L’euro sotto pressione scende a quota 1.0940. Analisi e previsioni di breve termine sul cambio EUR/USD

L'euro sotto pressione: previsioni sul cross Eur/Usd - BorsaInside.com

Il mercato valutario ha recentemente visto un’evoluzione interessante tra l’euro e il dollaro statunitense. L’EUR/USD ha interrotto temporaneamente la sua ascesa, scendendo dalla zona dei recenti picchi intorno a 1,0960 martedì.

Nel frattempo, il dollaro ha mostrato un consolidamento intorno a 103,00, secondo quanto indicato dall’Indice del Dollaro statunitense (DXY). Questo movimento ha contribuito a riequilibrare la coppia dopo i minimi iniziali vicino al supporto di 103,00.

Quanto alla politica monetaria della banca centrale USA, al momento, non sono emersi cambiamenti significativi. Gli investitori continuano a valutare la possibilità di tagli ai tassi di interesse, sia da parte della Federal Reserve (Fed) che della Banca Centrale Europea (BCE), entrambi ipoteticamente previsti nella primavera del 2024.

Cosa dicono gli indicatori sulla fiducia dei consumatori

Guardando al contesto nazionale, la fiducia dei consumatori in Germania, misurata da GfK, ha registrato un lieve miglioramento a -27,8 a dicembre. Nel frattempo, in Francia, la fiducia dei consumatori è salita a 87 a novembre. Nel calendario statunitense, la fiducia dei consumatori della Conference Board sarà al centro dell’attenzione, seguita dall’Indice dei prezzi delle case della FHFA.

Il panorama economico si arricchisce ulteriormente con le prossime dichiarazioni di importanti rappresentanti delle istituzioni finanziarie. Tra questi, il rappresentante della Fed di Chicago Austan Goolsbee, il membro del FOMC Christopher Waller, il membro del FOMC Michelle Bowman e il membro del FOMC Michael Barr.

Analisi tecnica del cambio euro dollaro

Dal punto di vista tecnico, l’EUR/USD mostra un impulso al rialzo limitato dalla zona dei massimi mensili tra 1,0960 e 1,0965. Il prossimo obiettivo per i rialzisti è il massimo di novembre di 1,0965, seguito dal livello critico di 1,1000. Ulteriori resistenze potrebbero presentarsi intorno al massimo di agosto di 1,1064 e a un altro picco settimanale di 1,1149, precedenti all’apice del 2023 di 1,1275.

In caso di correzioni al ribasso, il supporto iniziale si trova presso la chiave SMA a 200 giorni a 1,0812, seguita dalla temporanea SMA a 55 giorni a 1,0665. Livelli più bassi includono il minimo settimanale di 1,0495 e il minimo del 2023 di 1,0448.

Sulla base di quanto abbiamo visto, le prospettive della coppia EUR/USD dovrebbero rimanere solide fintanto che si mantiene al di sopra della SMA a 200 giorni, rappresentando un possibile punto di ancoraggio per gli investitori.

Tutti i migliori broker CFD danno la possibilità di fare trading sul cross Eur/Usd. Noi consigliamo eToro (qui la recensione), dove puoi aprire un conto demo gratuito da 100mila euro virtuali per imparare a fare trading senza correre il rischio di perdere soldi veri. Abbiamo anche dedicato un approfondimento su come fare trading su Eur/Usd con eToro.

eToro logo piccolo2

Per fare trading forex con eToro clicca qui, e potrai aprire il conto demo gratis per iniziare senza rischiare.

Rimani aggiornato con le ultime novità su investimenti e trading!

Telegram

Migliori Piattaforme di Trading

Deposito minimo 50$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui
* Avviso di rischio
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari
* Avviso di rischio

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.

Regolamentazione Trading