La casa automobilistica Mercedes-Benz Daimler AG ha appena incrementato le proprie stime di profitto per il 2021, ma ha altresì avvertito che la carenza globale di chip semiconduttori potrebbe continuare ad avere un impatto sulle sue vendite nel secondo trimestre.

Daimler ha infatti precisato che anche se “la visibilità è limitata al momento“, presuppone “un certo recupero” nella disponibilità di chip nella seconda metà di quest’anno.

Tuttavia, anche al netto di questo possibile effetto negativo, la casa automobilistica tedesca ha detto che si aspetta ancora che il suo profitto operativo di quest’anno sia significativamente superiore al 2020, poiché l’economia globale si sta gradualmente riprendendo dalle devastazioni della pandemia di coronavirus.

La carenza di chip ha ridotto la produzione per un certo numero di grandi case automobilistiche, tra cui General Motors Co, Stellantis, Ford Motor Co e il rivale tedesco di Daimler, Volkswagen AG. E, come conseguenza di ciò, all’inizio di questa settimana Daimler ha anche tagliato le ore di lavoro per 18.500 dipendenti e ha confermato che avrebbe temporaneamente fermato la produzione in due stabilimenti in Germania a causa della carenza di tale componente.

Ricordiamo infatti che, rispetto al passato, le automobili sono diventate sempre più dipendenti dai chip: tali elementi sono infatti essenziali per la gestione computerizzata dei motori, per una migliore economia dei consumi, per le funzioni di assistenza al guidatore, e tanto altro ancora. La loro carenza impedisce di fatto il completamento del processo produttivo, con colli di bottiglia anche piuttosto evidenti, come in questo frangente.

Daimler ha dunque dichiarato di attendersi un margine rettificato dalle sue auto e furgoni Mercedes tra il 10% e il 12%, rispetto al suo precedente outlook tra l’8% e il 10%. La scorsa settimana, Daimler aveva precisato che l’impennata della domanda cinese per le auto di lusso Mercedes-Benz e i prezzi più alti hanno guidato un profitto migliore del previsto nel primo trimestre.

Questo contenuto non deve essere considerato un consiglio di investimento. Non offriamo alcun tipo di consulenza finanziaria. L’articolo ha uno scopo soltanto informativo e alcuni contenuti sono Comunicati Stampa scritti direttamente dai nostri Clienti.
I lettori sono tenuti pertanto a effettuare le proprie ricerche per verificare l’aggiornamento dei dati. Questo sito NON è responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsivoglia danno o perdita, reale o presunta, causata dall'utilizzo di qualunque contenuto o servizio menzionato sul sito https://www.borsainside.com.

Migliori Piattaforme di Trading

Broker del mese
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
SCOPRI DI PIÙ Fineco recensioni » * Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari
Broker del mese
Deposito minimo 100$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.