Cambio euro dollaro, per gli analisti policy monetarie sempre più centrali

eur usd

La policy monetaria delle banche centrali sarà sempre più cruciale in questa estate.

CONDIVIDI

Gli analisti di Wells Fargo hanno recentemente sottolineato che gli investitori nelle prossime settimane farebbero bene a tenere d’occhio quel che avverrà sulla scena politica monetaria statunitense, con il presidente Powell che parlerà nel consueto evento semestrale e con la Fed che pubblicherà il verbale del suo ultimo meeting FOMC.

Conto Demo gratuito per provare il trading online ?  – Il broker 24Option sponsor della Juventus FC offre conto demo gratuito e illimitato, puoi investire e guadagnare da casa con un PC o Smartphone con la massima comodità e senza rischio di perdere soldi… Vai al sito >>

Conto Demo gratuito per provare il trading online ?  – Il broker 24Option sponsor della Juventus FC offre conto demo gratuito e illimitato, puoi investire e guadagnare da casa con un PC o Smartphone con la massima comodità e senza rischio di perdere soldi… Vai al sito >>

In particolare, l’attesa sarà per le dichiarazioni del presidente Powell, che rilascerà la sua testimonianza semestrale davanti alla Commissione per i servizi finanziari della Camera mercoledì e alla Commissione bancaria del Senato giovedì. Inoltre, il verbale della riunione del FOMC di giugno sarà pubblicato nella stessa giornata di mercoledì, rendendo dunque le prossime due giornate cruciali per farsi una migliore idea di quel che potrebbe accadere nella policy monetaria USA.

Mantenendo i tassi invariati a giugno – affermano infatti gli analisti Wells Fargo - la Fed ha in sostanza chiaramente cambiato atteggiamento, e ha indicato di essere pronta ad allentare la politica monetaria ai prossimi meeting a causa della maggiore incertezza sulle prospettive.

È probabile che il presidente Powell possa ribadire tali preoccupazioni al Congresso, mantenendo così la porta aperta ad un taglio dei tassi in occasione della riunione del FOMC di luglio. Per quanto riguarda i verbali della riunione, l'interesse sarà elevato per ogni ulteriore dettaglio sul bilancio.

A porsi gli stessi interrogativi sono anche gli analisti di CIBC, che ricordano come i dati sull'economia statunitense suggeriscano che la crescita sta rallentando, ma non si sta certamente arrestando. Dunque, gli osservatori si domandano perché si sia formato un consenso così forte sulla necessità di tagli dei tassi della Federal Reserve, rispondendo che probabilmente non si sta guardando al presente, ma al futuro.

Di fatti, i dati d'indagine come quelli di PMI hanno mostrato una condizione di debolezza negli ultimi mesi, e anche i richiami all’incertezza nel Beige Book della Fed hanno tenuto buon banco. I banchieri centrali stanno dunque cercando di alleviare le condizioni monetarie quanto basta per impedire che qualsiasi pessimismo nella comunità imprenditoriale possa scaturire in una vera e propria recessione.

iQOption
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro