Stando a quanto afferma una recente ricerca condotta da JPR, nel 2017, i miners di criptovaluta hanno acquistato circa tre milioni di unità di elaborazione grafica (GPU) per potenziare i loro impianti di “estrazionecriptovalutaria. Ne deriva che, complessivamente, lo scorso anno le vendite di GPU ai miners di criptovaluta hanno raggiunto quota 776 milioni di dollari, anche se – probabilmente – c’è stato un rallentamento nell’ultimo quarto del 2017, quando le spedizioni di GPU dei produttori sono diminuite dell’1,5% su base trimestrale e del 4,8% su base annua.

In tal senso, l’agenzia di ricerca afferma che AMD è riuscita ad aumentare ulteriormente la propria quota di mercato delle schede grafiche dell’8,1%, in gran parte a causa del fatto che la gamma di GPU dell’azienda è la più adatta per calcoli complessi. La quota di Nvidia del 2017 è invece calata del 6%, mentre quella di Intel è diminuita del 2%.

Il mercato della GPU e del componente aggiuntivo (AIB) sta subendo delle oscillazioni evidenti a causa dell’interesse per le criptovalute. Bitcoin, Ethereum e altre monete virtuali vengono infatti estratte quando i computer risolvono equazioni complesse e, mentre la rarità di Bitcoin in natura rende il suo mining non più economicamente redditizio – portando alla creazione di cosiddetti pool di data mining – l’estrazione di altre criptovalute sembra esserlo ancora, contribuendo ad incrementare la popolarità di questa attività.

Ad ogni modo, è anche vero che per poter creare un impianto di successo, è necessario dotarsi di un hardware sufficientemente potente per supportare queste attività. Le GPU non sono mai state originariamente progettate per l’estrazione, ma sono l’opzione più vicina e più economica disponibile oggi sul mercato.

“Il gioco è stato e continuerà ad essere il driver principale per le vendite della GPU, accresciuto recentemente dalla richiesta dei miners di criptovalute” – ha affermato il dott. Jon Peddie, presidente dell’area ricerca di Jon Peddie. “Prevediamo che la domanda diminuirà dai miners man mano che i margini caleranno, in risposta ai crescenti costi dell’energia e alle forze di domanda e offerta che fanno salire i prezzi dell’AIB”.

Questo contenuto non deve essere considerato un consiglio di investimento. Non offriamo alcun tipo di consulenza finanziaria. L’articolo ha uno scopo soltanto informativo e alcuni contenuti sono Comunicati Stampa scritti direttamente dai nostri Clienti.
I lettori sono tenuti pertanto a effettuare le proprie ricerche per verificare l’aggiornamento dei dati. Questo sito NON è responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsivoglia danno o perdita, reale o presunta, causata dall'utilizzo di qualunque contenuto o servizio menzionato sul sito https://www.borsainside.com.

Migliori Piattaforme di Trading

Broker del mese
Deposito minimo 100$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui
Broker del mese
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
SCOPRI DI PIÙ Fineco recensioni » * Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.