Skin ADV

Prosus, un colosso da 100 miliardi ora quotato ad Amsterdam

prosus

Ad Amsterdam è appena sbarcato un maxi colosso ma... pochi se ne sono accorti.

Forse non ne avete mai sentito parlare, ma la Prosus si è appena quotata alla Borsa di Amsterdam, divenendo – con una capitalizzazione di mercato di circa 100 miliardi di dollari, uno dei più grandi gruppi Internet al mondo.

Conosci il Social Trading?  Vedi chi sono i migliori investitori trader italiani e del mondo e inizi a copiare il loro portafoglio. Conto Demo gratuito con 100.000€ virtuali per provare senza spendere i tuoi soldi Scopri i migliori trader su eToro con un Conto Demo Gratuito >>

Conosci il Social Trading?  Vedi chi sono i migliori investitori trader italiani e del mondo e inizi a copiare il loro portafoglio. Conto Demo gratuito con 100.000€ virtuali per provare senza spendere i tuoi soldi Scopri i migliori trader su eToro con un Conto Demo Gratuito >>

Una fintech che non è un'azienda di “consumo”, considerato che non propone – ad esempio – dei servizi digitali con il proprio marchio, come fanno Facebook o Alibaba, ma che invece investe in un portafoglio di aziende globali web, in settori che vanno dal fintech alla consegna dei prodotti alimentari.

L'investimento più noto del gruppo è per il momento quello in una partecipazione del 31% nel gigante tecnologico cinese Tencent, un colosso del gaming, nonché proprietario della popolarissima app di messaggistica WeChat. Naspers, di cui Prosus è braccio derivato in seguito a una transazione di scissione, ha realizzato un investimento di 32 milioni di dollari in Tencent nel 2001, con una scommessa ben riuscita, considerato che quell’impiego ora vale 130 miliardi di dollari.

Ad ogni modo, al di là degli specifici meriti della compagnia, una cosa è certa: l'aggiunta di Prosus ai listini della Borsa di Amsterdam scuote il panorama tecnologico europeo, tanto che l'azienda diventa improvvisamente una delle più grandi entità tecnologiche della macro area.

L'Europa è lungamente rimasta indietro rispetto agli Stati Uniti e alla Cina come “sede” di grandi aziende tecnologiche, e secondo i dati del World Economic Forum, nessuna delle 20 maggiori società internet per valore ha oggi sede in Europa.

Difficile affermare se con l’approdo di Prosus le cose cambieranno, o meno. Anche perché, a tutti gli effetti, quotandosi direttamente sulla borsa di Amsterdam, Prosus non sembra aver ricevuto la stessa attenzione che la sua IPO avrebbe magari ottenuto quotandosi negli Stati Uniti.

Se volete investire in Prosus, la società opera con il ticker "PRX".

iQOption
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro