Via libera al bonus 300 euro connessione internet veloce. Ecco a chi spetta

bottone tastiera fluorescente con scritta bonus

Si tratta di una misura che è stata a lungo attesa dai contribuenti italiani, in particolare da quelli che sono interessati a dotarsi di una connessione internet più veloce, in quanto grazie a quest’agevolazione potranno beneficiare di un ricco sconto.

Arriva finalmente il via libera da Bruxelles al bonus internet veloce da 300 euro, che permette di ottenere uno sconto sulla stipula di un contratto per la connessione internet, e si colloca subito dopo il bonus Pc da 500 euro nell’ambito di quel processo di digitalizzazione su cui il governo di Mario Draghi sta investendo con convinzione.

Bonus internet veloce, a chi spetta e quali sono i requisiti

Visto che è ormai arrivato il via libera al bonus internet veloce, cerchiamo di capire qual è la platea cui si rivolge questa agevolazione, e quali sono i requisiti da soddisfare per avervi accesso.

Diciamo prima di tutto che si tratta di una misura che era stata inserita nella Legge di Bilancio 2022, rimasta per molti mesi in attesa del via libera ufficiale per la sua entrata in vigore, via libera che è arrivato proprio in queste ultime settimane.

il bonus internet veloce rappresenta la fase due del programma di digitalizzazione del governo, e nell’ambito di questo programma viene assegnata importanza prioritaria all’obiettivo di fornire a privati cittadini e imprese tutti gli strumenti che consentano loro di compiere questo passaggio.

Alle imprese infatti era stato destinato il bonus da 2.500 euro, mentre per i privati cittadini il bonus internet sarà dell’importo massimo di 300 euro. Inoltre vi era un bonus Pc da 500 euro ormai decaduto che poteva essere richiesto da quei nuclei familiari con Isee al di sotto di una certa soglia.

In particolare questo bonus permetteva di ottenere un voucher di spesa da 500 euro che poteva essere speso per l’acquisto di Pc, laptop e tablet, ed era destinato a famiglie con Isee basso. Invece il bonus da 300 euro per la connessione internet veloce si prefigge l’obiettivo di fornire ai cittadini una maggiore velocità di navigazione internet, infatti può essere utilizzato solo per stipulare un contratto per una connessione internet di almeno 30 Mbps in download.

Non vi sono quindi particolari requisiti da soddisfare per accedere a questa agevolazione, molto dipende infatti dalla tipologia di contratto che si va a stipulare, a cominciare dalla velocità minima di navigazione garantita. Non si tratta però dell’unico aspetto, perché per usare il bonus internet veloce da 300 euro bisogna stipulare un contratto la cui durata sia almeno di 24 mesi.

Quali sono gli importi del bonus e come si applica

Il bonus internet veloce, come accennato, permette di ottenere fino a 300 euro di sconto per la sottoscrizione di un contratto per la fornitura di servizi internet con velocità in download minima garantita di almeno 30 Mbps. La velocità di download deve inoltre risultare maggiore rispetto a quella assicurata da un eventuale precedente contratto, e la durata del nuovo contratto deve essere di almeno 24 mesi.

Per quel che riguarda gli importi però, ricordiamo che il bonus si applica in percentuale, e non permette di azzerare il costo per la sottoscrizione del nuovo contratto. Stando a quanto la stessa società Infratel ha spiegato, l’agevolazione va a coprire il 50% delle spese legate al nuovo contratto di connessione internet.

Quando si può richiedere il bonus internet veloce da 300 euro

Quanto alle tempistiche, diciamo prima di tutto che dopo la decisione dell’Ue di avallare l’iniziativa dell’agevolazione, prima che il bonus diventi effettivo è necessario attendere che sia pubblicato il decreto attuativo da parte del ministero dell’Economia e delle Finanze.

Così pure per quanto riguarda le modalità per richiedere il bonus, è necessario attendere il decreto attuativo. Ricordiamo che il 31 maggio scorso si sono concluse le consultazioni pubbliche rivolte ai cittadini interessati ad esprimere la propria opinione circa l’agevolazione, quindi molti dettagli sono ancora da definire e si attendono le risposte del ministero del Tesoro.

Circa le modalità per l’utilizzo del bonus comunque si ritiene che lo sconto previsto, pari al 50% della spesa complessiva prevista dal nuovo contratto per la fornitura di servizi internet fino ad un massimo di 300 euro, si vada ad applicare direttamente al momento della sottoscrizione dello stesso, con l’applicazione dello sconto sulla tariffa e quindi su ciascun addebito mensile previsto.

Migliori Broker Trading

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
AvaTRade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
3
FP Markets
Deposito minimo
100 AUD
Il nostro punteggio
9
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
4
Dukascopy
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Le ultime news su Fisco

Inizia a fare trade con Avatrade X

Avviso di rischio - Il 78% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.