Le criptovalute porteranno alla stabilità finanziaria: il parere controcorrente di Visco

Le criptovalute potrebbe aiutare a raggiungere una certa stabilità finanziaria. Ad affermarlo non è stato l’ideatore di qualche altcoin nè un traders che, grazie agli investimenti in criptovalute, ha incassato enormi profitti, ma il governatore della Banca d’Italia Ignazio Visco. Le parole che il numero uno di Via Nazionale nel corso del suo intervento di apertura a Roma alla conferenza su Financial Stability and Regulation, organizzata dalla Banca d’Italia in collaborazione con l’Università Bocconi di Milano e il Centro Baffi, hanno lasciato oggettivamente tutti a bocca aperto. Lo stupore per la chichiarazione “non negativa” di Visco è stato causata dal fatto che non capita certamente tutti i giorni che un rappresentante del mondo della finanza tradizionale si esprima in questi termini sull’universo delle criptovalute. Fino ad oggi, infatti, dalla finanza tradizionale erano arrivati al massimo dei segnali attendisti. Nella quasi totalità dei casi, infatti, illustri esponenti del mondo della finanza tradizionale si erano posti o in posizione attendista sulle criptovalute oppure in posizione apertamente critica sintetizzabile nell’espressione il Bitcoin è una bolla

Ma cosa ha affermato il governatore Visco? Il numero uno della Banca d’Italia ha anzitutto ricordato che dalla recente riunione del G20 tenutasi a Buenos Aires è emerso che queste attività “non presentino al momento gravi rischi di stabilità finanziaria“. Andando oltre, Visco ha quindi accennato ai già ampiamente dibattutti rischi insiti nella natura stessa della criptovalute. Il governatore nel corso del suo intervento ha posto l’accento sul rischio riciclaggio e terrorismo ma soprattutto ha aperto una finestra su quelli che sono i reali punti deboli delle crypto ossia l’alta volatilità dei prezzi e il fatto che il sistema di produzione richieda un consumo elevatissimo di energia enelttrica. Proprio per queste due ragioni, ha ricordato il governatore della Banca d’Italia, ad oggi le crptovalute non sono ritenute molto affidabili come sistemi di pagamento. Tra l’altro, ha aggiunto Visco, proprio sulla base di queste valutazioni, molti analisti quando si fa riferimento alle crypto preferiscono parlare di “beni” e non di “valute”. 

Nonostante tutti questi punti negativi, comunque, e qui è la vera novità, il governatore della Banca d’Italia ha affermato che le criptovalute di “prima generazione” come il Bitcoin, Ethereum e Ripple potrebbero evolvere. Addirittura Visco si è spinto ad affermare che “i crypto-asset stabili, sostenibili e non anonimi, alla fine possano contribuire all”efficienza del sistema dei pagamenti e alla stabilità delle istituzioni finanziarie“. In pratica per il governatore della Banca d’Italia, le criptovalute storiche ovvero quelle più solide potrebbe contribuire alla stabilizzazione finanziaria. 

E’ partendo da questa premssa che va inqudrato il rifermento fatto da Visco alle ICO ossia alle nuove forme di investimento che prevedono il collocamento capitali in nuovi progetti riguardanti soprattutto lo sviluppo nell’ambito delle stesse criptovalute. Secondo Visco un quadro normativo più certo potrebbe anche favorire “l’uso di cripto-attività come fonte di raccolta di fondi per innovazioni, start-up high-tech, promuovere l’innovazione e aiutare le nuove imprese a differenziare le proprie fonti di finanziamento, con benefici per la stabilità generale del sistema finanziario“.

Insomma sia nel caso della natura stessa delle crypto che per quello che riguarda le ICO, la posizione di Visco è di apertura convinta. Il fatto strano è che tale apertura è arrivata in un momento decisamente particolare. IL prezzo delle criptovalute, infatti, è in forte calo da tempo. La quotazione BTC, infatti, alla fine della scrosa settimana ha addirittura sfondato al ribasso il muro dei 6000 dollari. 

Migliori Broker Trading

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
AvaTRade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
3
FP Markets
Deposito minimo
100 AUD
Il nostro punteggio
9
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
4
Dukascopy
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Le ultime news su Crypto News: previsioni e ultime dal mondo delle criptovalute

Inizia a fare trade con Avatrade X

Avviso di rischio - Il 67-77% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.