etoro

N26, espansione internazionale a rischio a causa di problemi antiriciclaggio?

n26

In Germania N26 continua ad essere nel mirino della BaFin: ma quanto rischia davvero la banca tedesca?

N26, la mobile bank tedesca punta di diamante del fintech europeo, potrebbe vedere la propria espansione internazionale subire una battuta d’arresto. A riportare la notizia è il quotidiano locale Handelsblatt, secondo cui l’organo tedesco di supervisione dei mercati BaFin - dopo una serie di raccomandazioni – avrebbe intimato formalmente al top management di N26 di ricorrere al blocco della crescita delle attività nel caso in cui non vi fossero interventi immediati ed efficaci in attuazione degli adeguamenti regolamentari richiesti.




✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community, la funziona CopyTrader™ ti permette di copiare in automatico le strategie dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

Dal canto suo, la risposta di N26 non si è fatta attendere. La banca tedesca ha pubblicato un comunicat piuttosto articolato nel quale annuncia una serie di nomine per l’espansione del management e la creazione di nuove responsabilità che hanno come obiettivo quello di potenziare i controlli interni con l’arrivo di esperti finanziari in governance, risk e compliance.

A questo punto, la palla torna nel campo di BaFin. Non è infatti ancora chiaro se le nomine e la riorganizzazione interna di N26 siano sufficienti per soddisfare le richieste dell’organo di vigilanza. Il quotidiano Il Sole 24 Ore ha contattato un portavoce di BaFin che, però, non ha voluto confermare le notizie.

In ogni caso, non si tratterebbe di una clamorosa novità. Già due anni fa la stessa BaFin aveva riscontrato carenze nella compliance, nell’antiriciclaggio, nell’informatica e nella gestione dei contratti in outsourcing di N26, con carenze che lo stesso quotidiano economico finanziario rammenta non essere state completamente sanate nel biennio più recente, e che avrebbero dunque condotto l’organo di vigilanza a nominare, a maggio, un ispettore dedicato a supervisionare direttamente questa fintech che ambisce alla quotazione in Borsa.

Vedremo dunque che cosa accadrà in orbita N26. Quel che è certo è che la banca tedesca non vorrebbe certo trovare un nuovo ostacolo nella propria strada di sviluppo: dai 100 mila clienti nel 2016 agli oltre 7 milioni del 2021, la mobile bank non ha intenzione di fermarsi qui e, probabilmente, vorrà cooperare con la vigilanza per evitare ogni possibile intoppo.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

BDSWISS