Canone Rai per chiedere esonero restano pochi giorni. Ecco come fare domanda per non pagare il canone

Canone Rai per chiedere esonero restano pochi giorni. Ecco come fare domanda per non pagare il canone

Per fare domanda per l'esonero dal pagamento del Canone Rai resta tempo solo fino al 20 agosto. Ecco a chi spetta l'esonero e quali sono i requisiti

Non resta molto tempo per fare domanda per l'esonero dal pagamento del Canone Rai visto che la scadenza per le richieste è fissata al 20 agosto. Inoltre non tutti possono ottenere l'esonero, ma solo alcune categorie di contribuenti e solo se in possesso di determinati requisiti.

Quello con la domanda per l'esonero dal canone Rai è il primo appuntamento successivo alle scadenze fiscali dopo la proroga di Ferragosto. A fare richiesta potranno essere solo i cittadini anziani che oltre al requisito dell'età anagrafica risultano in possesso anche dei requisiti reddituali.

Se tutte le condizioni risultano rispettate, questi contribuenti possono risparmiare i 90 euro del canone Rai, o almeno metà di esso. Normalmente la domanda andava presentata entro il 31 luglio, ma dal momento che quel giorno cadeva di sabato allora la data è slittata automaticamente al lunedì successivo.

Tuttavia c'è stato un ulteriore slittamento in quanto il pagamento al lunedì 2 agosto andava a scivolare nel periodo di sospensione feriale degli adempimenti, e questo ha portato allo spostamento della scadenza entro cui presentare domanda per l'esonero dal canone Tv al 20 agosto.

Ma quali sono esattamente i requisiti per poter richiedere l'esonero dal pagamento del Canone RAI? Hanno diritto all'esonero tutti i contribuenti che hanno già compiuto 75 anni di età entro il 31 luglio 2021, e solo se hanno un reddito pari o inferiore a 8.000 euro annui. Inoltre non dimentichiamo che per quanto riguarda il calcolo del reddito si deve considerare il cumulo con quello di eventuale coniuge.

Canone Rai: per la domanda di esonero c'è tempo fino al 20 agosto

Premesso che non tutti possono fare richiesta per l'esonero dal pagamento del canone Rai, ma solo i cittadini italiani che risultano in possesso dei seguenti requisiti:

  • età pari o superiore a 75 anni
  • reddito annuo proprio e del coniuge entro gli 8.000 euro
  • non risultare conviventi con soggetti che hanno un reddito proprio (in questo caso fanno eccezione colf, badanti e collaboratori domestici dell'anziano).

A spiegare come si fa per presentare domanda di esonero è la stessa Agenzia delle Entrate che ha fornito tutte le istruzioni su come procedere. Prima di tutto chiarisce che la domanda può essere presentata solo da chi possiede una o più televisioni nell'abitazione in cui è fissata la residenza. Non è possibile chiedere l'esonero dal canone Rai per abitazioni diverse da quella in cui si ha la residenza.

Con la domanda per l'esonero da presentare entro il 31 luglio (scadenza poi slittata al 20 agosto) si ottiene l'esenzione dal pagamento del Canone RAI per la metà di quanto dovuto per l'intero anno. Per ottenere l'esonero anche dalla restante parte bisognava presentare domanda entro il 30 aprile 2021, ma solo se era già stato maturato il requisito dell'età anagrafica.

Per richiedere l'esonero dal canone RAI due scadenze l'anno

Per ottenere l'esonero dal pagamento dell'intero canone RAI pari a 90 euro l'anno, i contribuenti che risultano in possesso dei requisiti che abbiamo visto fino ad ora dovranno presentare la domanda entro la scadenza del 30 aprile, mentre per chi non aveva ancora maturato i requisiti entro il 31 gennaio 2021 resta la possibilità di richiedre l'esonero per almeno metà dell'importo dovuto.

Si deve infatti tener conto del fatto che i requisiti per l'esenzione dall'abbonamento Tv potrebbero essere raggiunti solo per il secondo semestre, e in questo caso si ha diritto all'esonero dal pagamento di metà del canone pari a 45 euro.

Pertanto potranno ottenere l'esenzione totale dal canone Rai gli anziani che hanno maturato il requsito dell'età (e che sono in possesso degli altri requisiti) entro il 31 gennaio 2021. Per coloro che maturano il requisito anagrafico nel periodo compreso tra il 1° febbraio ed il 31 luglio 2021 resta la possibilità di presentare domanda per l'esonero per la seconda parte del pagamento.

Si tratta quindi di una doppia scadenza con due date separate entro le quali presentare le due domande di esonero. Avremo quindi le seguenti scadenze:

  • 30 aprile 2021: scadenza per presentare domanda di esonero dal pagamento del canone per chi ha compiuto 75 anni entro il 31 gennaio 2021
  • 31 luglio 2021: la data quest'anno slitta come abbiamo visto al 20 agosto, e permette di ottenere l'esenzione da metà del canone Rai a chi ha compiuto 75 anni tra il 1° febbraio e il 31 luglio 2021.

Come fare per presentare domanda per l'esenzione dal Canone Rai

La domanda per l'esenzione dal pagamento del Canone RAI va presentata utilizzando il modulo relativo alla dichiarazione sostitutiva che ci viene fornito dall'Agenzia delle Entrate. Il richiedente dovrà compilare il modulo specificando di essere in possesso dei requisiti previsti per l'esonero dal canone della Tv.

Sul modulo il richiedente dovrà quindi indicare i propri dati anagrafici e l'anno per il quale risulta in possesso dei requisiti per beneficiare dell'esenzione dal pagamento del canone Rai.

Nella richiesta per l'esonero, in caso di richiedente non coniugato, si dovrà crociare la casella corrispondente. Viceversa se il richiedente è coniugato allora occorre inserire anche il codice fiscale del coniuge.

Nel modulo per la richiesta dell'esonero si dovrà anche specificare di non essere convivente con altri soggetti che percepiscono un proprio reddito, con le eccezioni previste per colf, badanti e collaboratori domestici.

Quanto al requisito del reddito che non deve eccedere la soglia degli 8.000 euro annui, bisogna indicare che nell'anno di imposta precedente detta soglia non è stata superata anche considerando i redditi del coiuge o dell'unito civilmente.

Una volta compilato il modulo per la domanda dell'esonero, questo dovrà essere inviato al'Agenzia delle Entrate in una delle seguenti modalità a discrezione del richiedente.

  • A mezzo posta raccomandata: come plico senza busta al seguente indirizzo: Agenzia delle Entrate - Direzione Provinciale I di Torino - Ufficio Canone Tv - Casella postale 22 - 10121 Torino (in questo caso deve essere allegata una copia di un documento di identità valido).
  • Formato digitale: si può inviare il modulo in formato digitale inviando una email di posta certificata all'indirizzo [email protected]
  • Consegna a mano: il diretto interessato può effettuare personalmente la consegna del modulo recandosi fisicamente in un qualsiasi ufficio territoriale dell'Agenzia delle Entrate.
©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato