alcune banconote di euro, il simbolo dell'euro e una freccia
L'euro perde slancio - Borsainside.com

Nel corso della giornata di oggi l’andamento dell’Euro (EUR) rispetto al Dollaro Americano (USD) sta attirando l’attenzione degli operatori finanziari. In questo scenario in continua evoluzione, vediamo come l’EUR/USD stia attraversando una serie di movimenti che meritano un’analisi approfondita.

L’Euro ha registrato un periodo di slancio positivo nei confronti del dollaro Americano, raggiungendo picchi pluri-giornalieri all’inizio della settimana. Tuttavia, nel corso dei giorni successivi, il tasso di cambio EUR/USD è diminuito, con l’EUR/USD che si è ritirato verso la regione di 1.0860 dopo aver sfiorato la soglia di 1.0900.

Contemporaneamente, il dollaro Usa ha riacquistato vigore, portando l’Indice del Dollaro (DXY) a tornare nella zona di 103.60. Questo movimento è stato guidato da un rimbalzo nei rendimenti statunitensi su diverse scadenze.

Le decisioni di Federal Reserve (Fed) e Banca Centrale Europea (BCE)

L’approccio della Federal Reserve (Fed) a una politica monetaria più restrittiva per un periodo prolungato sembra aver subito delle leggere scalfiture. Le ultime informazioni diffuse hanno gettato acqua fredda sulle aspettative di un aumento dei tassi di interesse di 25 punti base nel raduno del 1 novembre.

D’altra parte, non sono emerse novità riguardo alla Banca Centrale Europea (BCE) e alle sue decisioni sui tassi una volta terminata la stagione estiva.

Riguardo ai dati economici, spiccano alcune cifre chiave. In Spagna, l’Indice dei Prezzi al Consumo (CPI) è aumentato del 2.6% nell’anno fino ad agosto, riflettendo l’andamento dell’inflazione nel paese. Nel contesto italiano, la fiducia dei consumatori è leggermente diminuita a 106.5 nel mese corrente.

Nella sessione successiva, ci si aspetta la pubblicazione della fiducia dei consumatori nell’intera area dell’euro, insieme ai dati avanzati sull’inflazione in Germania.

Negli Stati Uniti, l’attenzione degli investitori si concentra sulla pubblicazione del rapporto ADP, che offre informazioni sull’occupazione nel settore privato. Seguirà un’ulteriore stima del tasso di crescita del PIL del secondo trimestre, dati sulle vendite di case in sospeso e il saldo commerciale delle merci in via preliminare.

Analisi tecnica e proiezioni sul cambio EUR/USD

Da un punto di vista tecnico, l’EUR/USD ha mostrato un recupero settimanale che ha oscillato proprio prima della cifra chiave di 1.0900. Questo recupero potrebbe aprire la strada a ulteriori guadagni nel breve termine.

Nel caso in cui i rialzisti guadagnino ulteriore slancio, è previsto che l’EUR/USD incontri una resistenza a 1.0930, corrispondente al massimo settimanale del 22 agosto. Questa resistenza è rafforzata anche dalla media mobile semplice provvisoria a 100 giorni.

Inoltre, altre possibili resistenze includono la media mobile semplice interinale a 55 giorni a 1.0967, seguita dalla soglia psicologica di 1.1000 e il massimo di agosto a 1.1064. Superando queste barriere, la coppia potrebbe sfidare il picco settimanale a 1.1149.

Al contrario, una possibile riresa del trend ribassista potrebbe portare l’EUR/USD a rivisitare i minimi recenti, come il minimo di agosto a 1.0765 e il minimo di maggio a 1.0635.

In un contesto ancora più ribassista, la perdita del livello chiave di 1.0516 potrebbe spingere il tasso di cambio a testare il minimo del 2023 a 1.0481. Un ulteriore calo potrebbe rendere la media mobile semplice a 200 giorni (1.0810) una soglia di significativa importanza.

L’andamento dell’EUR/USD è influenzato da una serie di variabili economiche, decisioni delle banche centrali e fluttuazioni dei mercati finanziari globali. Le prossime settimane potrebbero portare ulteriori sviluppi significativi, considerando gli indicatori economici attesi e l’evoluzione delle politiche monetarie.

Gli operatori finanziari devono rimanere vigili e considerare attentamente gli aspetti tecnici e fondamentali prima di prendere decisioni di trading. Restate sintonizzati per gli aggiornamenti mentre l’EUR/USD continua il suo viaggio nel mondo delle valute globali.

Tutti i migliori broker CFD danno la possibilità di fare trading sul cross Aud/Usd. Noi consigliamo eToro (qui la recensione), dove puoi aprire un conto demo gratuito da 100mila euro virtuali per imparare a fare trading senza correre il rischio di perdere soldi veri. Abbiamo anche dedicato un approfondimento su come fare trading su Eur/Usd con eToro.

logo broker etoro

Per fare trading forex con eToro clicca qui, e potrai aprire il conto demo gratis per iniziare senza rischiare.

Questo contenuto non deve essere considerato un consiglio di investimento. Non offriamo alcun tipo di consulenza finanziaria. L’articolo ha uno scopo soltanto informativo e alcuni contenuti sono Comunicati Stampa scritti direttamente dai nostri Clienti.
I lettori sono tenuti pertanto a effettuare le proprie ricerche per verificare l’aggiornamento dei dati. Questo sito NON è responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsivoglia danno o perdita, reale o presunta, causata dall'utilizzo di qualunque contenuto o servizio menzionato sul sito https://www.borsainside.com.

Migliori Piattaforme di Trading

Broker del mese
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
SCOPRI DI PIÙ Fineco recensioni » * Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari
Broker del mese
Deposito minimo 100$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.