Analisi Forex: EUR/USD resta contrastato, barriera a 1,1770 è chiave per trading

Analisi Forex: EUR/USD resta contrastato, barriera a 1,1770 è chiave per trading
© Shutterstock

Il cambio Euro Dollaro si consolida oggi sopra quota 1,17 ma la situazione grafica continua ad essere contrastata

CONDIVIDI

Il cambio Euro Dollaro non sembra riuscire ad imboccare un trend ben definito. Lunedì scorso il cross EUR/USD ha messo a segno un repentino recupero riuscendo a riagganciare il livello collocato tra 1,17 e 1,1710. Il rimbalzo ha permesso di recuperare dal ribasso registrato alla fine della scorsa settimana ma, nonostante questo, la situazione tecnica di breve periodo continua ad essere molto ontrastata. Dal punto di vista operativo il cross EUR/USD non sembra avere le qualità e le caratteristiche per riuscire ad imboccare con decisione un trend di tipo rialzista. Solo se dovesse essere superata la barriera collocata a ridosso di 1,1770, si potrebbe quindi parlare di attivazione di un trend rialzista per il cambio Euro Dollaro. L'analisi tecnica, indispensabile per chi opera con il Forex Trading, non è molto clemente. Sotto un punto di vista prettamente grafico, infatti, solo con il breakout della resistenza posta in area 1,1840-1,1850, ci potrebbe essere l'attivazione di una inversione di tendenza rialzista per la coppia Euro Dollaro. 

L'andamento di oggi del cross EUR/USD stupisce se si considerano i tanti stimoli (potenziali) che il Forex ha avuto. Questa mattina, infatti, sono stati pubblicati molti dati macro (market mover) ma il cross EUR/USD si è limitato ad incrementare il rialzo registrato già ieri collocandosi in area 1,1721 quindi, ancora una volta, schiacciato sotto la resistenza collocata a 1,1770. 

Tra i dati macro diffusi questa mattina la stima flash preliminare sul Pil dell'Eurozona e l'inflazione dell'area Euro. Nello specifico delle singole voci, l'Eurostat, l'ufficio statistico del Unione Europea, ha reso noto che nel secondo trimestre del 2018, il Prodotto Interno Lordo dell'area Euro ha segnato un aumento dello 0,3% mentre per l'intera Ue a 28 è aumentato dello 0,4%. Rispetto al corrispondente trimestre del 2017 gli aumenti sono stati pari, rispettivamente, a un +2,1% e a un +2,2%. L'indicatore è risultato inferiore rispetto al consensus degli analisti sia a livello di trimestre che a livello annuale. Variazione positiva per l'inflazione dell'area Euro che nel mese di luglio ha registrato un aumento del 2,1% su base annua (stima preliminare), in linea con quello che era stato previsto dagli analisti. Variazione positiva anche per l'inflazione core preliminare che a giugno ha segnato una progressione del 1,1% su base annua contro il +1,2% delle stime. A completare il quadro macro, c'è poi il tasso di disoccupazione dell'Eurozona che a giugno è stato pari al 8,3%. Il market mover è stato in linea con le attese degli analisti e con le indicazioni di maggio.

Pil, inflazione e tasso di disoccupazione, comunque, non impattano in modo marcato e significativo sull'andamento del cambio Euro Dollaro. Per questo motivo non è escluso che invece di un trend rialzista possa esserci un ritorno su livelli più contenuti. Tornano all'analisi tecnica Forex EUR/USD, nel caso di discesa del cross sotto quota 1,1570, di potrebbe aprire la strada per un ulteriore ribasso fino a 1,15. Nel caso di concretizzazione di questa prospettiva, il cambio Euro Dollaro potrebbe scendere ulterioremente anche sotto questi livelli. 

logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro