Certificato SocGen su Royal Dutch Shell: oggi il termine per la sottoscrizione

socgen

Entro oggi si può sottoscrivere il nuovo certificato finanziario di Societe Generale su RDS.

CONDIVIDI

Scade oggi il termine per poter procedere alla sottoscrizione del nuovo Cash Collect su Royal Dutch Shell, un certificato di investimento che si rivolge a tutti quegli investitori che ritengono che l’asset sottostante (le azioni Royal Dutch Shell) si muoveranno poco nel corso del periodo di interesse, e desiderano beneficiare di un flusso cedolare condizionato e di una protezione parziale del capitale.

Conto Demo gratuito per provare il trading online ?  – Il broker 24Option sponsor della Juventus FC offre conto demo gratuito e illimitato, puoi investire e guadagnare da casa con un PC o Smartphone con la massima comodità e senza rischio di perdere soldi… Vai al sito >>

Conto Demo gratuito per provare il trading online ?  – Il broker 24Option sponsor della Juventus FC offre conto demo gratuito e illimitato, puoi investire e guadagnare da casa con un PC o Smartphone con la massima comodità e senza rischio di perdere soldi… Vai al sito >>

Dove si negozia

Il certificato è destinato alla quotazione sul segmento Cert-X di EuroTlx, con emissione il prossimo 8 agosto a un prezzo di 1.000 euro, comprendente una quota di commissioni di collocamento pari al 2,5% e una di costi di strutturazione pari allo 0,0009% del valore nominale.

Come funziona

Il certificato in questione è un certificato a capitale condizionatamente protetto, proponendo così una tutela condizionata al rispetto di un vincolo prefissato da parte del sottostante, ovvero dell’asset su cui viene costruita la struttura di prodotto.

La scadenza è pari a 3 anni (8 agosto 2022), con 10 finestre trimestrali di esercizio anticipato, che potranno dunque ridurre anche significativamente la durata dell’investimento.

Se in una di queste finestre di valutazione l’asset sottostante sarà in grado di rispettare la condizione prevista, il certificato sarà liquidato in automatico al prezzo di emissione. La condizione non è tuttavia costante nel tempo: il sottostante dovrà infatti chiudere a un livello pari ad almeno il suo valore iniziale solo nelle prime due date di valutazione (3 febbraio 2020 e 30 aprile 2020), mentre successivamente il limite si abbassa di 5 punti ogni sei mesi, arrivando così all’80% alla nona e alla decima finestra di valutazione.

I premi

Con cadenza trimestrale, già a partire dal 1 novembre, il certificato potrà inoltre pagare un premio periodico pari all’1,02% (10,20 euro), corrisposto però solamente se nelle relative date di valutazione il titolo chiuderà a un livello pari ad almeno il 70% del valore iniziale rilevato l’8 agosto 2019.

Cosa succede a scadenza

A scadenza potrebbero succedere due scenari alternativi. Nel caso in cui il titolo chiuda a un livello almeno pari al 70% del suo valore iniziale, il certificato verrà liquidato al prezzo di emissione maggiorato di un ultimo premio di 10,20 euro; se il sottostante chiuderà invece con una perdita superiore al 30%, il certificato replicherà la prestazione negativa.

iQOption
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro