termine di un intervallo di tempo che può essere pari anche a 60 secondi, il prezzo del petrolio è maggiore o inferiore rispetto a quello di partenza. Nel caso in cui la scommessa sia vincente, il trader si vedrà accreditato nel suo conto la somma con cui ha aperto la posizione. Nel caso in cui la scommessa non sia esatta, il trader perderà la somma puntata.


L’estrema facilità del funzionamento del trading binario sul petrolio, unita alla possibilità di aprire posizioni anche con importi molto bassi, è alla base del successo di questa forma di trading. Anche studenti o semplici impiegati possono investire sulla quotazione del petrolio attraverso le opzioni binarie.
Attenzione però a non sottovalutare i rischi connessi con questo genere di operazione. Il prezzo del petrolio, infatti, non si muove in modo casuale e quindi nel trading binario non è la fortuna a determinare il profitto ma bensì le analisi.


E’ per questo motivo che è sempre consigliabile fare prima pratica con un conto demo e poi procedere all’attivazione di un conto reale. Il conto demo consente di replicare tutte le strategie di trading senza che si corra il rischio di perdere il proprio capitale a causa di eventuali errori. Il conto demo è fornito oramai da tutte le migliori piattaforme di opzioni binarie. Tanti investitori principianti sono soliti iniziare a fare trading sul petrolio con il conto demo e intanto informarsi sulle condizioni offerte da broker. Per valutare una piattaforma rispetto a una altra si dovrà prestare attenzione alle spese, leva applicata e spread.

 

Broker Trading IQOption

Uno degli svantaggi del broker 24Option può essere aggirato ricorrendo a IQOption. Questo broker, infatti, consente di iniziare a fare trading binario sulla quotazione del petrolio con appena 10 euro di deposito. Sul mercato è praticamente impossibile trovare un deposito più basso.
La piattaforma IQOption per il trading binario è molto semplice e dà la possibilità agli utenti di fare subito analisi tecnica sul petrolio confrontando e comparando grafici sull’andamento della quotazione.
I tipi di opzioni binarie disponibili per investire sul petrolio con IQOption sono due:

  • Opzioni Binarie alto/basso
  • Opzioni binarie turbo


Per fare trading binario sul petrolio con IQOption è necessario eseguire tre semplici step: scelta dell’asset appunto l’oil, scelta dell’importo, scelta della scadenza, put/call. In pratica l’operazione viene eseguita in pochissimi secondi.

L’apertura di un conto demo su IQOption è gratuita. Il broker accredita subito 1000$ virtuali e concede al trader la possibilità di ricaricare il suo conto demo. Non sono presenti bonus. Il conto di presentazione IQOption include un webinar formativo gratuito molto importante per imparare a investire con le opzioni binarie sul petrolio.

>> Conto Demo Gratuito su IQ OPTION

 

Trading CFD sul petrolio


Il trading di CFD ricorda molto da vicino un normale investimento in borsa. Nel caso del trading di CFD sul petrolio, il guadagno o la perdita sono direttamente proporzionali a quello che è l’andamento della quotazione dell’oro nero. A differenza di quello che avviene con le opzioni binarie, quindi, profitti e perdite non sono fissi.
Forse proprio a causa di questa caratteristica, il trading di CFD sul petrolio viene visto, per quello che riguarda il livello di difficoltà, un gradino più alto rispetto al trading binario.


Fatta questa precisazione, è però innegabile che il trading di CFD in generale sia visto come uno dei più importanti strumenti finanziari in cui conviene investire oggi. Il merito è della perfetta sintesi tra principi delle azioni e principi dei futures che viene espressa dagli stessi CFD.


Comprando un CFD sul petrolio, l’investitore non acquista ovviamente barili di petrolio né tantomeno titoli sul petrolio. L’investitore compra semplicemente uno strumento finanziario che riproduce l’andamento della quotazione del petrolio. Se il prezzo del petrolio sale, il CFD sul petrolio aumenta. Viceversa se il prezzo del petrolio diminuisce, il CFD sul petrolio fa altrettanto.

Tuttavia, e questo è un punto di vantaggio del trading di CFD sul petrolio, è possibile trarre profitto anche scommettendo sul ribasso del prezzo del petrolio (short).
Attenzione a questo particolare: per comprare un CFD sul petrolio non è necessario sborsare il prezzo attuale del petrolio al barile. Grazie alla leva finanziaria, infatti, è possibile investire 100 euro come se fossero 1000 ed avere in questo modo possibilità di trading molto consistenti. Ovviamente, altro lato della medaglia, la leva finanziaria sulla quotazione del petrolio comporta il rischio di perdere il proprio capitale.
Facciamo un esempio pratico. Ammettiamo di aprire una posizione da 100€ su un CFD legato alla quotazione del petrolio fissata a 50.00$. Applicando una leva 1:100, di prenderà in realtà una posizione da 1.000€.
Se quotazione del petrolio passa da 50.00$ a 55.00$ e si decide di chiudere il proprio trade, il guadagno corrisponderà al 10% del proprio investimento ossia a 100 euro (la propria posizione sarà infatti rivenduta a 1.100€).


Viceversa se la quotazione del petrolio dovesse scendere a 45.00$ e si dovesse decidere di chiudere tutto, allora la posizione sarebbe rivenduta a 900.00€. In questo caso si dovrebbe sopportare una perdita di 100 euro.
Come per quello che riguarda le opzioni binarie, anche nel caso dei CFD, il luogo fisico in cui investire in oro è rappresentato dalle piattaforme trading.


