Borsainside.com

Fintech, Goldman Sachs rallenta i piani di un robo advisor

gs

Battuta d'arresto per il lancio del servizio di consulenza digitale mediante robot del colosso internazionale.

Stando a quanto emerge in queste ore, Goldman Sachs ha deciso di ritardare il lancio del suo servizio di robo advisor fino al 2021, come da dichiarazioni del Chief Operating Officer John Waldron. Non solo: l'azienda sta anche rallentando con i suoi piani di assunzione di consulenti finanziari, con un’evoluzione che è direttamente collegata al mutamento del mercato economico – finanziario in seguito all’impatto del nuovo coronavirus.

✅ AVATRADE: Trading in sicurezza e senza commissioni su +500 strumenti finanziari con con un broker regolamentato MiFID II. MT4/5, WebTrading e Mobile APP. — Prova con un conto Demo gratuito +100.000€ virtuali  >>

AVATRADE: Trading in sicurezza e senza commissioni su +500 strumenti finanziari con con un broker regolamentato MiFID II. MT4/5, WebTrading e Mobile APP. — Prova con un conto Demo gratuito +100.000€ virtuali  >>

Alcuni analisti sottolineano infatti come siano sempre di più le aziende (e evidentemente Goldman Sachs è annoverabile tra di esse) che temono che il lancio di questi servizi nel modo sbagliato possa apparire controproducente in uno scenario di crisi economica e sanitaria causata dal Covid-19. È anche per questo motivo che altre compagnie dello stesso settore hanno smesso di spingere i clienti a investire: stando alle riflessioni formulate da Aite Group, preoccupazioni simili sarebbero state determinanti nel frenare i piani di robo advisor di Goldman Sachs.

Ricordiamo che Goldman Sachs aveva annunciato a novembre di aver costruito un robo advisor e aveva poi precisato a gennaio il programma di rilasciarlo quest'anno. Poi, però, l’improvvisa battuta d’arresto, peraltro in un momento in cui – dati alla mano – i robo advisor stanno prosperando con buoni ritmi di sviluppo: è sempre Aite Group a sottolineare come nel primo trimestre le aperture di nuovi rapporti presso i robo advisor siano cresciute tra il 50% e il 300% rispetto al periodo precedente.

Più in generale, i gestori patrimoniali hanno riferito come i propri clienti durante la pandemia si sarebbero avvicinati in maniera molto più frequente agli investimenti: per UBS gli accessi alle piattaforme di investimento da parte dei propri clienti sarebbero cresciuti del 26% rispetto a dicembre mentre Fidelity Institutional ha segnalato che i nuovi conti sono cresciuti del 25% rispetto all'anno precedente, raggiungendo quota 100.000 unità nel primo trimestre.

Tuttavia, quanto sopra vale per i servizi già presenti sul mercato. Mentre il lancio e la promozione di nuovi servizi nello stesso settore potrebbero richiedere maggiore delicatezza e gradualità in questi tempi caratterizzati da condizioni senza precedenti.

In aggiunta a ciò, potrebbero anche esserci dei limiti di capacità “interna”, dato il cambiamento delle abitudini di lavoro. Come se quanto formulato nelle scorse righe non fosse sufficiente, per Scott Smith, direttore dei rapporti di consulenza di Cerulli Associates, le dimensioni e la reputazione di Goldman la rendono più aperta alle critiche.

Non è chiaro, ad ogni modo, se la decisione di Goldman sia un'eccezione o un segno di ulteriori ritardi. Vanguard ha ad esempio posto a disposizione del pubblico una versione pilota del suo robo advisor, mentre Wells Fargo ha scelto di abbassarne il prezzo per attirare più clienti.

©RIPRODUZIONE RISERVATA
Trading senza rischi, fondi virtuali di 100.000 Euro.

Miglior Broker Consigliato

etoro
Plus500

Reagisci alla volatilità dei mercati

Il sell-off del mercato globale continua con l'evolversi di una potenziale crisi finanziaria e occasioni di acquisto/entrata sui mercati finanziari.

Non perdere la tua prossima opportunità:

Usa i nostri strumenti e caratteristiche avanzate per acquisire il controllo del tuo conto:

PROVA GRATIS