Segnali di Trading: come funzionano e come sfruttarli al meglio

I segnali di trading sono uno degli strumenti di “supporto” degli investimenti più amati dai trader, che da loro attendono dei “suggerimenti” informativi su come aprire e chiudere le posizioni. Ma come funzionano realmente i segnali di trading? E come possiamo sfruttarli al meglio?

Come funzionano i segnali di trading

Prima di comprendere come sfruttare i segnali di trading, può essere utile compiere un piccolo passo introduttivo e domandarsi in che modo funzionano.

Ebbene, come probabilmente già sapete, l’obiettivo dei segnali di trading è quello di sostenere il trader nella sua attività di investimento finanziario, fornendo “consigli”, o “indicazioni” che di volta in volta potrebbero essere sfruttati per poter individuare quale asset scegliere, quando aprire la posizione, che direzione di prezzo prevedere.

A erogare i segnali di trading possono essere appositi fornitori di servizi, generalmente mediante l’uso di algoritmi, oppure delle persone fisiche, come un trader professionista. In entrambi i casi, possiamo trovare un punto in comune: algoritmo e trader analizzeranno il mercato e ciò che avviene al suo interno, per poter tradurre il patrimonio informativo in segnale e comunicarlo all’investitore.

Come si ricevono i segnali di trading

Generalmente il fornitore di segnali (che, come abbiamo visto, può essere una società di analisi o un trader professionista) li invia mediante email o SMS, mediante app per smartphone / tablet o nel feed della piattaforma di trading del broker che sta erogando il segnale.

Una volta che il trader riceve il segnale potrà scegliere cosa fare nella maniera più tempestiva possibile. Il segnale di trading ha infatti di norma una validità piuttosto breve e, dunque, il suo comportamento deve essere praticamente istantaneo.

Tenete tuttavia conto che alcuni broker sono in grado di inviare segnali automatizzati, previo naturalmente accordo con il trader. Significa che il segnale sarà automaticamente convertito in operatività: in altri termini, il software che elabora i segnali di trading li comunica alla piattaforma di trading e li traduce nell’apertura / chiusura di specifiche posizioni.

Quanto sono affidabili i segnali di trading

Un tema centrale nell’utilizzo dei segnali di trading è legato alla loro affidabilità. Ovvero: i segnali di trading servono veramente? Oppure non conviene utilizzarli? Quante volte “prevedono” correttamente quel che avverrà?

La prima cosa che dovete tenere in debita valutazione è che non esiste un servizio che possa promettervi un livello di affidabilità che possa lontanamente avvicinarsi al 100%. Dunque, state alla larga da tutti quei fornitori di segnali di trading che vogliono vendervi il “segreto” per diventare ricchi!

In secondo luogo, ricordate che per poter valutare il fornitore di segnali di trading, occorre avere un po’ di pazienza. Valutare la bontà di un servizio su base giornaliera o settimanale è sbagliato, considerato che i risultati possono essere inficiati da una serie particolarmente “fortunata” o “sfortunata”. Meglio invece testare i fornitori di segnali di trading sul lungo termine, dichiarandosi ben lieti nel caso in cui abbiate l’opportunità di imbattervi in un fornitore con un grado di previsioni corrette del 60-65%.

Segnali di trading automatico

I segnali di trading vengono spesso considerati alla stregua del trading automatico. In realtà la sovrapposizione tra i due campi è del tutto impropria. Infatti i segnali di trading si possono al massimo considerare un’alternativa al trading automatico ma non certamente la stessa cosa!

Chi usa i due concetti come sinonimi o è poco informato oppure ha un suo tornaconto. Il motivo per cui facciamo questa affermazione è semplice. Il trading online è di per sè un’attività rischiosa. Utilizzare i segnali di trading significa ridurre il rischio ma non può assolutamente significare una cancellazione dello stesso.

Chi parla di trading automatico lo fa con un obiettivo ben preciso: far passare il messaggio che essendo la strategia implementata da un software, allora i segnali che il trader riceve sono per forza di cose destinati a portare ad un profitto. In realtà non è affatto così e non sta scritto da nessuna parte che il trading automatico faccia solo guadagnare. Sarà sempre compito del trader verificare i segnali ricevuti, valutarli e decidere se seguirli o meno. Nel trading automatico attraverso software questa discrezionalità si perde e dal nostro punto di vista ciò non è un bene.