Markets Trading

Markets.com è uno dei broker più diffusi al mondo. Il merito è di una piattaforma estremamente facile da gestire e altamente personalizzabile. Per fare trading di CFD sul petrolio usando Markets.com è necessario selezionare dal menu Materie Prime e cliccare su Petrolio. La videata che si apre presenta il prezzo di acquisto e quello di vendita del cosiddetto Crude Oil (CL) CFD.

Ovviamente sono anche disponibili una serie di grafici molto personalizzabili sull’andamento della quotazione del petrolio. Una particolarità di Markets.com è la presenza della funzione Trend dei Trader che indica il numero di traders che in quel momento sta comprando CFD sul petrolio e quello di chi sta invece vendendo.
Lo spread offerto da Markets.com può scendere fino a 0.03 (USD) mentre la leva finanziaria può arrivare fino a 1:151.

Per tracciare le possibili previsioni sulla quotazione del petrolio, sempre nella stessa videata vengono forniti spunti di analisi tecnica e dati macro.
Per imparare a fare trading sul petrolio, Markets.com mette a disposizione un conto demo gratuito per tutti. 

Conto demo gratuito Markets.com - 10.000€ per fare pratica (nessun deposito richiesto) >>


eToro Social Trading Forex/CFDs


eToro è sinonimo di social trading. Sulla piattaforma di questo broker, quindi, non solo è possibile fare trading di CFD sul petrolio, ma è anche possibile confrontarsi con gli altri utenti. E’ questa una particolarità quasi unica nel mondo del trading. I vantaggi di eToro non si fermano però qui. Attivando la funzione Copy Trader è infatti possibile copiare i migliori traders eToro. Cosa significa questo in concreto? In pratica, se si hanno dei dubbi su come investire sul petrolio, si può semplicemente replicare la strategia dei traders più bravi.


Attenzione, però, perché in fin dei conti non è detto che copiando si sia comunque destinati a guadagnare.
Per fare trading di CFD sul petrolio con eToro è necessario selezionare dal menu la voce Mercati quindi scegliere Materie Prime e Petrolio Oil.
Come nel caso di Markets.com anche su eToro è indicato il numero di compratori riferito a quel singolo momento. Si tratta di un dato statistico importante per capire come posizionarsi.
La leva offerta da eToro per fare trading di CFD sul petrolio varia da minimo 1:2 a massimo 1:100. Variabile anche lo spread che viene proposto al broker.
Per quanto concerne l’apertura di un conto demo per imparare a fare trading non ci sono bonus ma la demo è comunque gratuita

Apri un conto demo eToro: è gratuito


IG Markets


IG Markets (da non confondere con Markets.com) consente di fare trading sul petrolio senza scadenza e con spread bassi e competitivi. Non è inoltre previsto nessun rollover.
Per fare trading di CFD sul petrolio con IG Markets è necessario selezionare la categoria Materie prime da Altri Mercati e quindi scegliere Oil.
Nella videata che si apre è indicato il prezzo di acquisto e quello di vendita. E’ inoltre presenta un grafico sulla quotazione real time del petrolio. Gli strumenti grafici indispensabili per seguire l’analisi tecnica sono tutti altamente personalizzabili per una esperienza trading ottimale.
Anche IG.com inoltre fornisce dei dettagli su quello che è l’andamento dell’attività di trading sul petrolio in quel preciso momento. La funzione Client Sentiment indica:

  • la percentuale di clienti IG con posizioni aperte su questo mercato che credono che il prezzo del petrolio aumenterà
  • la percentuale dei clienti IG con posizioni aperte su questo mercato che credono che il prezzo del petrolio diminuirà
  • la percentuale di clienti IG che hanno posizioni aperte su sul petrolio


Altre caratteristiche del trading di CFD sul petrolio offerto da IG.com:

  • Quantità minima 0.05 Contratto(i)
  • Valore per pip USD 10
  • Un pip equivale a 1
  • Valore di un pip USD 10 (GBP 8.15)
  • Margin 1%
  • Distanza minima stop 9
  • Distanza minima stop garantito 30

>> Prova la Demo di IG  Markets gratis - €30.000 virtuali per testare la piattaforma

 


Plus500

Plus500 è il broker più usato dai traders esperti per fare trading sul petrolio. Solitamente, quindi, ad utilizzare Plus500 non sono investitori principianti questo perché la piattaforma offerta per investire sulla quotazione del petrolio è ricca di funzionalità che solo chi ha una certe esperienza può utilizzare.

Per fare trading sul petrolio con Plus 500 è necessario cliccare su Materie Prime e quindi su Elenco Materie Prime--->Petrolio. La videata che si apre è ricchissima di informazione: oltre al prezzo di acquisto del CFD sul petrolio e al prezzo dello scoperto (Short Trading) è infatti presente un grafico reale time per seguire la quotazione del petrolio in tempo reale. Utilizzo per effettuare l’analisi tecnica, il grafico Plus500 è tra i più funzionali attualmente in circolazione.
Per quello che riguarda il capitolo spese, non ci sono commissioni e sono proposti spread bassi tra i prezzi di acquisto e di vendita.


Plus500 consente di utilizzare le proprie previsioni di mercato per stabilire la posizione Acquista o Vendi di apertura. In questo modo è possibile massimizzare i profitti ottenibili dagli aumenti e dalle diminuzioni del mercato. La leva applicata arriva fino a 1:152.
Aprire un conto demo su Plus500 è molto vantaggioso in quanto è previsto l’accredito di un bonus di 25 euro per iniziare subito a fare trading di CFD sul petrolio. Per passare al conto reale e quindi investire con soldi veri sulla quotazione del petrolio bastano 100 euro.

Conto demo gratis su Plus500: attivalo ora

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions