Seduta della borsa di Tokyo oggi sospese con effetto immediato a causa di alcuni problemi tecnici ancora in corso di identificazione. All’inizio ad essere sospeso è stato solo il trading mattutino ma, a seguito della scoperta della reale portata del tilt che ha colpito il sistema informatico di tutti gli indici, Nikkei compreso, le autorità hanno deciso di aprire la seduta. Stando a quanto riportato da un comunicato delle autorità di borsa, i problemi hanno riguardato il sistema della trasmissioni delle informazioni di mercato. “Ci scusiamo con gli investitori e gli operatori di mercato per aver causato interruzioni“, ha scritto in una  nota la società Japan Exchange Group. 

Considerando che oggi la borsa cinese è rimasta chiusa per festività, l’input dei mercati asiatici sulle borse europee, compresa Piazza Affari, sarà ovviamente molto limitato. 

Ma cosa è successo realmente alla borsa di Tokyo? Perchè le autorità hanno deciso prima di bloccare il trading e poi di annullare la seduta? In queste ore circolano diverse voci alimentate dal fatto che la società che gestisce la borsa di Tokyo non ha ancora reso quando il problema potrà essere risolto e quando gli scambi saranno riaperti. C’è quindi la possibilità che anche domani la borsa giapponese possa restare chiusa con conseguente stop all’attività di trading. 

In questo contesto molti investitori hanno pensato alla possibilità che la borsa del Giappone possa essere rimasta vittima di un attacco informatico da parte di hacker. Tuttavia un portavoce della società Japan Exchange Group ha dichiarato di non aver notato segni di assalto da parti di pirati informatici. La rassicurazione, però, non sembra aver convinto del tutto gli investitori che ben ricordano come ad agosto, un attacco informatico su vasta scala, portò alla chiusura per ben 4 giorni della borsa della Nuova Zelanda. Anche con la borsa di Tokyo è successa la stessa cosa? Probabilmente una risposta a questa domanda potrà esserci nelle prossime ore non appena la fase di emergenza sarà superata. 

Quanto avvenuto oggi alla borsa di Tokyo, però, entrerà nella storia. Come ricordato dalla società Japan Exchange Group per la prima volta dal 1999 (anno in cui si è passati a un sistema di scambi del tutto computerizzato), un’intera seduta di contrattazioni viene interrotta e poi annullata a seguito di un tilt al sistema informatico. 

E’ possibile che nelle prossime ore la società che gestisce il mercato azionario nipponico diffonda un comunicato stampa con informazioni su quello che avverrà domani, ultima seduta della settimana.

Questo contenuto non deve essere considerato un consiglio di investimento. Non offriamo alcun tipo di consulenza finanziaria. L’articolo ha uno scopo soltanto informativo e alcuni contenuti sono Comunicati Stampa scritti direttamente dai nostri Clienti.
I lettori sono tenuti pertanto a effettuare le proprie ricerche per verificare l’aggiornamento dei dati. Questo sito NON è responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsivoglia danno o perdita, reale o presunta, causata dall'utilizzo di qualunque contenuto o servizio menzionato sul sito https://www.borsainside.com.

Migliori Piattaforme di Trading

Broker del mese
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
SCOPRI DI PIÙ Fineco recensioni » * Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari
Broker del mese
Deposito minimo 100$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.