Trust Investing recensioni: è una truffa o funziona?

sito trust investing

Nelle ultime settimane ci sono giunte una serie di mail da parte di nostri lettori con le quali ci viene chiesto di esprimere un parere su Trust Investing, un sito che, stando a quanto reclamizzato in molti post sponsorizzati in cui è possibile imbattersi sui social, dovrebbe garantire profitti consistenti e immediati.

Per chi come noi ha oramai una certa dimestichezza con truffe o comunque con sistemi poco chiari, parole come profitti incredibili con investimenti di pochi euro, suonano già come un campanello di allarme.

Tuttavia, poichè il nostro obiettivo è fornire al lettore informazioni precise, abbiamo deciso di andare ad analizzare più da vicino i fatti. Risultato è questo post. Ora, siamo perfettamente consapevoli che sul web siano presenti molte recensioni su Trust Investing ma abbiamo notato che, spesso, si tratta di report che hanno l’impressione di essere sponsorizzati o comunque di non essere imparziali.

Proprio per questo motivo abbiamo optato per recensione che si limita a guardare ai fatti senza lasciarsi trasportare dagli annunci rombanti (come quelli sui profitti enormi con investimenti risibili).

Consigliamo la lettura di questa recensione a chi vuole:

  • sapere se Trust Investing è una truffa o funziona davvero
  • capire quanto di può davvero guadagnare con Trust Investing
  • comprendere chi è Trust Investing
  • conoscere alternative serie e affidabili per investire senza l’incubo truffa

Trust Investing nuovo sito come si presenta

Il sito di Trust Investing, interamente in lingua spagnola, si presenta all’insegna dello slogan “Un’alternativa di business per il nuovo mercato finanziario”. Bellissima frase che però, in concreto, non dice assolutamente nulla.

Soltanto leggendo tra le righe della sezione Chi Siamo è possibile capire qualcosa in più. Trust Investing si definisce gestore di valuta digitale, team di monitoraggio del mercato delle criptovalute, piattaforma che ha come mission quello di rendere il mercato delle criptovalute più accessibile alla gente comune.

Insomma da quello che si può percepire, Trust Investing dovrebbe essere un sistema automatico di trading sulle criptovalute capace di garantire rendimenti molto consistenti che possono arrivare anche fino al 5 per cento giornaliero. Francamente questo numero ci sembra buttato lì senza alcuna consapevolezza reale.

Alcuni lettori che ci hanno chiesto un’opinione su questa società, ci hanno confidato che, fino a poco tempo fa, c’era online un altro sito Trust Investing. Noi non sappiamo quale fosse il vecchio portale ma una cosa ci sentiamo di dirla: il nuovo sito Trust Investing ha tantissime immagini, tantissimi contenuti ma poca concretezza. La società si vanta di essere presente in più di 50 paesi, ma il sito multilingue è lacunoso e pieno di errori. Al di là però della grafica (comunque non un bel biglietto da visita) la vera nota dolente è l’assenza di qualsiasi autorizzazione ad operare sul mercato finanziario. Per una società che afferma di occuparsi di trading sulle criptovalute, non avere alcuna alcuna licenza non è proprio il massimo. Per un investitore che è alla ricerca di piattaforme per investire in crypto-asset, operare con un sito che promette guadagni consistenti a fronte di investimenti minimi, rappresenta un rischio enorme.

Fondamentalmente diventa secondario capire se Trust Investing è una truffa o meno. L’aspetto essenziale è che stiamo parlando di un sito che non ha alcuna autorizzazione ad operare con il trading sulle criptovalute. Perchè allora rischiare quando sul mercato ci sono broker autorizzati come ad esempio eToro (qui il sito ufficiale) che consentono di fare trading sui crypto-asset?

criptovalute etoro

Trust Investing chi è davvero

Dopo aver descritto brevemente come si presenta il nuovo sito Trust Investing, cerchiamo adesso di capire chi (o cosa) è davvero questa piattaforma. Cliccando sul Chi Siamo si atterra su una pagina dove è presente la finestra Incontra il nostro team. I personaggi che si possono incontrare solo tre tali sudamericani corrispondenti ai nomi di:

  • Claudio Barbossa
  • Fabiano Lorite
  • Diego Chavez

Per ognuno di essi è presente una biografia molto romanzata e con pochi riferimenti concreti. Non sono invece presenti indicazioni sulla società. E allora occorre rifarsi a quel poco che è possibile trovare consultando altre fonti. Dal punto di vista societario Trust Investing dovrebbe fare riferimento ad una società registrata in un coworking di Panama. Ora non crediamo sia necessario essere dei grandi esperti di finanza per comprendere quale possa essere il livello di affidabilità di una società che ha sede a Malta.

Ma lasciamo l’assetto societario e andiamo avanti occupandoci della mission. Dobbiamo ammettere che, per quello che concerne questo aspetto, il messaggio del sito è chiarissimo: “generare un reddito extra variabile per quante più persone possibile attraverso il nostro business club“. E in effetti proprio questo business club rappresenta la reale essenza di Trust Investing. Il problema è che di questo esclusivo club cui bisogna accedere per poter avere un reddito extra variabile non si sa praticamente nulla.

Tirando quindi le somme, non è dato sapere chi è Trust Investing né per quello che riguarda il profilo societario né per quanto concerne l’attività reale svolta.

Trust Investing come funziona (almeno in teoria)

Provare a capire come funziona Trust Investing non è semplice. Ci occupiamo di truffe sulle criptovalute da anni e preferiamo sempre fare opportune verifiche prima di esprimere la nostra opinione. Spesso ci iscriviamo a queste piattaforme dubbie per vedere quale sia l’azione richiesta per entrare in azione (solitamente versare denaro senza alcuna garanzia). Ebbene nel caso di Trust Investing non è ci è stato possibile capire come funziona tutto il sistema per il semplice fatto che cliccando su UNETE (sarebbe unisciti….alla faccia della società presente in più di 50 paesi), ci viene richiesto il nome di uno sponsor per poter procedere con la nostra iscrizione.

Per farla breve, è possibile registrarsi su Trust Investing solo se si viene presentati a un già membro del club. Francamente (anche) questa procedura non ci sembra il massimo della trasparenza.

iscrizione trust investing
Iscrizione Trust Investing

A causa dell’esistenza di questo limite invalicabile, per capire come funziona Trust Investing non c’è altra strada da seguire che quella di prendere per buona la versione ufficiale del sito ovvero la versione che viene presentata dalle entusiastiche recensioni su Trust Investing (tutte scritte in spagnolo e molto simili tra loro) che è possibile rintracciare sul web. In esse si afferma che la piattaforma consente di scambiare criptovalute al posto degli investitori generando rendimenti che vanno dallo 0,1 per cento al 5 per cento al giorno. Una percentuale fantastica che si può ottenere mediante piani di investimento a partire da 15 dollari. Insomma, stando alle versione di queste recensioni quantomeno dubbi, Trust Investing farebbe guadagnare molto soldi con investimenti bassissimi. Provare per credere non è possibile poichè per entrare nel Club è necessaria la presentazione.

Ora, prima di esprimere il nostro giudizio finale su questa piattaforma, permetteteci una considerazione: se un investitore interessato a fare trading sulle criptovalute ma completamente digiuno in materia, si trova dinanzi alla possibilità di guadagnare tanti soldi con un investimento minimo (come professato da Trust Investing), quale pensate che possa essere la sua reazione? Purtroppo di annunci come quello di Trust Investing il web è pieno. Tali messaggi sono una trappalo per tanti investitori in buona fede che vorrebbero solo investire in criptovalute. Proprio perchè siamo consapevoli di tutto questo, consigliamo di scegliere solo broker autorizzati per fare trading sugli asset digitali. Mai versare soldi a scatola chiusa ma preferire sempre la possibilità di iniziare a fare pratica con una demo gratuita come quella da 100 mila euro virtuali che è offerta da eToro.

Clicca qui per aprire un conto demo eToro>>>subito 100 mila euro gratis per te

Trust Investing è una truffa? Le conclusioni

Adesso è arrivato il momento di rispondere alle domande iniziali. Trust Investing può essere considerata una truffa? Noi non siamo giudizi e quindi non possiamo emettere un giudizio definitivo, tuttavia il sistema promosso da questa piattaforma ci ricorda il classico schema Ponzi.

I guadagni (bisogna poi vedere di che entità) di chi è già dentro al club da tempo sono garantiti dagli investimenti dei nuovi ingressi. In un sistema simile, che con il mondo degli investimenti e delle criptovalute non centra nulla, è solo il vertice a fare soldi. Insomma il nostro sospetto è che, ancora una volta, il fascino delle criptovalute, sia usato in malafede per interessi poco chiari. Non sarebbe la prima che ciò avviene e né sarà l’ultima. Quindi più che di truffa ci sentiamo di parlare di classico schema Ponzi.

A supporto di questa tesi una serie di indizi che abbiamo già citato nei precedenti paragrafi della recensione più alcune notizie che abbiamo trovato su fondi affidabili

  • assenza di ogni autorizzazione e riferimento societario serio
  • sito inserito nella black list Consob nella pagina Avviso ai Risparmiatori
  • vicenda giudiziaria che nel 2021 vide coinvolto l’allora direttore di Trust Investing Ruslan Concepción, 28 anni, arrestato a Cuba per promozione fraudolenta di uno schema piramidale
  • ricorso ad un marketing di tipo illusorio che presenta gli investimenti come operazioni semplicissime e destinate sicuramente a guadagni consistenti

Francamente riteniamo che queste 4 circostanze pesino come un macigno sul profilo di affidabilità di Trust Investing. Insomma considerando che tutta l’attività di Trust Investing sembra basarsi sulla ricerca di nuovi investitori (come nei più classici schemi Ponzi) e che in Italia le raccolte abusive di capitali violano l’art.166 del TUF, forse è meglio stare alla larga da questo autoproclamato esclusivo club.

Alternative serie per investire in criptovalute

I siti come Trust Investing funzionano tutti allo stesso modo: basandosi su promesse di guadagni facili (e magari ottenibili con un capitale investito molto basso) intercettano tutti quegli aspiranti investitori che vorrebbero semplicemente fare trading con una piattaforma affidabile. I broker seri esistono e, ogni giorno, consentono a milioni di persone in tutto il modo di fare trading online su tantissimi asset, criptovalute comprese. Si possono trovare informazioni su queste piattaforme affidabili nella nostra guida sui migliori broker forex e CFD.

Due piattaforme che, dal nostro punto di vista, si possono ritenere valide alternative al Club di Trust Investing sono eToro (lo abbiamo già citato) e Plus500. In entrambi i casi si tratta di broker regolamentati con caratteristiche differenti.

etoro

logo broker etoro

eToro è una delle piattaforme più complete poichè consente di fare trading CFD su tante valute digitali ma anche di comprarle direttamente. Altro vantaggio di eToro è la possibilità di copiare le strategie dei traders più bravi attraverso lo strumento del social trading. Quest’ultimo è disponibile in modalità demo e quindi può essere usato anche da chi è alle prime armi.

Clicca qui per aprire un conto demo eToro>>>subito 100 mila euro virtuali disponibili

Caratteristiche di eToro sono:

  • Regolamentazione: CySEC (Cipro), FCA (Regno Unito) e ASIC (Australia).
  • Piattaforma: possibilità di negoziare petrolio con i CFD sia sul PC che sul Mobile.
  • Deposito minimo: 50$.
  • Vantaggi: Social trading e copy trading.
  • Conto demo: gratuito e 100.000$ virtuali a disposizione.

Plus500

plus500 logo

Plus500 può essere considerato una valida alternativa ad eToro per investire in criptovalute. Tra i due broker però c’è una grande differenza. Plus500 non consente di comprare asset digitali ma esclusivamente di speculare al rialzo o al ribasso sull’andamento dei prezzi attraverso i CFD. Uno dei punti di forza di Plus500 è l’offerta grafica.

In piattaforma, infatti, sono presenti grafici personalizzabili su tantissimi asset. Molto curata anche la parte della formazione visto che recentemente è stata lanciata una Trading Academy ricchissima di strumenti.

Ecco le caratteristiche più importanti di questo broker:

  • Regolamentazione: CySEC (Cipro) , FCA (Regno Unito) , FMA (Nuova Zelanda), FSCA (Sudafrica), FSA (Seychelles), IE (Singapore) e ASIC (Australia).
  • Piattaforma: possibilità di investire con i CFD su BTCUSD e altre crypto
  • Deposito minimo: 100€.
  • Vantaggi: piattaforma di facile utilizzo con tanti grafici
  • Conto demo: gratuito con 50.000€ virtuali a disposizione.

Prova Plus500 in modalità demo>>>subito 50mila euro virtuali per fare pratica

Migliori Broker Trading

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
AvaTRade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
3
FP Markets
Deposito minimo
100 AUD
Il nostro punteggio
9
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
4
Dukascopy
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Le ultime news su Crypto News: previsioni e ultime dal mondo delle criptovalute

Inizia a fare trade con Avatrade X

Avviso di rischio - Il 67-77% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.