la vetrata di una delle sedi di Sberbank

Sberbank, la più grande banca della Russia, ha annunciato l’introduzione dei servizi di trading crypto per i propri clienti, segnalando un significativo progresso nell’industria delle criptovalute nel paese.

I clienti della banca avranno accesso ai servizi legati agli asset digitali a partire da giugno, consentendo loro di acquistare e vendere criptovalute attraverso la banca. Inizialmente previsti per aprile, i servizi sono stati posticipati e saranno ora disponibili nel corso di questo mese. La banca prevede anche di introdurre transazioni in risorse finanziarie digitali per i suoi clienti.

La decisione di Sberbank di offrire servizi di trading crypto riflette il progresso internazionale nel settore delle criptovalute, mentre gli Stati Uniti continuano a rafforzare la regolamentazione degli asset digitali.

Anatoly Popov, presidente del Consiglio di amministrazione della banca, ha condiviso che i clienti potranno acquistare e vendere CFA, asset supportati da una combinazione di attività e titoli. Inoltre, Sberbank potrebbe emettere asset digitali per decine di miliardi di rubli nel prossimo futuro.

Alexander Vedyakhin, vicepresidente della banca, ha sottolineato che questa nuova funzionalità potrebbe portare maggiore liquidità alla banca, beneficiando gli investitori interessati alle criptovalute.

La Russia ha abbandonato i piani per creare un exchange di criptovalute nazionale regolamentato, optando invece per regolamentare diverse piattaforme di trading di criptovalute.

Inizialmente, si stava considerando la possibilità di lanciare un exchange unificato in collaborazione con il Moscow Exchange, ma il governo russo ha modificato i suoi piani. Il paese si concentra ora sulla creazione di regole per la creazione e la gestione di piattaforme di trading di criptovalute.

Questa decisione è stata motivata dalla possibilità per le imprese russe di condurre transazioni transfrontaliere e di evitare sanzioni tramite le piattaforme di trading di criptovalute.

Le principali società russe nel settore delle criptovalute sostengono l’idea di un quadro normativo per le organizzazioni piuttosto che un exchange crypto nazionale. L’implementazione di nuovi meccanismi di regolamentazione potrebbe ridurre i rischi di sanzioni e attacchi informatici alle infrastrutture e risolvere le preoccupazioni relative al dominio di mercato.

Alcuni esperti suggeriscono che gli exchange di criptovalute dovrebbero limitare l’accesso agli investitori non qualificati alle loro piattaforme inizialmente. Tuttavia, l’idea di un exchange di criptovalute unificato in Russia non è stata ritenuta realistica dalla comunità delle criptovalute nel paese.

Questo contenuto non deve essere considerato un consiglio di investimento. Non offriamo alcun tipo di consulenza finanziaria. L’articolo ha uno scopo soltanto informativo e alcuni contenuti sono Comunicati Stampa scritti direttamente dai nostri Clienti.
I lettori sono tenuti pertanto a effettuare le proprie ricerche per verificare l’aggiornamento dei dati. Questo sito NON è responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsivoglia danno o perdita, reale o presunta, causata dall'utilizzo di qualunque contenuto o servizio menzionato sul sito https://www.borsainside.com.

Migliori Piattaforme di Trading

Broker del mese
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
SCOPRI DI PIÙ Fineco recensioni » * Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari
Broker del mese
Deposito minimo 100$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.