ICL Group: produttore di fertilizzanti minerali con un potenziale di crescita del 32% e un rendimento del 5% sui dividendi

Idee di Investimento: ICL Group - BorsaInside.com

ICL Group (ICL) è un produttore e fornitore di fertilizzanti minerali e prodotti chimici per l’agricoltura e l’industria. L’azienda opera attraverso quattro segmenti: Prodotti Industriali, Potassa, Soluzioni di Fosfati e Soluzioni di Crescita. ICL è il maggior produttore al mondo di bromo elementare e un attore significativo nel mercato dei fertilizzanti di potassa. L’azienda è stata fondata nel 1968 e ha sede a Tel Aviv, in Israele.

Freedom24 Idee Investimento

Qual è l’idea?

  • I risultati impressionanti del 2022 di ICL Group hanno causato le avversità affrontate dagli azionisti dell’azienda nel 2023. A causa dell’effetto base elevato, è difficile per l’azienda raggiungere risultati comparabili agli alti dell’anno scorso.
  • Secondo noi, le avversità affrontate dall’azienda sono già state incorporate nel prezzo. Allo stesso tempo, i primi segni di stabilizzazione delle prestazioni operative potrebbero essere un forte catalizzatore per la rivalutazione delle azioni.
  • Ci sono diversi fattori che segnalano che ci si aspetta che la stabilizzazione del business sia vicina. Questi includono l’aumento delle vendite di potassa, ottimismo nel mercato delle materie prime agricole e un previsto recupero delle vendite di elettronica di consumo.
  • ICL Group ha una posizione competitiva forte nel mercato dei fertilizzanti, che è strategicamente importante per la sicurezza alimentare globale.
  • Sostenuta da una forte performance finanziaria, un solido bilancio e un’elevata conversione del flusso di cassa, ICL Group sta investendo attivamente in nuove offerte. Ad esempio, l’azienda sta costruendo uno stabilimento di materiali per batterie a St. Louis, negli Stati Uniti.
  • Dato che i pagamenti dei dividendi dell’azienda sono più che coperti dai flussi di cassa, ci aspettiamo che ICL Group continui a distribuire capitale agli azionisti. I pagamenti dei dividendi possono sostenere il prezzo delle azioni in caso di una correzione ampia del mercato.
  • Nonostante la sua forte posizione competitiva, ICL Group è quotata a uno sconto rispetto ai suoi pari di mercato. Secondo il consenso di Wall Street, l’azione ha un potenziale di crescita del 32%.

OTTIENI L’ACCESSO AD ANALISI PLURIPREMIATE – GRATIS SU FREEDOM24 >>

Perché ci piace ISRAEL CHEMICALS LTD?

Ragione 1. Avversità temporanee e potenziale a lungo termine

A differenza di altre aziende nel mercato dei fertilizzanti minerali e dei prodotti chimici, ICL Group ha un’attività altamente diversificata in termini di offerta, mercati finali e distribuzione geografica. Come già notato, l’azienda opera in quattro segmenti operativi:

  • Prodotti Industriali. L’azienda vende composti di bromo, un sottoprodotto ottenuto dal processo di produzione del potassio che viene utilizzato nel trattamento dell’acqua, nella perforazione di petrolio e gas e nelle industrie tecnologiche, farmaceutiche e alimentari. Inoltre, l’azienda produce diverse qualità di sale, cloruro di magnesio e altri prodotti minerali specializzati. Il segmento contribuisce al 18% del fatturato totale dell’azienda (23% nel 2021).
  • Potassa. Come parte del segmento, ICL Group produce e vende fertilizzanti di potassa e altri componenti minerali come sale e magnesio, possedendo anche la propria centrale elettrica per soddisfare le esigenze domestiche. L’azienda ottiene il potassio attraverso un processo di evaporazione dal Mar Morto in Israele ed estrae anche da miniere sotterranee in Spagna. Il mercato finale è l’agricoltura. Il settore della potassa è principalmente focalizzato sui mercati brasiliano, indiano, cinese, europeo e statunitense e rappresenta il 33% delle vendite totali dell’azienda (28% nel 2021).
  • Soluzioni di Fosfati. L’azienda produce fertilizzanti fosfatici e vari materiali grezzi a base di fosforo come roccia fosfatica e acido fosforico, che possono essere utilizzati nel processo di produzione di prodotti ad alto valore aggiunto e venduti ad altri produttori di fertilizzanti. Il minerale di fosfato viene estratto da quattro miniere a cielo aperto, tre delle quali si trovano nel deserto del Negev in Israele e la quarta nella provincia dello Yunnan in Cina. Il segmento rappresenta il 31% del fatturato dell’azienda (35% nel 2021).
  • Soluzioni di Crescita. In questo segmento, ICL Group sviluppa, produce e commercializza fertilizzanti a base di azoto, potassio e fosforo, compresi fertilizzanti solubili in acqua, liquidi, solubili e a rilascio controllato. L’azienda si concentra sull’agricoltura specializzata, l’orticoltura ornamentale e i mercati del paesaggismo, puntando su regioni ad alto tasso di crescita come Brasile, India e Cina. Il segmento rappresenta il 24% del fatturato totale (18% nel 2021).
ICL Group
(Struttura del fatturato per segmenti; fonte: Rapporto Annuale 2022)
ICL Group1
(Struttura del fatturato per regione geografica; fonte: Presentazione aziendale)

Poiché ICL Group opera in mercati delle materie prime altamente volatili, l’azienda è fortemente esposta a fattori macroeconomici e geopolitici. I prezzi dei fertilizzanti hanno raggiunto livelli record nel 2022 a causa dell’invasione russa dell’Ucraina che ha ulteriormente disturbato le già tese catene di approvvigionamento globali. Successivamente, in risposta alle sanzioni economiche, la Russia ha sospeso l’esportazione di vari beni. Sebbene l’esportazione di fertilizzanti non fosse esplicitamente vietata, il Ministero dell’Industria e del Commercio russo ha raccomandato ai produttori di interrompere temporaneamente l’esportazione dei loro prodotti a causa di problemi di consegna. Di conseguenza, da febbraio ad aprile 2022, il prezzo spot del cloruro di potassio è aumentato del 52%, passando da $792 a $1,202 per tonnellata.

ICL Group2
(Prezzo spot del cloruro di potassio; fonte: YCharts)

Anche se il volume globale di consumo di potassio è diminuito del 5% nel 2022, i ricavi dei produttori sono aumentati a causa di un aumento anomalo dei prezzi. Le vendite del segmento potassa di ICL Group hanno raggiunto i $3,31 miliardi rispetto a $1,67 miliardi dell’anno precedente. A causa dell’aumento dei prezzi dei fertilizzanti fosfatici, i ricavi nel segmento corrispondente sono aumentati del 28%, passando da $2,43 miliardi a $3,11 miliardi. Le vendite delle soluzioni di crescita sono raddoppiate, da $1,25 miliardi a $2,42 miliardi. Le vendite di bromo nel segmento dei prodotti industriali sono ammontate a $1,77 miliardi, in aumento del 6% rispetto al 2021.

ICL Group3
(Ripartizione dei ricavi di ICL Group per segmento; fonte: elaborato da Freedom24.com)

I risultati impressionanti del 2022 hanno fornito la base per le avversità affrontate dagli azionisti di ICL Group nel 2023. A causa dell’effetto base elevato, è difficile per l’azienda raggiungere risultati comparabili agli alti dell’anno scorso. Nonostante i volumi di vendita elevati, il fatturato di ICL Group è in diminuzione dall’inizio del 2023 a causa dei prezzi più bassi. Nel primo semestre dell’anno, le vendite del segmento potassa sono diminuite del 35%, i ricavi delle soluzioni fosfatiche sono diminuiti del 23%, la cifra delle soluzioni di crescita è scesa del 17% e le vendite di prodotti industriali del 33%.

ICL Group4
(Ripartizione dei ricavi di ICL Group per segmento; fonte: elaborato da Freedom24.com)

Secondo noi, le avversità affrontate dall’azienda sono già state incorporate nel prezzo. Allo stesso tempo, i primi segni di stabilizzazione delle prestazioni operative potrebbero essere un forte catalizzatore per la rivalutazione delle azioni. Diversi fattori indicano che la stabilizzazione attesa e il recupero del business sono vicini:

  • Durante la conference call del Q2 2023, la dirigenza di ICL Group ha notato che i volumi di vendita nel segmento potassa sono aumentati e l’azienda ha venduto più fertilizzanti a Cina, India e Stati Uniti. Anche se il prezzo medio di vendita nel segmento è sceso a $403 per tonnellata ($801 un anno prima), la cifra è comunque superiore di $115 rispetto a quella nello stesso periodo nel 2021. La dirigenza dell’azienda stima che nonostante l’inflazione elevata, i prezzi della potassa si sono recentemente stabilizzati, supportati dalla forte domanda alimentare. Inoltre, ICL Group ha beneficiato dei minori costi energetici e di trasporto.
  • La cifra sottostante presenta un insieme di indicatori chiave del settore agricolo. I prezzi delle colture di denaro si sono stabilizzati nel Q2, tranne il riso, che ha recentemente mostrato un forte slancio verso l’alto guidato dal recente divieto di esportazione in India. Negli Stati Uniti, il sentiment agricolo continua a migliorare, e il Barometro Economico Agricolo di Purdue di luglio ha mostrato agricoltori rimasti cauti ma ottimisti. L’ottimismo nel mercato agricolo è uno dei principali catalizzatori per i produttori di fertilizzanti.
ICL Group5
(Indicatori agricoli chiave; fonte: Presentazione aziendale)
  • I prezzi del bromo elementare hanno toccato minimi non visti dal 2008 e 2009, aiutati dalla debole domanda nel mercato dell’elettronica di consumo. Tuttavia, questo mercato finale sta mostrando segni di ripresa. Nonostante l’incertezza macroeconomica, i bassi livelli di inventario e il rallentamento delle diminuzioni stanno spingendo alcuni produttori di smartphone a aumentare le spedizioni, secondo IDC Tracker. Secondo Gartner, ci sono prove che il declino del mercato dei PC sia finalmente toccato il fondo. È interessante notare che la domanda di acque chiare e altri prodotti del segmento è rimasta stabile nel Q2.

Il segmento delle soluzioni di crescita è stato sotto pressione poiché i prezzi più bassi della potassa hanno influenzato anche il prezzo di vendita di alcuni prodotti di ICL Group, come FertilizerpluS. Il ritardo nell’inizio della stagione ha avuto un impatto negativo, soprattutto in Europa, dove la domanda è stata più debole del previsto. Tuttavia, in altre regioni come India e Cina, la divisione ha compiuto progressi nell’attuazione dei suoi piani strategici. La dirigenza dell’azienda prevede un miglioramento graduale delle prestazioni nel Q3 e nota anche opportunità per fusioni e acquisizioni e investimenti in nuovi prodotti.

SCOPRI ALTRE IDEE DI INVESTIMENTO SU FREEDOM24.COM – CLICCA QUI>>>

Motivo 2. Natura indispensabile dei fertilizzanti

L’agricoltura è uno dei principali settori finali per il Gruppo ICL. L’azienda produce e commercializza fertilizzanti fosfatici e potassici e offre anche una vasta gamma di prodotti per la nutrizione delle piante, tra cui fertilizzanti organici, micronutrienti, biostimolanti, miglioratori del suolo e trattamenti per i semi. I fertilizzanti minerali sono indispensabili per garantire la sicurezza alimentare globale e sono anche uno dei principali motori della crescita della produttività in agricoltura.

Secondo Jason Lusk, un economista alimentare e agricolo, l’area destinata al mais negli Stati Uniti è rimasta invariata dal 1926 e occupa circa 90 milioni di acri di terra. L’area coltivata totale è diminuita a circa 250 milioni di acri. La domanda di prodotti agricoli, a sua volta, è aumentata notevolmente. Nel 1926, negli Stati Uniti vivevano 117,4 milioni di persone, mentre oggi la popolazione del paese supera i 334,3 milioni. La popolazione della Terra si è quadruplicata nello stesso periodo: da 2 miliardi a 8 miliardi di persone. È interessante notare che anche la dieta media è migliorata: nel 1961, l’apporto calorico giornaliero per persona negli Stati Uniti era di 2.880 kcal, e nel 2018 è arrivato a 3.782 kcal.

ICL Group6
(U.S. area coltivata a mais; fonte: Jayson Lusk)
ICL Group7
(Apporto calorico giornaliero per persona negli Stati Uniti; fonte: Our World Data)

Con una riduzione dell’area seminata totale, la crescente domanda di prodotti agricoli è stata coperta dall’aumento della produttività dell’agro-industria. Di seguito è riportato un grafico del rendimento del mais per acro di terra utilizzata. Dal 1866, quando il Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti ha iniziato a pubblicare stime, i rendimenti del mais sono rimasti praticamente invariati fino al 1936, con una media di circa 26 bushel per acro (1,6 tonnellate/ha). Dal 1937 al 1955, la cifra è salita a 40 bushel. Poi è iniziato un trend al rialzo fino a 180 bushel/acre. In altre parole, il rendimento è aumentato di quasi sette volte.

ICL Group8
(Resa del mais in grani negli Stati Uniti dal 1866; fonte: Purdue University)

Uno dei principali fattori dietro i rendimenti elevati è l’ampio utilizzo di fertilizzanti. Secondo uno studio di Goehring & Rozencwajg, fino al 40% dell’aumento dei rendimenti di cereali da foraggio dal 1961 può essere attribuito all’aumento dell’applicazione di azoto. Allo stesso tempo, una riduzione del 5% nell’uso di azoto potrebbe portare a una riduzione immediata dell’offerta mondiale di cereali dell’1%–2%.

Mosaic cita dati simili: senza fertilizzanti azotati, la resa media del mais negli Stati Uniti diminuirà del 40%. La diminuzione sarà ancora maggiore se si limita l’uso di fosforo e potassio. Senza aggiunte regolari di azoto e fosforo, le rese di grano diminuiranno del 40%. Studi a lungo termine in Kansas mostrano che il 60% del raccolto di mais è fornito da fertilizzanti azotati e fosforati.

Quindi, i fertilizzanti sono un componente strategico per la sicurezza alimentare globale, garantendo la sostenibilità a lungo termine del mercato nonostante le fluttuazioni a breve termine. Il Gruppo ICL ha una posizione competitiva forte nel mercato dei fertilizzanti. L’azienda ha un modello di business verticalmente integrato. È impegnata nell’estrazione, trasformazione e commercializzazione di prodotti fertilizzanti, il che le consente di controllare l’intera catena del valore, dalla ricerca delle materie prime alla distribuzione dei fertilizzanti. Oggi il Gruppo ICL è una delle più grandi aziende di potassio al mondo.

Idee di investimento è una sezione in collaborazione con Freedom24.com – Il centro analitico di Freedom Finance Analytical Center è stato nominato Best of 2020 da Global Banking & Finance Review.

Motivo 3. Sviluppo del settore materiali per batterie

Il Gruppo ICL ha un significativo potenziale di crescita a lungo termine. L’azienda ha una posizione forte nel strategicamente importante mercato dei fertilizzanti agricoli e i suoi clienti finali operano in settori chiave, tra cui il solido mercato alimentare e il crescente mercato dell’elettronica di consumo. Grazie al suo solido stato patrimoniale e all’alto tasso di conversione del flusso di cassa, il Gruppo ICL sta investendo attivamente in nuove offerte. L’azienda si impegna in una strategia a lungo termine volta a produrre materiali per batterie al litio-ferro-fosfato.

