Bonus matrimonio 2021: confermata l'agevolazione per imprese del wedding e coppie che si sposano

Bonus matrimonio 2021: confermata l'agevolazione per imprese del wedding e coppie che si sposano

Un emendamento al decreto Sostegni bis conferma il bonus matrimonio 2021, con agevolazioni per imprese della ristorazione collettiva e del wedding, e detrazioni per le famiglie

Nel suo iter di conversione in legge il decreto Sostegni bis sta subendo una serie di modifiche attraverso i vari emendamenti, ed uno di questi introduce il bonus Matrimonio 2021. Si tratta di agevolazioni destinate da una parte alle imprese che sono state maggiormente penalizzate dallo stop delle cerimonie tra cui battesimi, matrimoni e ricorrenze varie, e dall'altra alle coppie che si sposano quindi alle famiglie. 

L'obiettivo del bonus Matrimonio 2021 dovrebbe essere quello di aiutare a ripartire il settore della ristorazione e del wedding, che insieme ai settori del turismo e dello spettacolo sono i più danneggiati dalla politica di chiusure con cui in Italia si è deciso di gestire l'emergenza Coronavirus.

Attraverso il bonus Matrimonio si pensa quindi di poter trainare le suddette attività verso la ripartenza e al tempo stesso offrire una opportunità di risparmio alle famiglie spingendo così i consumi.

Alle famiglie attraverso il bonus matrimonio 2021 verranno riconosciute delle detrazioni fiscali, mentre alle imprese che risultano in possesso dei requisiti previsti dalla normativa spetteranno dei contributi a fondo perduto.

Bonus matrimonio 2021 per le imprese: a chi spetta e quali sono i requisiti

Il bonus Matrimonio 2021 può essere richiesto sia dalle imprese che dalle famiglie, ma viene erogato come abbiamo visto in forme diverse. In entrambi i casi è necessario, per poter accedere al beneficio, risultare in possesso dei requisiti previsti nel decreto, per conoscere maggiori dettagli sui quali in ogni caso sarà necessario attendere la conversione in legge.

Cominciamo dalle imprese che intendono richiedere il bonus Matrimonio. In questo caso l'agevolazione spetta sotto forma di contributo a fondo perduto per tutte quelle attività, in possesso dei requisiti che vedremo, che siano residenti o stabilite nel territorio dello Stato italiano. Queste imprese devono:

  • svolgere attività d'impresa, arte o professione, oppure produrre reddito agrario
  • essere impiegate, con relativo codice ATECO nel settore della ristoriazione collettiva o nel settore del wedding

Una volta che i requisiti risultano essere soddisfatti queste imprese possono accedere ad un contributo a fondo perduto il cui importo è pari al 30% della differenza tra il fatturato registrato nel corso del 2020 ed il fatturato del 2019.

Le imprese che sono state avviate o costituite nel 2019 o nel 2020 avranno accesso ad un contributo a fondo perduto di importo pari a 5.000 euro.

Come si fa per richiedere il contributo a fondo perduto previsto nell'ambito del bonus Matrimoni 2021? È necessario presentare regolare istanza cui dovrà essere allegata un'autocertificazione che attesti il calo di fatturato e il codice ATECO di appartenenza.

Bonus matrimonio 2021 per le famiglie: i requisiti

Il bonus Matrimonio 2021 come dicevamo spetta sia alle imprese che alle famiglie, vale a dire alle coppie che decidono di sposarsi alle quali l'agevolazione spetta sotto forma di detrazioni fiscali.

Gli sposi infatti potranno portare in detrazione alcune delle spese sostenute per il matrimonio e per i festeggiamenti a patto che siano regolarmente documentate. Le spese potranno essere portate in detrazione per gli anni 2021, 2022 e 2023 nella misura del 25% del totale fino ad un massimo di 25.000 euro.

La detrazione prevista nell'ambito del bonus Matrimonio 2021 sarà ripartita in 5 quota annuali dello stesso importo. Ma quali sono esattamente le spese per le quali si può usare il bonus e che quindi risulteranno detraibili in dichiarazione dei redditi? Si potranno portare in detrazione le spese sostenute per:

  • servizi di ristorazione e catering
  • affitto dei locali
  • servizio di wedding planner
  • addobbi floreali
  • abiti degli sposi
  • servizio fotografico
  • servizio di trucco e di acconciatura

Bonus matrimonio 2021 a parte, le coppie che si sposano hanno anche la possibilità di richiedere all'INPS il congedo matrimoniale, novità questa che era già stata introdotta prima del decreto Sostegni bis. In questo caso si parla del bonus sposi, che a determinate categorie di lavoratori riconosce un assegno da usare nei 30 giorni successivi alla data del matrimonio.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

Plus500

Reagisci alla volatilità dei mercati

Il sell-off del mercato globale continua con l'evolversi di una potenziale crisi finanziaria e occasioni di acquisto/entrata sui mercati finanziari.

Non perdere la tua prossima opportunità:

Usa i nostri strumenti e caratteristiche avanzate per acquisire il controllo del tuo conto:

PROVA GRATIS