Debito USA, crescita sempre più rapida rispetto al PIL

I dati del PIL statunitense usciti la scorsa settimana hanno generato qualche valutazione in chiaro-scuro da parte degli analisti, che sottolineano come il debito nazionale lordo sia cresciuto molto più rapidamente della crescita del PIL.

Di fatti, come osservava in una recente nota Giuseppe Pascarella, esperto di mercato azionario USA, nel quarto trimestre l’economia ha registrato un PIL “reale” corretto sull’inflazione del 2,1% rispetto al terzo trimestre, con una crescita totale del PIL reale per tutto il 2019 al 2,3%.

Intanto, le spese del governo federale nel quarto trimestre sono aumentate ad un tasso annuo del 3.6%, superiore alle attese degli analisti, conducendo l’aumento delle spese federali, su base annua, al 3.5%.

Sempre in termini macroeconomici, la spesa per consumi, che negli USA pesa per quasi il 70% del PIL, è cresciuta ad un tasso annuale dell’1,8% nel quarto trimestre, e per l’intero 2019 del 2,6%.

PIL e dollaro

L’esperto ricorda nella sua nota come il PIL misura l’economia in termini di dollari spesi o investiti da consumatori, imprese e governi in un determinato periodo di tempo.

Tuttavia, prosegue Pascarella, il PIL misura il flusso di dollari fino ad un certo punto, considerato che non include la provenienza dei dollari investiti o spesi, ignorando l’effetto dell’incremento del debito.

Proprio sotto tale profilo di analisi, giova sottolineare come nel 2019 la spesa del governo federale, che è entrata direttamente nei calcoli del PIL, sia cresciuta del 3,5%, mentre la spesa per la difesa del 4,9%. Il debito nazionale lordo degli Stati Uniti è salito di 1,23 trilioni di dollari nell’anno solare 2019, a 23,2 trilioni di dollari.

Tuttavia, il PIL ha mostrato una crescita di 849 miliardi di dollari e la divergenza che ne consegue è determinata dal fatto che il governo USA non riesce a incassare quanto spende. Una situazione non nuova, che perdura dal 2008,

Intanto, nel 2019 il rapporto tra debito nazionale lordo degli Stati Uniti e PIL è salito al 108%, rispetto al 63% nel 2006 alla vigilia della grave crisi finanziaria iniziata nella seconda metà dello scorso decennio. Un’evoluzione che preoccupa più la Fed che Washington: mentre Powell sostiene che la crescita del debito su questi livelli non è sostenibile, Trump non sempre preoccuparsene. Cosa succederà?

Migliori Broker Trading

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
AvaTRade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
3
FP Markets
Deposito minimo
100 AUD
Il nostro punteggio
9
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
4
Dukascopy
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Le ultime news su Forex

Inizia a fare trade con Avatrade X

Avviso di rischio - Il 78% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.