A fine marzo la maggior parte delle criptovalute a più alta capitalizzazione ha messo a segno un rally molto consistente. Grazie al ritorno degli acquisti su Bitcoin, molte altcoin sono tornate ad apprezzarsi. Questa tendenza generale ha però riguardato solo in minima parte Ripple. Il prezzo di XRP, rispetto a quello che è stato il trend del settore, ha decisamente sottoperformato.

Risultato di questa prestazione sottotono rispetto all’andazzo generale è stata la perdita di una grande occasione. Se si fosse unita al rally delle criptovalute, XRP sarebbe potuta arrivare a 1 dollaro ma avendo perso il treno, il target indicato resta ancora lontano. 

L’occasione persa a marzo diventa però potenziale occasione di aprile. Chi ha una certe dimestichezza con il mondo delle criptovalute, sa perfettamente che le criptovalute meno performanti di un mese possono finire nel mirini dei compratori nel mese seguente. Potrebbe essere questo ciò che può avvenire a Ripple nel mese di aprile? Cercheremo di capirlo analizzando il trend XRP di fine marzo e i potenziali fattori rialzisti. 

Prima di scendere, però, nel dettaglio ricordiamo che oggi è possibile investire in criptovalute da una sola piattaforma. Broker multifunzionali come eToro, infatti, consentono di fare trading sia in modo diretto che attraverso i CFD su molte criptovalute. Nel secondo caso è possibile avere subito la demo gratuita da 100 mila euro per imparare ad operare senza correre il rischio di perdere soldi veri. 

Impara a fare trading sulle criptovalute con eToro>>>clicca qui per iniziare

Prezzo Ripple: tendenza e target aprile 2022

Ripple è la nona criptovaluta per livello di capitalizzazione di mercato. Attualmente scambia a 0,83 dollari con un top di periodo raggiunto alla fine di marzo a 0,9 dollari. Nonostante un clima favorevole, Ripple è cresciuta pochissimo rispetto a Ethereum e soprattutto al Bitcoin. Mentre nelle ultime due settimane di marzo il prezzo di Bitcoin è salito da 38.000 dollari a 47.000 dollari e Ethereum si è apprezzata da 2500 dollari a 3400 dollari, XRP è passata da 0.77 dollari a 0.86 dollari. 

Un peccato perchè le condizioni per agganciare il target a 1 dollaro (centrato per l’ultima volta nel novembre 2021) c’erano tutte. E invece l’obiettivo non è stato raggiunto a dimostrazione di come l’appeal nei confronti di Ripple sia decisamente più basso rispetto a quello di tutte le più importanti criptovalute a più alta capitalizzazione. 

Nonostante ciò, però, Ripple presenta fondamentali solidi. Non solo XRP è comunque tra le prime 10 criptovalute a più alta capitalizzazione, ma vanta una market cap pari a 40 miliardi di dollari totali e presenta uan dominance dell’1,86 per cento sul mercato crypto nel suo complesso. 

C’è induce a pensare che sia da escludere una rivalsa di Ripple nel mese di aprile. Se tale ipotesi dovesse essere vera, comprare Ripple ai prezzi attuali può essere molto conveniente. 

A che punto è la causa Ripple VS SEC?

Quando ci si occupa di Ripple si è per forza costretti a fare riferimento all’oramai eterna causa che oppone la società di Garlinghouse (CEO) all’americana SEC. Ebbene a che punto siamo arrivati in questo braccio di ferro infinito di cui molti si sono oramai dimenticati? 

Dopo che il giudice Annalisa Torres ha espresso il suo no ad una mozione della SEC, il general counsel di Ripple, Stuart Alderoty e il CEO Brad Garlinghouse ha commentato in modo positivo la decisione del magistrato spingendosi addirittura a parlare di vittoria. 

In effetti è proprio grazie a questa negazione espressa dalla SEC che Ripple potrebbe vincere una causa che da troppo tempo pende. Tutto ciò nella speranza che, nel frattempo non arrivino colpi di scena (cosa già avvenuta in passato). 

Questo contenuto non deve essere considerato un consiglio di investimento. Non offriamo alcun tipo di consulenza finanziaria. L’articolo ha uno scopo soltanto informativo e alcuni contenuti sono Comunicati Stampa scritti direttamente dai nostri Clienti.
I lettori sono tenuti pertanto a effettuare le proprie ricerche per verificare l’aggiornamento dei dati. Questo sito NON è responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsivoglia danno o perdita, reale o presunta, causata dall'utilizzo di qualunque contenuto o servizio menzionato sul sito https://www.borsainside.com.

Migliori Piattaforme di Trading

Broker del mese
Deposito minimo 100$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui
Broker del mese
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
SCOPRI DI PIÙ Fineco recensioni » * Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.