Bonus Materassi 2023: quali sono i requisiti e come fare per richiederlo

Aggiornamento del

Il Bonus Materassi 2023 è un’agevolazione che rientra nel contesto più ampio del Bonus Mobili, incentivo per l’acquisto di arredi ed elettrodomestici. È importante precisare che non esiste un bonus specifico solo per i materassi, ma piuttosto si tratta di un beneficio incluso nel Bonus Mobili.

Per poter usufruire di questa agevolazione, è necessario soddisfare i requisiti che danno diritto al Bonus Mobili ed Elettrodomestici. L’agevolazione prevede una detrazione del 50% sulle spese sostenute, entro una soglia massima di 10.000 euro. Tuttavia, a partire dal 31 dicembre 2023, la soglia di spesa agevolata è stata ridotta a 8.000 euro.

Affinché sia possibile ottenere il Bonus Materassi, è fondamentale seguire le stesse regole del Bonus Mobili: è obbligatorio aver effettuato lavori di ristrutturazione. L’acquisto dei mobili, incluso il materasso, per cui si desidera beneficiare della detrazione, deve essere effettuato successivamente all’inizio degli interventi di ristrutturazione.

un letto con materasso scoperto in una stanza d'albergo

La detrazione può essere utilizzata esclusivamente attraverso la dichiarazione dei redditi, suddivisa in dieci quote annuali di pari importo. A differenza di altri bonus, come il Bonus Giardini, non è possibile optare per la cessione del credito o lo sconto in fattura.

Per quanto riguarda i beneficiari della detrazione del Bonus Materassi 2023, è importante sottolineare che spetta a coloro che hanno avviato i lavori di ristrutturazione dell’edificio.

È necessario che chi ha effettuato i pagamenti per i lavori di recupero del patrimonio edilizio sia lo stesso soggetto che richiede la detrazione. In caso di coniugi, se uno dei due paga i lavori di ristrutturazione e l’altro acquista gli arredi ed elettrodomestici, nessuno dei due può beneficiare della detrazione.

Tuttavia, non è obbligatorio che i mobili acquistati, compreso il materasso, siano destinati ad arredare l’abitazione in cui sono stati effettuati i lavori di ristrutturazione.

È possibile utilizzare il bonus anche per arredare un’unità immobiliare diversa, ad esempio nel caso in cui gli arredi siano destinati ad altri ambienti della casa o a una pertinenza dell’immobile, anche se quest’ultima è accatastata autonomamente.

Infine, per l’acquisto di materassi non è richiesta la comunicazione all’ENEA. Tale adempimento è invece necessario nel caso di acquisto di forni, frigoriferi, lavastoviglie, piani cottura elettrici, lavasciuga e lavatrici.

Il Bonus Materassi 2023 quindi è un’agevolazione compresa nel Bonus Mobili, che offre una detrazione del 50% sulle spese sostenute per l’acquisto di arredi ed elettrodomestici, inclusi i materassi. Tuttavia, per poter beneficiare del bonus, è necessario aver avviato i lavori di ristrutturazione e rispettare le regole e le soglie di spesa previste.

Rimani aggiornato con le ultime novità su investimenti e trading!

Telegram

Migliori Piattaforme di Trading

Deposito minimo 50$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui
* Avviso di rischio
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari
* Avviso di rischio

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.

Regolamentazione Trading