I mercati emergenti possono riservarci interessanti opportunità. Tuttavia, orientarsi all’interno di un panorama evidentemente diversificato non è facile, e sebbene si sia visto un crescente interesse verso il debito emergente da parte degli investitori, alla ricerca di migliori diversificazioni e rendimenti, occorre sempre muoversi con la giusta consapevolezza e cautela nel comparto.

Nelle ultime ore BlueBay AM ha pubblicato un’interessante nota in tal proposito, a cura di Polina Kurdyavko, head of emerging market debt, rilevando altresì una notevole dispersione da parte degli investitori, e condividendo alcuni spunti di particolare rilievo che abbiamo di seguito riassunto a beneficio dei nostri lettori.

Dove trovare le migliori opportunità di investimento nei mercati emergenti

Attualmente sono diversi i territori che potrebbero fornire qualche utile spunto agli investimenti nei mercati emergenti. Per esempio, rammenta BlueBay, in Indonesia è stato proposto un cambiamento all’interno della banca centrale, con la creazione di un board sulle politiche monetarie che possa consentire al governo di impattare direttamente su di esse. Gli investitori – prosegue BlueBay – farebbero dunque bene a monitorare con attenzione tali sviluppi, evitando ulteriori impedimenti all’indipendenza della banca centrale.

Per quanto riguarda invece la Russia, la società di asset management sottolinea come gli asset siano sotto pressioni dopo l’avvelenamento del leader dell’opposizione, Alexei Navalny: una situazione che fa aumentare la minaccia di sanzioni, in un contesto in cui le relazioni tra Usa e Russia saranno probabilmente volatili, considerate le imminenti elezioni statunitensi.

Sul fronte dell’America Latina, l’Argentina ha annunciato la sua ristrutturazione del debito, offrendo nel contempo interessanti rendimenti sui bond.

I fattori da controllare nei prossimi mesi

Guardando un po’ più in là, BlueBay evidenzia come al giorno d’oggi i mercati si trovano a un bivio: da un lato un minore impeto da parte dei governi a intraprendere azioni a livello fiscale; dall’altro un vaccino che ancora non esiste.

In questo scenario la politica monetaria continuerà probabilmente a fare gran parte del lavoro, e le banche centrali saranno probabilmente più tolleranti nei confronti dell’inflazione, pur di favorire una ripresa solida della crescita economica e dell’occupazione.

Per i mercati emergenti questo contesto dovrebbe essere relativamente positivo, perché l’azione della Federal Reserve nel senso di cui sopra potrebbe favorire un dollaro in indebolimento. Evidentemente, conclude BlueBay, “tutto ciò è valido solo in un contesto di rischio sano – la recente oscillazione di breve termine, causata dalla debolezza dell’azionario Usa, ha portato a una corsa verso gli asset più sicuri, rafforzando il dollaro e indebolendo alcuni mercati emergenti. Il credito finora è stato più resiliente, anche se l’high yield ha visto una certa pressione”.

“Il punto cruciale è che i mercati emergenti e quelli del credito più in generale non hanno sperimentato niente di simile all’euforia che ha riguardato l’azionario Usa ad agosto. Di conseguenza, a nostro avviso qualsiasi movimento in questi segmenti sarà probabilmente molto più contenuto e riteniamo ci siano condizioni favorevoli per performance positive nell’obbligazionario emergente nel medio termine” – ha concluso Kurdyavko.

Questo contenuto non deve essere considerato un consiglio di investimento. Non offriamo alcun tipo di consulenza finanziaria. L’articolo ha uno scopo soltanto informativo e alcuni contenuti sono Comunicati Stampa scritti direttamente dai nostri Clienti.
I lettori sono tenuti pertanto a effettuare le proprie ricerche per verificare l’aggiornamento dei dati. Questo sito NON è responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsivoglia danno o perdita, reale o presunta, causata dall'utilizzo di qualunque contenuto o servizio menzionato sul sito https://www.borsainside.com.

Migliori Piattaforme di Trading

Broker del mese
Deposito minimo 100$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui
Broker del mese
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
SCOPRI DI PIÙ Fineco recensioni » * Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.