Skin ADV

Forex, bond e Wall Street: previsioni settimana 21 - 25 gennaio

Forex, bond e Wall Street: previsioni settimana 21 - 25 gennaio
© Shutterstock

Inerzia rialzista delle borse e outlook sul Forex tra i temi forti della settimana dal 21 al 25 gennaio

Oggi: "L'ottimismo riemerge sul fronte commerciale. "Inerzia rialzista nelle borse"

Conosci il Social Trading?  Vedi chi sono i migliori investitori trader italiani e del mondo e inizi a copiare il loro portafoglio. Conto Demo gratuito con 100.000€ virtuali per provare senza spendere i tuoi soldi Scopri i migliori trader su eToro con un Conto Demo Gratuito >>

Conosci il Social Trading?  Vedi chi sono i migliori investitori trader italiani e del mondo e inizi a copiare il loro portafoglio. Conto Demo gratuito con 100.000€ virtuali per provare senza spendere i tuoi soldi Scopri i migliori trader su eToro con un Conto Demo Gratuito >>

L'attenzione del mercato di questa settimana si concentrerà su tre fronti: il vertice di Davos e le dichiarazioni sulle controversie commerciali, la riunione della BCE e i risultati. A Davos, gli investitori ascolteranno le dichiarazioni rilasciate in questo forum dai leader mondiali, in particolare sul tema del protezionismo. Gli Stati Uniti hanno annullato la loro partecipazione a causa della chiusura parziale dell'amministrazione, ma le controversie commerciali continueranno ad essere al centro dell'interesse principale. Si è completata la metà della tregua di 90 giorni concordata tra Cina e Stati Uniti, che termina il 1° marzo. Gli eventi recenti hanno avuto un atteggiamento positivo. Si è parlato (senza conferma ufficiale) di una possibile offerta della Cina per aumentare le sue importazioni dagli Stati Uniti e di una possibile riduzione delle tariffe statunitensi sui prodotti cinesi.

L'esito delle trattative è ancora incerto, ma il miglioramento delle aspettative di raggiungere un accordo ha favorito l'avanzamento dei mercati azionari. Vedremo se a Davos viene annunciata una nuova pietra miliare nell'agenda dei negoziati - come la conferma della visita del vice primo ministro cinese negli Stati Uniti prevista per il 30 e 31 gennaio - che aiuterebbe a mantenere questo tono di maggiore ottimismo. La recente debolezza della sua economia potrebbe rendere più flessibile la posizione della Cina quando si tratta di negoziare e facilitare un accordo.

D'altra parte, sempre da Davos, l'FMI pubblicherà l'aggiornamento delle sue previsioni. Molto probabilmente vedremo un'ulteriore revisione al ribasso delle sue previsioni di crescita globale per il 2019, dall'attuale +3,7% a un ritmo di +3,5% nell'ambiente.

La BCE terrà la sua prima riunione il 24 gennaio dopo la fine degli acquisti netti di obbligazioni. Il mercato sarà in attesa del tono del messaggio di Draghi e di possibili cambiamenti nella dichiarazione relativa alla guida ai tassi d'interesse. L'attuale linea guida stabilisce che le tariffe rimarranno "ai livelli attuali almeno fino all'estate 2019". Da parte nostra, non vediamo alcun cambiamento nel comunicato o un aumento del tasso di interesse, per lo meno, 1T'20. Nell'Eurozona il ciclo espansivo sta perdendo slancio e l'inflazione di fondo (1%) è lontana dall'obiettivo della BCE (vicina ma inferiore al 2%). L'enfasi su una politica monetaria accomodante continuerebbe ad essere favorevole per i mercati azionari.

I risultati delle attività commerciali stanno guadagnando importanza. La pubblicazione dei conti del quarto trimestre negli Stati Uniti è iniziata la scorsa settimana, con le banche come anticipo e saldo positivo. Questa settimana vengono pubblicate più di 60 società di S&P e la stagione si apre in Europa. Negli Stati Uniti, l'EPS previsto per il quarto trimestre del 18° trimestre è +14,1%. Il mercato sarà in attesa di commenti sulle prospettive fornite dai team di gestione, che gli consentiranno di acquisire visibilità in vista del 2019.

Che cosa faranno le borse? In questo contesto, pensiamo che lo scenario più probabile sia quello di mantenere l'inerzia rialzista. Il 2019 è iniziato con progressi significativi (S&P +6,5%, EuroStoxx +4,5%) trainati da: (i) la rinascita dell'ottimismo nei negoziati commerciali USA-Cina, (ii) maggiore visibilità per una pausa nell'aumento dei tassi della Fed nel 2019, e (iii) evidenza di uno scenario di rallentamento economico globale, ma non di recessione. Dopo le rettifiche del 2018, le valutazioni sono interessanti in quanto il mercato aveva scontato uno scenario molto penalizzante. La mancanza di notizie negative è una buona notizia e i mercati azionari stanno riguadagnando terreno. È il momento di mantenere le posizioni stabili. La nostra priorità rimangono gli Stati Uniti e alcuni emergenti come il Brasile o l'India per i profili più dinamici. 

Prova il trading con una DEMO GRATUITA su XTB.IT >>

Obbligazioni: "Rimbalzo dei rendimenti"

La scorsa settimana è stata caratterizzata da recuperi di rendimento sia del T-Note americano (dal 2,7% al 2,78%) che del nucleo europeo (il Bund è salito dallo 0,2370% allo 0,2580%). Le obbligazioni periferiche europee hanno ridotto i loro spread, in particolare il bond ha ridotto il suo spread da 120,5 pb a 108,7 pb. Nonostante la mancanza di chiarezza sul Brexit, i mercati hanno valutato l'aspettativa, anche se non confermata, di progressi nei negoziati commerciali tra Stati Uniti e Cina. Nei prossimi giorni, la continuazione di questa ripresa dei rendimenti dipenderà dalle notizie dalla Cina, da Davos (a cui non parteciperà la delegazione americana) e dalla revisione delle prospettive macroeconomiche del FMI che verrà rilasciata lunedì. Bund stimato nella gamma: 0,23% / 0,275%.

Vuoi fare Forex & CFD trading in modo sicuro con XTB?

Apri il tuo conto demo

Scegli la tua migliore piattaforma

Le 5 stelle di XTB miglior broker 2019:

Eccezionale servizio clienti ed assistenza

Alta facilità nell’apertura conti e velocità nei depositi e prelievi

Costi e commissioni contenute

Piattaforma di trading xStation5 innovativa e altamente performante

Robusta sezione dedicata alla formazione sempre in aggiornamento

Forex previsioni 21 - 25 gennaio 

Eurodollaro (€/$) - Il dollaro si è apprezzato da circa 1.147 a 1.138 grazie al miglior tono cinese-americano, ma il movimento potrebbe essere esaurito perché Trump non va a Davos questa settimana e questo riduce la probabilità che le valute si evolvano al ritmo delle dichiarazioni. L'indicatore forward degli Stati Uniti di giovedì dovrebbe essere debole (-0,1%) e gli ordini di beni durevoli (+0,8%), per cui dovremmo vedere un modesto profitto sul dollaro o, nella migliore delle ipotesi, lateralmente. Settimana stimata: 1.136/1.145.

Euroyen (€/JPY) - Il tono di rischio del mercato svaluta lo yen. Questo è il motivo per cui la scorsa settimana è sceso da circa 123,5 a 124,7. Ma è improbabile che continui fino a 125,0 perché i toni delle riunioni della BoJ e della BCE di questa settimana saranno piuttosto " dovish" o soft, quindi lo status quo attuale rispetto allo yen continuerà. Gamma settimanale stimata: 124,5/124,9.

EUR/GBP (€/GBP) - Il rifiuto del Parlamento britannico dell'accordo raggiunto tra maggio e UEM aumenta la probabilità che il Brexit formale venga rinviato e spiega l'apprezzamento della sterlina. L'inflazione si allenta e toglie la pressione alla BoE per inasprire la politica monetaria. Questa settimana, l'attenzione si concentrerà sugli sviluppi politici e sui dati sull'occupazione (martedì). Gamma stimata (settimana): 0.881/0.886.

