La strategia di trading sulle dividend stock, ovvero sulle aziende che pagano “buoni” dividendi, non è certamente una delle più amate e apprezzate dagli investitori. Eppure, soprattutto con un’ottica di medio lungo periodo, permette di ottenere dei riscontri che sarebbe opportuno non sottovalutare e che – anzi – potrebbero rappresentare la vostra “nuova” fortuna. Ma come comportarsi dinanzi a una simile strategia? Che cosa si dovrebbe fare?

Innanzitutto, anche se è vero che con una simile strategia azionaria potete entrare nel mercato anche con un piccolissimo capitale, cercate comunque di raccogliere fondi sufficienti per poter creare un portafoglio diversificato e, soprattutto, fondi di cui non avrete bisogno per i prossimi 7 anni (circa), considerato che tale strategia è fondamentalmente a lungo termine.

Cercate inoltre di risparmiare e investire con regolarità, e puntate non tanto sul dividendo in termini assoluti (che potrebbe essere fuorviante), bensì sul dividend yield, ovvero sul rapporto tra il dividendo annuo e il prezzo del titolo. Detto ciò, preferite certamente le azioni con un dividend yield più alto, ma insospettitevi se il titolo ne propone di “troppo” alti: potrebbe infatti essere che la società che avete messo nel mirino è in difficoltà, e attrae nuovi investitori con rendimenti extra.

Ancora, preferite aziende con dividendi in crescita, e fate attenzione al payout ratio, il rapporto tra gli utili e i dividendi distribuiti: se è troppo vicino al 100%, i margini ulteriori potrebbero essere troppo ristretti. Ulteriormente, cercate di capire che cosa è il rendimento effettivo e analizzate bene l’azienda sulla quale investite, preferendo quelle di qualità, che abbiano vantaggi competitivi sostenibili, management di talento, margini di profitto ampi, e così via.

Questo contenuto non deve essere considerato un consiglio di investimento. Non offriamo alcun tipo di consulenza finanziaria. L’articolo ha uno scopo soltanto informativo e alcuni contenuti sono Comunicati Stampa scritti direttamente dai nostri Clienti.
I lettori sono tenuti pertanto a effettuare le proprie ricerche per verificare l’aggiornamento dei dati. Questo sito NON è responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsivoglia danno o perdita, reale o presunta, causata dall'utilizzo di qualunque contenuto o servizio menzionato sul sito https://www.borsainside.com.

Migliori Piattaforme di Trading

Broker del mese
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
SCOPRI DI PIÙ Fineco recensioni » * Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari
Broker del mese
Deposito minimo 100$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.