Rating Italia: venerdì 26 aprile verdetto di S&P, allert Bloomberg su spread e debito

Rating Italia: venerdì 26 aprile verdetto di S&P, allert Bloomberg su spread e debito
© Shutterstock

Gli analisti d Bloomberg non fanno sconti: l'Italia rischia una crisi finanziaria grave nei prossimi mesi

CONDIVIDI

Cresce l'attesa in vista della decisione degli analisti di Standard and Poor's sul rating dell'Italia. Il report degli esperti verrà diffuso venerdì 26 aprile dopo la chiusura di Borsa Italiana. Le nuove regole in materia di revisioni di rating impongono che gli aggiornamenti vengano resi noti solo di venerdì e solo dopo la chiusura dei mercati. L'obiettivo di queste regole è quello di evitare che possano esserci reazioni istintive e sconsiderate da parte degli investitori. Prima dell'imposizione di questa normativa, gli aggiornamenti del rating dell'Italia potevano arrivare anche nel corso dell'orario di seduta determinando, in caso di downgrade, veri e propri sell-off. L'attesa per la decisione di S&P sul rating Italia 2019 è in realtà attesa per sapere cosa faranno gli analisti. S&P taglierà il rating dell'Italia venerdì 26 aprile? 

Inizia con un conto demo da 100.000€ per fare pratica sul trading. In più anche segnali di Trading Gratis. Clicca qui

Inizia con un conto demo da 100.000€ per fare pratica sul trading. In più anche segnali di Trading Gratis. Clicca qui

La decisione degli analisti americani sul rating sovrano italiano avverrà in un contesto molto particolare che gli esperti di Bloomberg hanno recentemente messo a fuoco. Secondo Bloomberg una nuova e ampia crisi finanziaria rischia di abbattersi sull'Italia già nei prossimi mesi. Il nostro Paese, quindi, si potrebbe trovare a fare i conti sia con una crisi economica di fatto già in essere che con forte tensioni finanziarie. Bloomberg ritiene che le prime avvisaglie di una crisi finanziaria non si siano ancora manifestate ma al tempo stesso afferma che la caduta verso il baratro dell'Italia potrebbe essere solo una questione di tempo. In particolare Bloomberg ritiene che lo spread BTP BUND, ora calmo, possa nuovamente tornare a salire. L'incremento del differenziale tra i titoli di stato italiani e quelli tedeschi potrebbe determinare una vera e propria fuga degli investitori che avrebbe come effetto la caduta ancora più in basso del Bel Paese. Il cerchio, afferma Bloomberg nella sua analisi sulle previsioni economiche Italia 2019, si chiuderebbe con la ripresa del braccio di ferro tra Bruxelles e Roma.

Nei fatti lo scontro tra Italia e Commissione UE è oggi solo sopito ma, nel caso di allargamento dello spread, è pronto a riesplodere con forza. Pomo della discordia tra Roma e UE sarebbe ovviamente un deficit fuori controllo e un rapporto debito PIL che, invece di arrestarsi al 2,04 per cento come promesso da Di Maio, arriverebbe a quel 2,4 per cento che l'Europa, già a suo tempo, non digerì. Dalla crisi finanziaria alla riacutizzazione della crisi economica il passo sarebbe breve e allora ecco che la tensione sul debito sovrano avrebbe come effetto un ulteriore allentamento della crescita economica e di quella industriale. Insomma secondo gli analisti di Bloomberg l'Italia rischia davvero di trovarsi a fare i conti con una situazione drammatica e con conti pubblici fuori controllo. 

Che venerdì, con il pronunciamento di S&P sul rating Italia possano esserci le prime avvisaglie su quello che potrebbe poi accedere? 

logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Trader Indipendente. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
+