Cambio Euro Dollaro poco mosso, yen cede su dati deludenti

L’ultima settimana del mese di marzo si è conclusa con una condizione di bassa volatilità, con l’indice del dollaro statunitense quasi stabile, sebbene in rialzo rispetto alla settimana precedente, e correlazione con VIX positiva. L’euro è rimasto poco mosso contro la valuta verde, a quota 1,1235, dopo la correzione di inizio scorsa settimana, e in linea con la media mobile a 20 giorni: la stabilità non deve però trarre in inganno, perché il caso Brexit e eventuali nuovi dati di rallentamento economico dell’area potrebbero fornire spunti all’indebolimento della valuta europea.

Sicuramente più vasto il movimento dello yen, che ha ceduto lo 0,4% tra la giornata di venerdì e l’apertura di questa mattina, principalmente per effetto della deludente indagine Tankan del mese di marzo, che registra una debolezza più ampia delle attese nel settore manifatturiero.

L’indice delle grandi imprese manifatturiere cala a 12 punti rispetto ai 19 punti del mese di dicembre, mentre l’indice delle aspettative a 3 mesi corregge a 8 punti, contro i 15 del mese di dicembre, indicando un netto deterioramento delle panoramiche di settore. Con tali dati, pertanto, il Giappone sembra mostrare chiari segnali di indebolimento per le attività del primo trimestre, in buona parte attribuibile alla flessione export verso la Cina.

Tornando in Europa, e in particolar modo alla Brexit, oggi tra le ore 18 e le ore 20 si terrà un nuovo dibattito parlamentare sulle opzioni alternative per il recesso dall’UE, con voto previsto tra le 20 e le 20.30. In tale occasione sono stati presentati 8 emendamenti, che rappresentano un ampio spettro di opzioni (dalla revoca della domanda all’uscita senza accordo il 12 aprile). Ricordiamo che il precedente tentativo si era concluso senza alcuna maggioranza, ma con molte astensioni su alcune delle opzioni più popolari, come ad esempio quella sull’unione doganale.

Rammentiamo altresì come il governo non abbia alcun un obbligo legale di applicare eventuali deliberazioni della Camera, ma ovviamente se emergesse una chiara maggioranza a favore di una delle opzioni, sarebbe politicamente difficile ignorarla. Intanto, l’UE ha convocato una riunione straordinaria del Consiglio Europeo il 10 aprile, in occasione della quale si analizzerà se il governo britannico sarà o meno in grado di presentare una richiesta motivata di proroga.

Migliori Broker Trading

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
AvaTRade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
3
FP Markets
Deposito minimo
100 AUD
Il nostro punteggio
9
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
4
Dukascopy
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Le ultime news su Forex

Inizia a fare trade con Avatrade X

Avviso di rischio - Il 67-77% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.