EUR/CHF - La ripresa dei mercati e il calo della volatilità rendono meno attraenti i paradisi sicuri come il franco. Questa settimana, non ci sono dati macro importanti, quindi è probabile che il franco rimanga entro un intervallo laterale relativamente ristretto. Gamma stimata (settimana): 1.130/1.138.

Wall Street

Il migliore: energia + 1,9%; Industriale + 1,9%; Finanziario + 1,7%.

Il peggiore: utilità + 0,1%; Immobiliare + 0,3%; Comunicazioni + 0,5%.

Tra le aziende che hanno offerto la BEST EVOLUTION spiccano: (i) VF Corp (82,3 $; + 12,4%) grazie a una solidi risultati trimestrali (ricavi di $ 3.940 milioni, + 8% su base annua, contro $ 3.870 milioni stimati e BPA $ 1,31 vs $ 1,10 stimati) e il miglioramento dell'orientamento per l'intero anno. In particolare, aumenta la sua stima delle entrate a $ 13,8 miliardi da $ 13,700 milioni prima e da BPA fino a $ 3,73 da $ 3,65 precedente. Queste cifre sono anche migliori di quanto anticipato dal consenso degli analisti: vendite di $ 13.760 milioni e un BPA di $ 3,68. (ii) SCHLUMBERGER (44,7 $; + 8,1%) i suoi risultati Trimestrale erano in linea con quanto stimato  per consenso (BPA senza straordinari $ 0,36). Tuttavia, la a società ha previsto un calo delle spese in conto capitale nel 2019 e questo annuncio è stato positivo nel mercato. Nell'attuale contesto dei prezzi del petrolio ha attenuato il timore di un taglio della politica dei dividendi della Società.

Inoltre, ha stimato una crescita a una cifra nel suo business internazionale (iii) WESTERN DIGITAL ($ 39,2; + 7,5%) nonostante il taglio di raccomandazione di una banca di investimento e grazie all'annuncio di miglioramenti nella tecnologia associata a i videogiochi.

Prova il trading sugli indici azionari con una DEMO GRATUITA su XTB.IT >>

Tra i valori WORST EVOLUTION di venerdì: (i) CARMAX ($ 61,9, -4,1%) penalizzato da il taglio di raccomandazione di una banca d'investimento, fino a Neutral da Buy. (ii) NETFLIX ($ 339,1, -4,0%) penalizzato dai risultati trimestrali pubblicati dopo la chiusura della sessione di giovedì. Ricorda che questi le cifre mostrano una preoccupante tendenza al numero di abbonati. Per il primo trimestre 2019 la Società stima a aumento di 8,9 milioni di abbonati ma solo 1,6 milioni saranno prodotti negli Stati Uniti, il che rappresenta un freno significativo 2,3 M centrati nel primo trimestre 2018. Inoltre, questo è accompagnato dall'annuncio di aumenti dei prezzi negli Stati Uniti. Nei prossimi mesi (tra + 12,5% e + 18,2%), che potrebbero contribuire a questa tendenza. (iii) FORTINET ($ 70,5, -2,9%) dopo il taglio della raccomandazione di un broker che anticipa i risultati trimestrali deboli. Venerdì hanno pubblicato (aziende più rilevanti, BPA reale vs previsto): State Street ($ 1,68 vs $ 1,673); Schlumberger (0,36 contro 0,358 $). 

HUAWEI - Il fondatore e CEO della compagnia, Ren Zhengfei, ha dichiarato in un discorso diretto al suo staff e alla comunità di Internet, che potrebbe essere costretta a fare una riduzione significativa come modello per la decisione di diversi governi di non acquistare forniture cinesi per la loro tecnologia 5G.

Recentemente, alcuni dirigenti della Società sono stati arrestati accusati di spionaggio.

 

Per conoscere come investire con XTB: XTB opinioni e recensione Xtb trading 

iQOption
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro