la scritta tax in rosso campeggia sulle sagome di due uomini d'affari e nello sfondo un foglio e una penna

La Flat tax incrementale è un vantaggio fiscale introdotto dalla Legge di Bilancio 2023 che può essere sfruttato anche dai contribuenti che aderiscono al regime forfetario, come spiegato da una bozza di circolare dell’Agenzia delle Entrate.

Tuttavia, la Flat tax incrementale si applica solo in determinati casi e non deve essere confusa con la flat tax ordinaria di cui beneficiano attualmente i contribuenti forfetari.

La flat tax incrementale è rivolta esclusivamente ai lavoratori autonomi che rientrano nel regime ordinario e sono soggetti all’Irpef anziché all’imposta sostitutiva come i contribuenti del regime forfetario. Ma in quali casi i contribuenti forfetari possono beneficiare della flat tax incrementale?

La Legge di Bilancio 2023 ha introdotto il regime agevolativo opzionale, noto come flat tax incrementale, che si applica solo nell’anno di imposta 2023. Esso prevede l’applicazione di una tassa piatta al 15% sui redditi prodotti nel 2023 che superano quelli prodotti nel triennio precedente (2020, 2021, 2022).

In altre parole, questa tassa si applica solo sui guadagni che superano quelli degli anni precedenti e consente di beneficiare di un regime fiscale agevolato anziché essere tassati secondo il regime ordinario.

Per calcolare l’imposta, si prende in considerazione il reddito di impresa o da lavoro autonomo anziché il reddito complessivo. La base imponibile su cui viene applicata la flat tax non può superare i 40.000 euro e deve essere ridotta del 5% rispetto al reddito più alto dei tre anni presi in esame.

Ma cosa c’entrano i contribuenti forfetari con la flat tax incrementale? Secondo la circolare dell’Agenzia delle Entrate, i contribuenti forfetari che decadono dal regime forfetario durante l’anno (se i ricavi e i compensi superano i 100.000 euro) possono beneficiare della flat tax incrementale.

In questo caso, il contribuente forfetario rientra immediatamente nel regime ordinario per l’intero anno di imposta. Proprio per questo motivo, può sfruttare i benefici della flat tax incrementale per l’anno di imposta 2023.

Inoltre, per determinare il reddito incrementato, è possibile considerare anche i redditi che sono stati soggetti al regime forfetario negli anni precedenti. Il reddito prodotto nel regime forfetario può essere utilizzato come punto di riferimento per determinare l’incremento reddituale e individuare il reddito da eventualmente tassare con la flat tax incrementale.

Questo contenuto non deve essere considerato un consiglio di investimento. Non offriamo alcun tipo di consulenza finanziaria. L’articolo ha uno scopo soltanto informativo e alcuni contenuti sono Comunicati Stampa scritti direttamente dai nostri Clienti.
I lettori sono tenuti pertanto a effettuare le proprie ricerche per verificare l’aggiornamento dei dati. Questo sito NON è responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsivoglia danno o perdita, reale o presunta, causata dall'utilizzo di qualunque contenuto o servizio menzionato sul sito https://www.borsainside.com.

Migliori Piattaforme di Trading

Broker del mese
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
SCOPRI DI PIÙ Fineco recensioni » * Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari
Broker del mese
Deposito minimo 100$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.