Ci sarà una Stablecoin di PayPal? Pronto già il nome: PayPal Coin

Dallo scorso fine settimana non si parla d’altro tra gli addetti ai lavori e gli appassionati del settore criptovalute: il colosso dei pagamenti digitali PayPal starebbe studiando la possibilità di immettere sul mercato una sua stablecoin. Che l’indiscrezione non sia solo una voce di corridoio ma molto di più lo si intuisce dal fatto che sarebbe addirittura pronto già il nome della criptovaluta di PayPal. Stando ai rumors la denominazione scelta sarebbe PayPal Coin. 

Ma cosa sappiamo della stablecoin di PayPal? Anzitutto c’è da dire la notizia dello sviluppo di una stablecoin interna a PayPal non proviene da una una fonte anonima ma da ambienti interni allo stesso colosso dei pagamenti digitali. E’ stato lo sviluppatore Steve Moser ad avere individuato l’avvio di una fase di sviluppo analizzando il codice sorgente dell’app di PayPal per iPhone.

Una volta che la notizia è diventata di dominio pubblico, PayPal non ha potuto far altro che confermare la voce di corridoio. E’ stato Jose Fernandez da Ponte, SVP of Crypto and Digital Currencies di PayPal, a comunicare, attraverso Bloomberg News, che è in corso l’attività di esplorazione di una stablecoin. In manager ha poi aggiunto che, nel momento in cui si dovesse decidere come portare avanti lo sviluppo del progetto PayPal Coin, il colosso dei pagamenti lavorerebbe a stretto contatto con le autorità di regolamentazione competenti.

Se Moser non ha nascosto che il team di PayPal è al lavoro per lo sviluppo di una stablecoin ancorata ad dollaro Usa, un portavoce dello stesso colosso dei pagamenti digitali ha però precisato che il codice sorgente scoperto da Moser era stato in realtà già sviluppato nel corso di un recente hackathon.

Vuoi fare trading sulle criptovalute sfruttando le indiscrezioni sul lancio della stablecoin di PayPay? Ricorda sempre di usare strumenti avanzati per operare come ad esempio il Copy Trading eToro grazie al quale è possibile copiare dai traders più bravi. La funzionalità del Copy Trading può essere testata anche dai traders alle prime armi essendo disponibile in modalità demo.

Copia i traders più bravi sulle criptovalute con il Copy Trading eToro>>>la versione demo è gratis, clicca qui

CopyTrader

PayPal Coin: quando ci saranno sviluppi? 

Insomma è praticamente certo che PayPal sia intenzionata a lanciare una sua stablecoin. La domanda che, a questo punto, è più legittimo porsi riguarda le tempistiche. Quando ci sarà l’ufficializzazione di PayPal Coin? Per adesso non è possibile rispondere questo interrogativo anzi non è da escludere che sia il nome che il logo e le stesse funzionalità della stablecoin di Paypal possano cambiare anche prima del lancio vero e proprio. La situazione, quindi, è in divenire. 

Il solo dato certo è che l’arrivo di una stablecoin a marchio PayPal non deve stupire più di tanto. Il colosso dei pagamenti, infatti, nei mesi scorsi aveva introdotto una serie di nuove funzionalità che consentono ai clienti di comprare e pagare con criptovalute. 

Appena pochi mesi fa, inoltre, il citato Jose Fernandez da Ponte aveva rilasciato un’intervista in cui si affermava che, nonostante i passi in avanti, sul mercato non era ancora presente una stablecoin creata solo ed esclusivamente per i pagamenti. Secondo il manager, una stablecoin di questo tipo dovrebbe riuscire a supportare i pagamenti su larga scala e al tempo stesso a garantire la sicurezza del network. Fondamentale, secondo da Ponte, è che ci sia estrema chiarezza sul regolamento, sui quadri normativi e sulla tipologia di licenze che sono necessarie in questo settore.

Ancora prima, nel settembre 2021, PayPal aveva annunciato il lancio di una serie di servizi di trading di Bitcoin per il solo mercato del Regno Unito. Dallo scorso autunno, infatti, i clienti britannici di PayPal possono scambiare Bitcoin ma anche Ether, Bitcoin Cash e Litecoin. 

Insomma, come si può intuire da questi precedenti, se è vero che il possibile lancio di PayPal Coin è una novità, è altrettanto vero che le premesse già erano presenti. 

Ricordiamo che, a prescindere dai servizi trading di PayPal (attivi solo per i clienti inglesi), tutti oggi possono investire in criptovalute. Sul mercato, infatti, sono presenti tantissimi broker come ad esempio eToro (leggi qui la nostra recensione) che consentono di tradare crypto-asset. eToro è uno dei broker più completi non solo per mercati disponibili ma anche per opzioni trading. In più questa piattaforma consente anche di fare pratica con un conto demo gratuito da 100 mila euro prima di passare ad un investimento con soldi reali. 

Impara a fare trading sulle criptovalute con eToro>>>clicca qui per avere la demo, è gratis

Migliori Broker Trading

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
AvaTRade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
3
FP Markets
Deposito minimo
100 AUD
Il nostro punteggio
9
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
4
Dukascopy
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Le ultime news su Crypto News: previsioni e ultime dal mondo delle criptovalute

Inizia a fare trade con Avatrade X

Avviso di rischio - Il 78% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.