Come fare per pagare meno in bolletta in vista della stangata sui consumi di gas e luce

Le previsioni non sono certo rosee per quel che riguarda le spese che imprese e famiglie italiane si troveranno a sostenere per via dell’aumento dei costi sulle bollette di gas e luce.

Il governo guidato da Mario Draghi ha già annunciato l’arrivo di nuove misure a sostegno delle une e delle altre, ma i cosiddetti bonus bollette che vanno dalla rateizzazione dei pagamenti, passando per la riduzione dell’Iva sulle bollette del gas, fino al bonus sociale per le famiglie con reddito basso, da soli non saranno sufficienti ad attutire l’impatto.

Per le famiglie italiane in particolare si prevede per il 2022 un aumento dei costi derivanti dal pagamento delle bollette di gas e luce tra i 500 ed i 700 euro. Si tratta delle stime fatte dall’associazione dei consumatori Codacons e dall’Autorità di regolazione per energia reti e ambiente (Arera).

Una vera a propria batosta per le famiglie italiane, con effetti che andranno ad impattare sui consumi, anche per via dei rincari sui generi alimentari che costeranno alle famiglie quasi 1.500 euro di spesa in più nel corso dell’anno.

Per far fronte agli aumenti in bolletta bisogna rivedere i comportamenti in tema di consumi

I bonus bollette introdotti dal governo di Mario Draghi riducono i rincari, ma per le famiglie i costi saranno comunque decisamente più alti di un anno fa, motivo per cui è necessario correre ai ripari anche rivedendo i propri comportamenti in tema di consumi.

La prima cosa da fare per ridurre i costi addebitati sulla bolletta dell’energia elettrica è prestare maggiore attenzione per quel che riguarda l’uso degli elettrodomestici, che deve essere fatto in modo parsimonioso e intelligente.

Prima di tutto le lavatrici, le lavastoviglie e gli altri apparecchi elettrici devono essere utilizzati nelle fasce orarie in cui il costo dell’energia elettrica addebitato in bolletta è più basso.

Un’altra accortezza riguarda la ricarica di eventuali dispositivi elettronici quali tablet, laptop, smartphone e via dicendo, i quali devono essere rimossi appena la carica è terminata. Uno spreco in tal senso può arrivare a costare anche più di 50 euro l’anno.

Per quanto riguarda lavastoviglie e lavatrice poi non dimentichiamo che sono generalmente provviste di programmi eco, a temperatura più bassa, che permettono di risparmiare altri soldi. Naturalmente in questo caso può fare la differenza anche la scelta dell’elettrodomestico giusto al momento dell’acquisto, che dovrebbe essere fatta accertandosi che siano disponibili programmi per il risparmio energetico.

Per risparmiare sulla bolletta della luce conviene prestare attenzione anche all’utilizzo del frigorifero. Si tratta ovviamente di un elettrodomestico che viene lasciato necessariamente sempre acceso, ma questo non vuol dire che sia impossibile ottenere un risparmio energetico, ad esempio evitando di impostare una temperatura troppo bassa.

La temperatura ideale che andrebbe impostare è di circa sei gradi, inoltre bisogna ricordarsi di pulirlo con frequenza ed evitare di caricarlo con alimenti ancora caldi.

Tra gli apparecchi che possono far lievitare la bolletta dell’energia elettrica non dimentichiamo il condizionatore che deve essere utilizzato solo quando è effettivamente necessario, evitando di aumentare o ridurre troppo le temperature. Grazie ad un accorto uso del condizionatore è possibile risparmiare fino a 50 euro l’anno.

Anche l’uso dell’aspirapolvere può essere fatto con qualche accortezza in più, evitando sprechi, così pure nel caso del televisore, che non deve essere lasciato in stand-by quando non viene utilizzato, meglio spegnerlo. Inutile sottolineare l’importanza di non lasciare inutilmente le luci accese quando si lascia una stanza.

Per quanto riguarda infine la bolletta del gas, il maggior risparmio sui consumi si ottiene prestando attenzione in cucina. Su Il Messaggero si consiglia ad esempio, quando si tratta di preparare una tazza di tè, di utilizzare il fornetto microonde invece dei fornelli, e per risparmiare sulla cottura di alcuni cibi si suggerisce di utilizzare, ove possibile, le pentole a pressione.

Le ultime news su News

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.