Il Metaverso avrà un grande impatto sul mondo del lavoro, il parere di Bill Gates sul futuro della realtà virtuale

Il Metaverso avrà un grande impatto sul mondo del lavoro, il parere di Bill Gates sul futuro della realtà virtuale

Nel suo tradizionale post di fine anno sul sito GatesNotes Bill Gates parla di come il Metaverso cambierà il mondo del lavoro entro 2 o 3 anni

Ultimamente non si fa che parlare di Facebook e di come la nascita del Metaverso possa influenzare il nostro mondo soprattutto sotto l'aspetto economico, ma anche per quel che riguarda le tutt'altro che indifferenze ripercussioni sul tessuto stesso della società e del modo di intendere il sociale.

Il rapido sviluppo di progetti legati all'implementazione della realtà virtuale nel senso più ampio del termine non può che comportare degli enormi cambiamenti per il mondo industrializzato, ma cogliere le opportunità che questo cambiamento rappresenterà è possibile solo se si riesce ad avere un quadro quanto più completo possibile di ciò che effettivamente sta accadendo e della direzione in cui il mercato si sposterà.

Per Bill Gates il metaverso cambierà il mondo del lavoro in due o tre anni

Nel suo tradizionale post di fine anno che Bill Gates pubblica sul suo blog Gates Notes, il multimiliardario patron di Microsoft non ha potuto evitare di toccare il tema del Metaverso.

Dopo aver parlato di come il 2021 sia stato un anno pesante per lui anche per via della fine del matrimonio con Melinda, Bill Gates ha detto la sua sulle prospettive che il Metaverso sta per offrire a chi sarà in grado di coglierle. 

Gli incontri virtuali hanno preso piede sempre più nei Paesi più industrializzati specie negli ultimi due anni, complice l'emergenza sanitaria Covid-19 che ha offerto le condizioni ideali per indirizzare la società verso scenari inediti.

Il multimiliardario statunitense ha spiegato di come la maggior parte degli incontri virtuali passerà da una rappresentazione 2D delle nostre persone agli avatar 3D del metaverso, e questo processo si completerà entro due o tre anni.

Bill Gates ha spiegato che "l'idea è che alla fine utilizzerai il tuo avatar per incontrare persone in uno spazio virtuale che replica la sensazione di essere in una stanza reale con loro".

Un impatto notevole questo nuovo modo di intendere le relazioni intepersonali lo produrrà dal momento in cui un numero sempre più grande di aziende investiranno tempo e denaro per creare nuovi strumenti, hardware e software, necessari per tenere in piedi il metaverso.

Quello che si andrà a costruire sarà una sorta di cyberspazio che rappresenterà di fatto la nuova frontiera della comunicazione digitale. Questo processo che è già stato avviato da tempo, ha visto una forte accelerazione durante il periodo di lockdown e restrizioni in chiave anti-contagio, in quanto sempre più persone si sono trovare costrette ad intrattenere rapporti personali e di lavoro meramente virtuali.

Quali sono i prossimi step verso il metaverso

Il multimiliardario americano, parlando del cyberspazio, ha indicato alcuni dei prossimi passaggi. Uno di questi sarà la creazione di nuovi occhiali VR e guanti da utilizzare per catturare e riprodurre in modo fedele il linguaggio del corpo. Le stesse espressioni facciali o la voce degli utilizzatori potranno essere fedelmente riprodotto nella realtà del metaverso.

Si tratta tuttavia di strumenti che dovranno essere accessibili a tutti, ed è proprio questo uno degli obiettivi fondamentali da raggiungere. Non basta implementare le attuali tecnologie, ma si dovà fare in modo che chiunque possa disporne.

Microsoft ci sta già lavorando naturalmente, con lo sviluppo di prototipi di realtà 3D per lo smart working che lo stesso Bill Gates avrebbe avuto già la possibilità di testare personalmente.

Ed è stato proprio Bill Gates ad entrare un po' più nei dettagli per quel che riguarda le possibili applicazioni di questi nuovi strumenti per la realtà virtuale dicendosi "davvero entusiasta del potenziale per la sperimentazione", con particolare riferimento a quelli che potrebbero essere i cambiamenti introdotti nel mondo del lavoro di domani.

Bill Gates ha anche affrontato il tema degli effetti della digitalizzazione sull'educazione. "La capacità dei nuovi strumenti di educazione digitale di trasformare la classe dipende, ovviamente, dal fatto che i bambini abbiano accesso alla tecnologia da casa".

"Il divario nell'accesso si è ridotto dall'inizio della pandemia e continuerà a ridursi, ma molti bambini non hanno ancora un computer decente o una connessione internet affidabile e veloce a casa. Trovare modi per espandere l'accesso è importante tanto quanto lo sviluppo di nuove innovazioni" ha detto ancora Bill Gates.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato