Truffe, Amazon mette in guardia sul furto d’identità. Ecco i migliori consigli sulla sicurezza

la sagoma di un uomo incappucciato con un laptop in una stanza buia

Fare acquisti online è pratica ormai ampiamente diffusa nei Paesi occidentali ma non solo. E purtroppo, sebbene si tratti di operazioni che possono essere effettuate nella massima sicurezza su moltissimi siti e portali web, a cominciare dai più famosi, di tanto in tanto qualche truffa viene ancora perpetrata ai danni dei consumatori.

Specie con l’avvicinarsi del periodo delle festività, e nel periodo degli sconti del Black Friday, i portali di e-commerce e gli altri shop online, registrano generalmente un netto aumento del numero dei visitatori e di conseguenza anche degli acquisti e delle transazioni effettuate.

Con ciò però abbiamo, in genere, anche un aumento del rischio di truffe di vario tipo, ed è proprio su questo tema che Amazon ha speso del tempo indicando alcuni importanti consigli sulla sicurezza ai consumatori.

Amazon avverte sulle truffe con furto d’identità

Per coloro che effettuano acquisti online il rischio di incorrere in qualche truffa, seppur generalmente basso se ci si affida a portali sicuri, è comunque presente.

Amazon ha quindi deciso di realizzare una piccola guida che può riassumersi in cinque consigli utili per evitare di incorrere in frodi e furti d’identità.

Dal colosso dell’e-commerce fondato da Jeff Bezos fanno sapere infatti che oltre il 50% delle truffe basate sul forto d’identità Amazon partono da conferme d’ordine fasulle. Ecco quindi il primo particolare cui vale la pena prestare attenzione.

In tal caso vengono generalmente inviati dei link che, in teoria, dovrebbero servire al cliente Amazon a reperire informazioni su presunti ordini, ma in realtà si tratta di tentativi di sottrazione di dati personali e/ finanziari.

Dharmesh Mehta, vice president of Selling Partner Services di Amazon, ha spiegato che “i truffatori che provano a fingere di essere Amazon mettono a rischio i clienti. Sebbene queste truffe abbiano luogo al di fuori del nostro negozio, continueremo a investire per proteggere i clienti e informare il pubblico su come prevenirle”.

La nuova tecnologia per la verifica delle email di Amazon

Il rischio che gli utenti possano essere vittime di truffe, anche se non legate alle attività svolte all’interno del suo shop, ha indotto Amazon a correre ai ripari.

Nei primi mesi del 2022 infatti il celebre sito di e-commerce ha introdotto una tecnologia per la verifica delle email che è già attiva in oltre 20 Paesi tra cui Regno Unito, Germania, Francia, Italia e Spagna.

Questa tecnologia permette ai clienti di identificare con maggior facilità le email di phishing e rende più difficile per i truffatori portare a termine una frode con successo.

Nel caso di clienti che usano servizi di posta elettronica quali Gmail o Yahoo! ma anche di altri provider conosciuti, possono avere facilmente la certezza che una determinata email sia stata effettivamente inviata da Amazon, e questo grazie al logo dell’azienda con il sorriso che appare nella loro casella di posta in entrata.

Amazon ha richiesto la chiusura di oltre 20 mila siti di phishing

Dal popolare sito di e-commerce fanno sapere di essere da tempo impegnati in prima linea per ridurre i rischi per i clienti legati alle truffe telematiche.

Amazon fa sapere di essere costantemente impegnata nel denunciare le truffe, ed è emerso che dall’inizio del 2022 ha fatto richiesta per chiudere oltre 20 mila siti di phishing e di 10 mila numeri di telefono utilizzati proprio per commettere truffe basate sul furto d’identità.

Numerose le denunce nei confronti di truffatori da ogni angolo del mondo presso le rispettive forze di polizia, con le quali Amazon ha sempre collaborato in modo proficuo. I truffatori tuttavia non si danno certo per vinti, e questo fenomeno è ben lontano dall’essere stato debellato.

Per poter proteggere ulteriormente i propri clienti dalle truffe basate sull’indebita appropriazione d’identità, Amazon ha ritenuto opportuno fornire alcuni suggerimenti, specie in considerazione dell’ormai prossimo periodo dello shopping natalizio.

I 5 consigli di Amazon per evitare le truffe

Amazon ha deciso di tentare di offrire un ulteriore aiuto ai consumatori che sono soliti effettuare acquisti online, dando cinque importanti suggerimenti su come evitare le truffe.

  • Verificate gli acquisti fatti su Amazon. Il primo suggerimento è quello di non cliccare mai sui link che trovate in eventuali messaggi che ricevete che fanno riferimento all’acquisto di un prodotto o un servizio. Non solo è consigliabile non cliccare sui link, ma è meglio non rispondere affatto. Piuttosto meglio effettuare l’accesso al proprio account Amazon direttamente da browser lasciando perdere completamente il messaggio. Eventuali comunicazioni sarebbero comunque presenti sul vostro account di Amazon, e se non trovate nulla è la dimostrazione concreta e tangibile che il messaggio che avevate ricevuto non era stato inviato da Amazon ma si trattava invece di un qualche tentativo di truffa.
  • Fidatevi dell’app e del sito di Amazon. È molto importante tenere sempre a mente che Amazon non chiede mai di effettuare pagamenti al telefono o tramite email, ma solo attraverso la app per dispositivi mobili, oppure attraverso il sito web ufficiale o in uno dei negozi fisici. Amazon non effettua mai chiamate telefoniche per chiedere di effettuare un pagamento o un bonifico bancario su altri siti.
  • Fate sempre attenzione ai falsi messaggi “urgenti”. Spesso i truffatori cercano di trasmettere un senso di urgenza, e questo serve a indurre il cliente a fare in fretta quello che gli viene chiesto, senza dargli il tempo di riflettere e magari capire che qualcosa non torna.
  • Non cedete alle pressioni di chi cerca di convincervi ad acquistare un buono regalo. Su questo tema Amazon consiglia di visitare direttamente la pagina di supporto del sito web ufficiale, dove sono presenti tutte le informazioni sulle truffe più diffuse che riguardano i buoni regalo.
  • Contattateci. La compagnia invita i suoi clienti a contattare direttamente Amazon attraverso la app o il sito web sfruttando i contatti ivi presenti, tutte le volte che hanno dei dubbi riguardo comunicazioni sospette che potrebbero rivelarsi dei tentativi di truffa. Non bisogna mai chiamare i numeri che ricevete tramite email o SMS o che trovate nei risultati di ricerca, e non dimenticate che Amazon non vi chiederà di scaricare o installare alcun software per comunicare con il servizio clienti, né di pagare per ottenere alcun tipo di assistenza.

Come regola generale comunque, ogni volta che vi imbattete in messaggi sospetti, chiamate telefoniche anomale, o richieste che vi sembrano strane, è consigliabile segnalarlo.

Per segnalare le comunicazioni che ricevete che secondo voi non provengono realmente da Amazon potete contattare direttamente il servizio clienti. Potete anche inviare una email all’indirizzo stop-spoofing@amazon.com, che può essere utilizzato da tutti, sia i già clienti Amazon che utenti che non sono registrati.

Attraverso questi canali è possibile segnalare sia tentativi di contatto sospetti, via email, via telefono o sms, sia pagine web che potrebbero essere contraffatte allo scopo di trarre in inganno utenti e perpetrare delle truffe ai loro danni.

Rimani aggiornato con guide e iniziative esclusive per gli iscritti!

Telegram

Le ultime news su News

Copia dai migliori traders

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.