Disoccupazione Naspi 2023, a gennaio arrivano gli aumenti

Scritta e logo INPS su supporti dal design moderno

Ci sono delle novità che riguardano l’indennità di disoccupazione Naspi (Nuova Assicurazione Sociale Per l’Impiego), che a partire dal mese di gennaio 2023 sarà riconosciuta con importi leggermente incrementati.

Ci saranno infatti degli aumenti della Naspi a partire dal prossimo anno, e saranno legati in particolare all’adeguamento all’inflazione. Si tratta indubbiamente di una buona notizia per tutti coloro che percepiscono questo sussidio, che di fatto potranno beneficiare di aumenti simili a quelli previsti per i pensionati.

Nel caso delle pensioni, come abbiamo visto in questo articolo, gli aumenti saranno sulla base di quote maggiori per chi percepisce un assegno particolarmente basso (pensioni minime,) e sulla base di quote ridotte per chi invece percepisce un assegno previdenziale più volte superiore a quello minimo.

Nel caso dei beneficiari di disoccupazione Naspi non sono previste maggiorazioni ulteriori dell’assegno riconosciuto dall’Inps, che risulterà incrementato del 100% del 7,3% stabilito sulla base del tasso d’inflazione toccato intorno a metà 2022 (ora ha raggiunto il 12%).

Aumento della Naspi 2023, a chi spetta e perché

Per le famiglie italiane in cui vi sono dei beneficiari dell’indennità di disoccupazione Naspi ci sono delle interessanti novità in arrivo, che riguardano l’aumento dell’assegno erogato mensilmente.

A partire dal mese di gennaio infatti chi percepisce la Naspi potrà ricevere importi maggiorati. Ricordiamo che la Naspi è stata introdotta con decreto legislativo del 4 marzo 2015, numero 22, e prevede il riconoscimento di una prestazione a carattere temporaneo (durata massima 2 anni) destinata a coloro che hanno perso il lavoro per cause non dipendenti dalla propria volontà.

Possono quindi richiedere la Naspi coloro che avevano un contratto di lavoro subordinato, compresi gli apprendisti ed il personale del comparto artistico, ma anche i dipendenti delle pubbliche amministrazioni, e i soci di cooperative con rapporto di lavoro subordinato.

Ma veniamo alle novità sulla Naspi e in particolare all’aumento dell’importo a partire dal mese di gennaio 2023. Gli aumenti sono legati alla rivalutazione annuale per l’adeguamento al costo della vita, con una quota calcolata nel 7,3%, cioè la stessa percentuale di base che si applica per gli aumenti delle pensioni.

In questo caso però insieme all’aumento cambiano anche le soglie Naspi per ricevere l’indennità di disoccupazione. Infatti si passa da 1.250,87 a 1.342,18 euro, con la cifra massima che passa da 1.360,77 a 1.460,10 euro.

Rimani aggiornato con guide e iniziative esclusive per gli iscritti!

Telegram

Migliori Broker Trading

Deposito minimo 50$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100€
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100$
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari
* Avviso di rischio

Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

Le ultime news su Fisco

Copia dai migliori traders

Trading senza commissioni

Trading senza commissioni

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.