Segnali di trading manuali

Al polo opposto dei segnali di trading automatico si collocano i segnali di trading manuali. Vediamo in questo paragrafo di cosa si tratta. Tanto per iniziare, come già accennato in precedenza, i segnali ricevuto devono essere sempre verificati e approfonditi. Questo compito spetta al trader che è chiamato a comprendere se i segnali ricevuti sono interessati o se sono da ignorare. Proprio questa operazione determina la manualità dei segnali nel senso che la verifica avviene a mano.

Già, ma in che modo? Anzitutto è bene chiarire che non esiste un metodo universalmente valido per gestire i segnali di trading. Ogni trader ha la sua ricetta manuale.

In base alla nostra esperienza come investitori abbiamo maturato una procedura operativa che si basa su 5 punti. Ecco quali sono:

  1. Segui sempre i segnali di trading che sono offerti dal tuo broker e solo da lui (questo consiglio vale soprattutto se sei un investitore alle prime armi)
  2. Valuta attentamente i segnali trading che ricevi: ci sono i segnali Forex e i segnali CFD per mercati diversi da quello delle valute (materie prime, azioni, indici, etc)
  3. Lascia perdere i segnali di trading automatici di cui abbiamo parlato in precedenza (essi sono solo uno specchietto per le allodole dietro cui si nasconde il trading automatico gestito da software che tu non puoi valutare/controllare
  4. Verifica sempre che i segnali che stai ricevendo sia real time (nel mondo della borsa tutto cambia rapidamente e non c’è cosa peggiore che non essere sul pezzo)
  5. Evita di seguire i segnali di trading se noti che il sentiment del mercato è cambiato

Considerando nel loro insieme i 5 punti che abbiamo suggerito, possiamo arrivare ad una conclusione precisa: i segnali di trading manuali sono solo un aiuto, è impensabile che si possano sostituire al trader. Per questo motivo abbiamo manifestato così tante riserve per il trading automatico.

Segnali di trading gratis esistono? Vantaggi VS svantaggi

Esistono davvero i segnali di trading gratis? La risposta è affermativa. Come dice la stessa denominazione si tratta di segnali di trading gratuiti. Le opinioni di chi li ha provati sono tendenzialmente positive ma il discorso cambia se si scende più nel dettaglio analizzando l’identità dell’emittente. Solitamente i segnali di trading gratuiti migliori sono quelli offerti dai broker autorizzati e conosciuti. I segnali che arrivano da broker poco noti, consigliamo di evitarli. I segnali gratuiti originati da piattaforme che non sono neppure autorizzate sono invece da evitare.

Il vantaggio dei segnali di trading gratis diffusi da broker noti è che essi hanno un elevato profilo di affidabilità e costo zero.

Attenzione perchè non tutti i programmi che sono utilizzati per lanciare segnali di trading automatico funzionano in modo simile. Tutto dipende dal software che viene usato che a sua volta è frutto della bravura di chi si è occupato della programmazione.

Social Trading di eToro

comprare%20criptovalute%20eToro

Il Social trading di eToro non è un vero e proprio sistema di segnali di trading, ma potrebbe aiutarti a capire come sta andando il mercato e a fare una strategia di trading migliore.

La piattaforma di eToro è un vero e proprio social network, ogni utente ha infatti una bacheca che può rendere pubblica. Pubblici saranno anche i risultati ottenuti e quelli in corso, così gli altri trader possono farsi un’idea della competenza di quella persona.

È possibile iniziare discussioni su ogni tipo di asset e commentare insieme agli altri trader la direzione del mercato. Vuoi saperne di più? Leggi il nostro approfondimento qui >>> Social trading: cosa è e come funziona il copy trading eToro

Se sei interessato anche tu a vivere questa esperienza di trading sociale potresti valutare l’idea di aprire un conto demo su eToro. Oggi lo puoi fare gratis! Come? Clicca sul seguente link e segui le istruzioni, in poco tempo potrai già iniziare a testare senza rischi la piattaforma di eToro!

>>>Apri un conto demo eToro: è gratuito!

Migliori Broker Trading

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
AvaTRade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
3
FP Markets
Deposito minimo
100 AUD
Il nostro punteggio
9
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
4
Dukascopy
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Le ultime news su Forex

Inizia a fare trade con Avatrade X

Avviso di rischio - Il 78% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.