Forex trading, i market mover della settimana 2 -6 dicembre 2019

Nuova settimana di market mover per tutti i nostri lettori interessati al Forex trading. Gli appuntamenti sono davvero numerose (usciranno molti principali dati di novembre) e vale dunque la pena cercare di fare il punto, come nostra abitudine, giorno per giorno.

Lunedì 2 dicembre 2019

Come sempre, cominciamo da oggi e, in particolar modo, dall’area euro. Qui uscirà il PMI manifatturiero, che dovrebbe essere confermato a quota 46.6, in rialzo su ottobre, mentre in Italia il dato dovrebbe mostrare un lieve recupero a 47.9, contro i 47.7 di ottobre.

Negli USA il PMI manifatturiero a novembre è visto in rialzo a 49.7, contro i 48.3 di ottobre, mentre la spesa per le costruzioni a ottobre dovrebbe crescere di mezzo punto percentuale su settembre. Il dato sulle vendite di auto dovrebbe mostrare una tiepida accelerazione, con aumento a 16.8 mln di unità annualizzate, contro le 16.55 di ottobre.

Martedì 3 dicembre 2019

Nella giornata di martedì non c’è alcun dato di particolare rilievo in uscita.

Mercoledì 4 dicembre 2019

In area euro il dato finale del PMI dei servizi dovrebbe essere confermato in flessione a 51.5 punti a novembre, mentre il dato in Italia mostrerà presumibilmente un rallentamento intorno a 52 punti, contro i 52.2 punti precedenti.

Negli USA, la stima ADP dei nuovi occupati non agricoli privati è attesa a 138 mila unità, in accelerazione rispetto a 125 mila unità di ottobre. L’ISM non manifatturiero a dicembre dovrebbe invece stabilizzarsi a 54.2 punti, contro i 54.7 di ottobre.

Giovedì 5 dicembre 2019

Tanti dati in uscita in area euro. A livello aggregato la stima finale del PIL dovrebbe confermare + 0.2% t/t e 1,2% a/a. L’occupazione dovrebbe invece essere cresciuta di 0,2% t/t. Per quanto attiene i dati nazionali, il più importante è quello sui nuovi ordinativi all’industria manifatturiera, cresciuti per il secondo mese di fila a + 0,5% m/m.

Negli USA, focus sul deficit della bilancia commerciale, che a ottobre potrebbe aver chiuso a – 49,2 miliardi di dollari, contro i precedenti – 52,5 miliardi di dollari.

Venerdì 6 dicembre 2019

Chiudiamo quindi con la giornata di venerdì. Qui diversi dati nazionali in uscita in area euro, con il più importante di essi che sarà rappresentato dalla produzione industriale tedesca, cresciuta probabilmente di 0,1% m/m ad ottobre.

Negli USA l’attenzione sarà sull’employment report di novembre, previsto positivo, con ripresa della dinamica occupazionale (a ottobre penalizzata dallo sciopero GM). La fiducia dei consumatori, rilevata come sempre dall’Università del Michigan, a dicembre dovrebbe essere in marginale correzione a 96.5 punti, contro i 96.8 punti di novembre.

Migliori Broker Trading

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
AvaTRade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
3
FP Markets
Deposito minimo
100 AUD
Il nostro punteggio
9
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
4
Dukascopy
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Le ultime news su Forex

Inizia a fare trade con Avatrade X

Avviso di rischio - Il 78% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.