Così, il Gruppo ICL sta costruendo una fabbrica di materiali per batterie da $400 milioni a St. Louis, negli Stati Uniti. La fabbrica, prevista per il lancio nel 2025, dovrebbe essere la prima struttura di produzione su larga scala di fosfato di ferro al litio (LFP) nel paese. L’investimento proprio del Gruppo ICL è stato integrato da una sovvenzione di $197 milioni del Dipartimento dell’Energia degli Stati Uniti. La fabbrica di 140.000 piedi quadrati dovrebbe produrre 30.000 tonnellate metriche di LFP e fungere da base per il business globale di materiali per batterie dell’azienda.

Secondo ESource, la domanda globale di materiali catodici attivi al fosfato di ferro è prevista superare i 3 milioni di tonnellate entro il 2031, con un valore totale di oltre $40 miliardi, a seguito del passaggio a materiali catodici più sicuri e più economici utilizzati nell’industria delle vetture elettriche in rapida crescita, nonché nel mercato delle soluzioni di stoccaggio dell’energia. La penetrazione dei veicoli elettrici dovrebbe passare dal 16% nel 2023 al 64% entro il 2032.

ICL Group9
(Dinamica prevista del mercato dei veicoli elettrici; fonte: Presentazione aziendale)

CLICCA QUI PER OTTENERE 30 GIORNI DI TRADNG GRATIS CON FREEDOM24

Motivo 4. Allocazione di capitale

Nel 2022, il Gruppo ICL ha distribuito $1,17 miliardi in pagamenti agli azionisti. Tuttavia, una tale somma significativa di pagamenti è stata una tantum ed è stata dovuta ai risultati anomali dell’azienda supportati dalle favorevoli condizioni di mercato. La politica attuale di dividendi del Gruppo ICL prevede il mantenimento di un rapporto di distribuzione obiettivo fino al 50% dell’utile netto rettificato annuale. Una tale politica dei dividendi consente all’azienda di mantenere flessibilità in un contesto di business ciclico e condizioni di mercato delle materie prime volatili.

Sulla base dei risultati del secondo trimestre, il Consiglio di Amministrazione dell’azienda ha dichiarato dividendi per un importo di $0,0632 per azione, pari a circa $81 milioni. Pertanto, il rendimento dei dividendi previsto è del 5,1%.

ICL Group10
(Storia dei dividendi; fonte: elaborato da Freedom24.com)

Dato che il Gruppo ICL ha margini elevati e un solido stato patrimoniale, con dividendi ben coperti dal flusso di cassa, ci aspettiamo che l’azienda continui a distribuire capitale agli azionisti. I pagamenti dei dividendi possono sostenere il valore di mercato delle azioni in caso di una correzione ampia del mercato.

Risultati finanziari

I risultati finanziari degli ultimi 12 mesi (TTM) del Gruppo ICL possono essere riassunti come segue:

  • Il fatturato è stato di $8,54 miliardi, in calo del 14,7% rispetto alla fine del 2022. La maggiore diminuzione, dell’18,6%, è stata dimostrata dal segmento dei potassici, a causa dei prezzi di vendita inferiori.
  • Il margine lordo è diminuito da $5,03 miliardi a $3,72 miliardi. Il margine lordo è sceso dal 50,24% al 43,56%.
  • Il risultato operativo è diminuito da $3,52 miliardi a $2,24 miliardi. Il margine operativo è sceso dal 35,11% al 26,22%.
  • L’utile netto è stato di $1,41 miliardi rispetto a $2,16 miliardi alla fine dell’anno. Il margine netto è sceso dal 21,56% al 16,47%.
ICL Group11
(Dinamica dei risultati finanziari dell’azienda; fonte: elaborato da Freedom24.com)
ICL Group12
(Dinamica dei margini aziendali; fonte: elaborato da Freedom24.com)

Nonostante il calo delle performance finanziarie, il Gruppo ICL genera flussi di cassa solidi:

  • I flussi di cassa operativi TTM sono stati di $1,85 miliardi rispetto a $2,03 miliardi per l’anno.
  • Il flusso di cassa libero è diminuito da $1,28 miliardi a $1,12 miliardi. La diminuzione è stata dovuta a una diminuzione dell’utile netto.
ICL Group13
(Flusso di cassa aziendale; Fonte: elaborato da Freedom24.com)

Il Gruppo ICL ha un solido stato patrimoniale:

  • Il debito totale è di $2,79 miliardi, con equivalenti di cassa e investimenti a breve termine pari a $538 milioni.
  • Il debito netto è di $2,25 miliardi, inferiore all’EBITDA TTM (Debito netto/EBITDA — 0,81x).

Sebbene le performance finanziarie del Gruppo ICL siano probabilmente destinate a continuare a diminuire nel breve termine, i margini di prima classe, il solido stato patrimoniale e l’alto tasso di conversione del flusso di cassa posizioneranno l’azienda bene per resistere alla recessione. Allo stesso tempo, il potenziale a lungo termine dell’azienda rimane significativo. Sulla base dei risultati dell’azienda nell’ultimo periodo di rendicontazione, la direzione ha presentato le sue previsioni per il 2023. Si prevede che l’EBITDA si collocherà tra $1,6 e $1,8 miliardi, il 55%–60% in meno rispetto all’anno precedente.

(Guida completa per l’anno 2023; fonte: Presentazione aziendale)

Valutazione delle azioni

Nonostante una forte posizione competitiva, margini elevati, flusso di cassa solido, stato patrimoniale sano e rendimento dei dividendi, il Gruppo ICL si scambia a uno sconto rispetto ai pari settore basato sui seguenti multipli: EV/Vendite — 1,04x, EV/EBITDA — 3,20x, FWD EV/EBITDA — 4,97x, P/CF — 4,36x, FWD P/CF — 5,63x, P/E — 9,06x, FWD P/E — 8,98x.

ICL Group15
(Valutazione comparabile; fonte: elaborato da Freedom24.com)

Il prezzo minimo fissato da Barclays è di $6,0 per azione, mentre Morgan Stanley stima il Gruppo ICL a $7,0 per azione. Secondo la stima del consenso di Wall Street, il valore equo del mercato azionario è di $6,6, con un potenziale di rialzo del 32%.

ICL Group16
(Target di prezzo delle banche d’investimento; fonte: elaborato da Freedom24.com)

OTTIENI 30 GIORNI DI TRADING GRATUITO – CLICCA QUI >>

Rischi chiave

  • La sede centrale del Gruppo ICL e una parte significativa delle sue strutture produttive si trovano in Israele. Il rischio paese è probabilmente un fattore chiave dietro la bassa valutazione dell’azienda. Se le tensioni geopolitiche dovessero continuare, il titolo del Gruppo ICL potrebbe rimanere sotto pressione per lungo tempo.
  • Oggi, i prezzi del potassio sono significativamente più bassi rispetto ai livelli dell’anno scorso, e la direzione di ICL Group presume che i prezzi si siano stabilizzati. Tuttavia, c’è la possibilità che i prezzi continuino a diminuire, poiché, anche dopo una correzione significativa, rimangono superiori ai livelli pre-pandemici.
  • Se l’economia globale dovesse precipitare in una recessione, il costo delle risorse energetiche diminuirà significativamente. La natura competitiva dell’industria costringerà i produttori di fertilizzanti a ridurre i prezzi dei prodotti. In altre parole, se l’economia rallenta, le performance finanziarie di ICL Group potrebbero declinare significativamente.

*Il capitale è a rischio. I risultati di investimento passati non garantiscono rendimenti futuri. La possibilità di fornire accesso a uno strumento finanziario specifico è soggetta a un test di adeguatezza.

*Si prega di considerare il materiale presentato come comunicazione di marketing, non viene fornito né inteso come servizio di “Consulenza sugli investimenti” né come servizio di “Ricerca sugli investimenti”.

*Questa idea di investimento è stata pubblicata su Freedom24.com – ti viene fornita nell’ambito del servizio accessorio di “Ricerca sugli investimenti e analisi finanziarie” in conformità alla Licenza 275/15.

Rimani aggiornato con le ultime novità su investimenti e trading!

Telegram

Migliori Piattaforme di Trading

Deposito minimo 50$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui
* Avviso di rischio
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari
* Avviso di rischio

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.

Regolamentazione Trading