Lotteria degli scontrini: l'estrazione mensile è già stata fissata per l'11 marzo 2021, ecco le novità

Lotteria degli scontrini: l'estrazione mensile è già stata fissata per l'11 marzo 2021, ecco le novità

La lotteria degli scontrini è partita ufficialmente il 1° febbraio 2021, ma per partecipare bisogna dimostrare di aver pagato cashless

Dopo tanti rinvii la lotteria degli scontrini è finalmente partita, ufficialmente avviata il 1° febbraio scorso, con la prima estrazione mensile fissata per il giorno 11 marzo 2021.

Un avvio che rischiava di slittare ulteriormente per via delle richieste delle associazioni di commercianti ed esercenti che chiedevano un ulteriore rinvio per avere più tempo per adeguare le tecnologie.

Confcommercio dal canto suo ha sottolineato quanto sia inutile pretendere ora dai commercianti uno sforzo per adeguare le tecnologie visto che al 20 dicembre scorso appena il 50% degli esercizi aveva aggiornato i registratori di cassa, e quindi solo una metà era effettivamente pronta alla lotteria degli scontrini.

Per partecipare alla lotteria si deve dimostrare di aver pagato cashless

È questa la principale novità che riguarda l'avvio della tanto attesa lotteria degli scontrini. D'altra parte il piano dell'esecutivo guidato da Giuseppe Conte era quello di ridurre quanto più possibile l'uso del denaro contante in ottica anti-evasione fiscale, ed anche la riffa di Stato contribuirà al consegimento di questo obiettivo.

Il regolamento della lotteria degli scontrini è stato varato da Dogane e Entrate, e stabilisce che il pagamento cashless deve essere sempre provato. In pratica se il Fisco non riceve dall'esercente i dati che dimostrano il pagamento del bene o servizio attraverso moneta elettronica, niente lotteria e niente premi.

In caso di vincita infatti il contribuente dovrà dimostrare di aver pagato con bancomat, carte di credito o altre forme di pagamento digitale. La prova può essere esibita anche attraverso gli estratti conto.

Lotteria degli scontrini: la prima estrazione sarà l'11 marzo 2021

Il periodo che va dal 1° febbraio fino al 10 marzo 2021 è quello durante il quale i contribuenti di fatto 'acquisiranno' i biglietti della riffa di Stato. Il giorno 11 marzo 2021 infatti si terrà l'estrazione con cui in palio verranno messi 10 premi da 100.000 euro per gli acquirenti e 10 premi da 20.000 euro per i venditori.

Questo per quel che riguarda la prima estrazione della lotteria degli scontrini, dopodiché, già a partire dal mese di giugno 2021, arriveranno le estrazioni settimanali, che prevedono la messa in palio di 15 premi da 25.000 euro per i consumatori e altri 15 premi di importo inferiore (15.000 euro) per i venditori.

La lotteria degli scontrini prevede anche un maxipremio annuale del valore di 5 milioni di euro per chi acquista, sempre a patto che il pagamento avvenga con sistemi cashless, mentre per i venditori il maxipremio annuale sarà di 1 milione di euro. Un ultimo particolare da evidenziare è che i premi in palio sono tutti esentasse.

Come fare a partecipare alla lotteria degli scontrini

Per prendere parte alla lotteria degli scontrini bisogna registrarsi sul "portale lotteria" visitando il sito web ufficiale del governo all'indirizzo www.lotteriadegliscontrini.gov.it, ed in questo modo si ottiene il codice lotteria.

Si tratta di un codice alfanumerico associato al codice fiscale del contribuente, che dovrà essere esibito all'atto dell'acquisto di beni o servizi. Potrà essere esibito sia in forma cartacea che dal proprio smartphone o tablet se si è provveduto a scaricare la versione digitale salvandola sul proprio dispositivo mobile.

Gli acquisti effettuati nell'ambito della lotteria degli scontrini restano coperti dalle norme sulla privacy, questo significa che non vengono registrate le tipologie di acquisti. Possono prendere parte alla lotteria solo i cittadini maggiorenni residenti in Italia.

Quali acquisti non sono ammessi per partecipare alla lotteria degli scontrini

Per partecipare alla lotteria degli scontrini comunque non tutte le tipologie di acquisti sono ammesse. Non valgono ad esempio gli acquisti per la propria attività artistica o professionale, ma c'è un elenco dettagliato di quali sono le altre esclusioni che si può trovare nella sezione delle Faq sul portale dedicato alla lotteria degli scontrini di cui abbiamo visto il link nel paragrafo precedente.

Accenniamo ora brevemente ad alcuni degli acquisti che non sono validi per partecipare alla lotteria degli scontrini. Non sono ammessi ad esempio gli acquisti online e quelli effettuati usando dei buoni pasto.

Sono altresì esclusi gli acquisti di beni per i quali viene riconosciuta una detrazione, gli acquisti come quelli per biglietti di cinema, teatri, mostre, quelli per spedizioni postali, rifornimento di carburante e parcheggi.

Per gli acquisti di questo tipo non è prevista la certificazione fiscale tramite memorizzazione e trasmissione telematica dei corrispettivi, operazioni che invece sono condizione imprescindibile per poter generare i biglietti validi per la lotteria degli scontrini.

Il biglietto per la lotteria degli scontrini non sarà altro che un ticket telematico generato dal sistema informatico gestito da Sogei per ogni singolo euro di acquisto fino ad un massimo di 1.000 euro. Non sono in ogni caso ammessi pagamenti frazionati. Ulteriori dettagli si possono trovare nell'apposita sezione delle Faq sul sito ufficiale della lotteria.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

Plus500

Reagisci alla volatilità dei mercati

Il sell-off del mercato globale continua con l'evolversi di una potenziale crisi finanziaria e occasioni di acquisto/entrata sui mercati finanziari.

Non perdere la tua prossima opportunità:

Usa i nostri strumenti e caratteristiche avanzate per acquisire il controllo del tuo conto:

PROVA GRATIS