Nel 2018 è meglio investire in azioni delle small cap

Nel 2018 è meglio investire in azioni delle small cap
© Shutterstock

Gli investitori tendono a trascurare le small cap eppure, secondo gli analisti, il 2018 potrebbe essere il loro anno

CONDIVIDI

Le azioni della small cap, ossia di quelle società a bassa capitalizzazione, hanno registrato nel 2017 performance molto forti. Tanti investitori hanno deciso di puntare sulle azioni delle società di piccole dimensioni riuscendo ad ottenere profitti anche molto consistenti. In relazione all'andamento delle small cap europee, la loro performance è stata positiva grazie anche ad un sentiment ottimista che ha caratterizzato i mercati delle società più grandi. A partire da tale premessa, il rally delle small cap europee nel 2018 è destinato a proseguire? Una domanda simile implica la scontato e consequenziale interrogativo: investire nelle azioni delle small cap nel 2018 conviene? Secondo Charles Anniss, Small and Mid Caps Portfolio Manager, European Equities team di Union Bancaire Privée – UBP, la risposta a questa domanda è affermativa.

Nell'esprimere questo giudizio, l'analista è partito da quelli che sono i dati emersi nel 2017. Le small cap europee inglobate nell'indice MSCI Europe Small Cap hanno registrato un rendimento del 19,03% che si raffronta con il +10,24% realizzato dal rendimento dell'indice MSCI Europe lo scorso anno. Il dato dell'ultimo anno ha confermato quello che è il trend generale che vede le imprese più piccole segnare risultati significativi per diversi anni dopo la crisi finanziaria. Partendo da tali considerazioni, Anniss ritiene che investire nelle azioni small cap conviene. Certamente puntare su questi titoli espone l'investitore a una serie di rischi, soprattutto nel breve termine, derivanti dalla maggiore volatilità. Nel lungo termine, però, gli investitori che hanno disposto un portafoglio diversificato tendono ad essere compensati da rendimenti positivi aggiustati per il rischio. 

Ma perchè investire in azioni small cap conviene? Sempre secondo l'esperto man mano che le piccole imprese crescono, esse tendono ad attrarre più investitori e quindi ad accrescere la loro liquidità. In questo modo il premio per il rischio di liquidità tende a ridursi. 

Altro elemento per cui è consigliabile investire in small cap nell'ambito di un portafoglio diversificato, riguarda le anomalie di prezzo. Per definizione, il mercato delle small cap è relativamente inefficiente ed è caratterizztao da bassi livelli di copertura da parte degli analisti. Tutto questo comparta maggiori livelli di inefficienza che però possono essere anche un vantaggio per gli investitori. Questi ultimi, infatti, possono trarre beneficio dalle anomalie di prezzo. 

Con l'avvento della MiFID II, è da ritenersi improbabile che nel medio termine possa essere raggiunto un livello più elevato di copertura delle small cap. Per questo motivo, afferma l'analista, tutto lascia ritenere che il mercato possa resatre terreno di caccia favorevole per gli investitori attivi che cercano buone opportunità di crescita per il 2018. 

Ovviamente il fatto che investire in azioni small cap nel 2018 conviene, non significa che si può far man bassa. E' necessario, infatti, pesare bene le singole small cap. Per gli investitori in small cap, tra i titoli più interessanti ci sono quelli francesi. Le small cap francesi, infatti, possono beneficiare nell'anno in corso di un clima imprenditoriale in miglioramento. I conti delle società francesi a bassa capitalizzazione, inoltre, traggono beneficio dalle riforme del mercato del lavoro volute da Macron. Se quindi si punta ad investire in azioni delle small cap, è bene guardare al mercato francese. 

Apri un conto demo GRATUITO e illimitato su IQOption
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro