Economia reale russa ad un passo da un pericolo baratro dopo che la Banca Centrale della Russia ha deciso di incrementare il tasso di interesse principale dal precedente 9,5% al 20%. Secondo molti analisti internazionali la mossa potrebbe avere un impatto durissimo sulla liquidità disponibile nel Paese.

La decisione della Banca Centrale Russa è da intendersi come un tampone deciso per arginare il panic selling che da 5 giorni sta mandando a picco il Rublo. L’andamento della valuta russa sul Forex è infatti un disastro e le prospettive, se il quadro complessivo delle sanzioni contro Mosca dovesse essere confermato, è ancora peggio.

Il cambio Rublo Dollaro è già crollato del 30 per cento nel trading off-shore contro il Biglietto Verde. Non vanno meglio i cambi tra Rublo e Sterlina e tra Rublo e Euro. Al di là degli specifici numeri, è evidente che ci sia un crisi totale di fiducia nei confronti della divisa russa. 

Vuoi fare trading sul Forex in questa fase? Apri un conto demo eToro e impara e fare pratica senza rischio con la demo gratuita (qui il sito ufficiale)

Il crollo del Rublo scenario inevitabile alla luce delle crescente restrizioni dell’Occidente nei confronti di Mosca. La verità è che più aumenta l’isolamento economico e finanziario della Russia da parte di Europa e Usa, più il Rublo va allo sbaraglio. Il nuovo sell-off, in particolare, è un chiaro effetto delle ultime sanzioni imposte a Mosca e riguardanti l’esclusione di alcune banche russe dal sistema di pagamenti internazionale Swift e l’introduzione di forti limitazioni ai movimenti finanziari di alcuni oligarchi russi della Duma.

Una situazione difficilissima che oltre ad aprire la porta al baratro economico di una Russia già in forte difficoltà a seguito della pessima gestione della pandenia di covid19, potrebbe, dal punto di vista geopolitico, spingere Mosca definitivamente nelle braccia della Cina. Pechino, infatti, è il grande beneficiario di tutta la situazione che si è venuta a creare. 

Crolla il Rublo e vola il Dollaro

Mentre il Rublo russo è in caduta libera oramai da 5 giorni, il Dollaro americano è salito tantissimo nel trading asiatico, tornando a svolgere la sua naturale funzione di bene rifugio nelle fasi di difficoltà.

L’indice del Dollaro (Dollar Index)  salito dello 0,7 per cento la scorsa settimana. Il cambio Euro Dollaro ha invece segnato un ribasso dello 0,9 per cento oggi a 1,1170. Secondo gli analisti il calo dell’Euro non deve essere però drammatizzato poichè è necessario che ci sia una discesa fino a 1,11 per poter vedere un maggiore sell-off.

In quanto bene rifugio anche lo Yen giapponese ha registrato forti afflussi negli ultimi giorni. USD/JPY è fermo a 115,50 mentre il cambio GBP/USD è sceso dello 0,40 per cento fino a 1,3360.

Ricordiamo che per investire sulle valute rifugio è possibile operare con i Contratti per Differenza. Scegliendo un broker autorizzato come eToro si può fare trading su tantissime coppie di valute da una sola piattaforma. In più eToro mette anche a disposizione la demo gratuita da 100 mila euro virtuali per imparare a fare pratica senza correre il rischio di perdere soldi veri. 

Clicca qui per aprire un conto demo eToro e fare trading sul Forex attraverso i CFD, è gratis

Sempre restando sul Forex, i cross USD/CNY e USD/CNH restano invariati a 3,3150 dopo che la PBOC si è impegnata a limitare la volatilità. Le altre monete asiatiche sono in controtendenza a causa della forte incertezza che caratterizza i prezzi dell’energia e delle forniture. In particolare i cambi USD/KRW, USD/THB e USD/INR registrano una progressione dello 0,75 per cento.

Il fatto che molti paesi asiatici sono grandi importatori di energia induce a pensare che le rispettive valute possano restare vulnerabili all’aumento dei prezzi del petrolio e del gas. Tutto questo in un contesto di crescenti preoccupazioni per un forte rialzo dell’inflazione.

Questo contenuto non deve essere considerato un consiglio di investimento. Non offriamo alcun tipo di consulenza finanziaria. L’articolo ha uno scopo soltanto informativo e alcuni contenuti sono Comunicati Stampa scritti direttamente dai nostri Clienti.
I lettori sono tenuti pertanto a effettuare le proprie ricerche per verificare l’aggiornamento dei dati. Questo sito NON è responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsivoglia danno o perdita, reale o presunta, causata dall'utilizzo di qualunque contenuto o servizio menzionato sul sito https://www.borsainside.com.

Migliori Piattaforme di Trading

Broker del mese
Deposito minimo 100$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui
Broker del mese
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
SCOPRI DI PIÙ Fineco recensioni » * Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.