Cina, a settembre surplus record con gli Stati Uniti

cina

La Cina taglia un nuovo record nel surplus mensile verso gli USA, che si confermano il principale partner per Pechino.

La Cina ha riportato una crescita deludente delle importazioni a settembre, mentre le esportazioni hanno battuto le aspettative, stando a quanto suggeriscono gli ultimi dati rilasciati mercoledì dall'agenzia doganale locale.

In particolar modo, le importazioni in termini di dollari USA sono aumentate del 17,6% il mese scorso, a 240 miliardi di dollari, meno di quanto stimato dagli analisti intervistati da Reuters, mentre le esportazioni in dollari statunitensi sono aumentate del 28,1% su base annua nel mese di settembre a 305,74 miliardi di dollari, superando invece le stime del sondaggio Reuters.

Il surplus commerciale della Cina con gli Stati Uniti è intanto salito a un record mensile di 42 miliardi di dollari – con le esportazioni sono aumentate di circa il 30% rispetto a un anno fa, mentre le importazioni sono salite di poco meno del 17%. Gli Stati Uniti sono rimasti il più grande partner commerciale della Cina su base nazionale.

Soia

Il volume delle importazioni cinesi di soia, di cui gli Stati Uniti sono il principale fornitore, è sceso del 30% a settembre rispetto a un anno fa, anche se il valore in termini di dollari è aumentato di circa il 10%.

Carbone

Le importazioni cinesi di carbone e prodotti correlati sono aumentate del 76% rispetto a un anno fa a settembre a 32,9 milioni di tonnellate - il livello mensile più alto da dicembre. Il valore è più che triplicato su base annua a 3,91 miliardi di dollari.

I prezzi del carbone termico, il combustibile primario per la produzione di elettricità, sono più che raddoppiati quest'anno, stando alle evoluzioni dei futures scambiati allo Zhengzhou Commodity Exchange. Una carenza di carbone ha costretto a tagli di corrente nelle fabbriche, e ha spinto le autorità a chiedere più importazioni di carbone, anche dalla Russia.

Gas naturale

Le importazioni cinesi di gas naturale sono aumentate del 21,8% su base annua a 10,6 milioni di tonnellate a settembre, per un valore più che raddoppiato a 5,19 miliardi di dollari.

Petrolio greggio

Gli acquisti di petrolio greggio sono diminuiti del 15,2% a 41,1 milioni di tonnellate il mese scorso, mentre il valore di tali importazioni è aumentato del 35%. Gli Stati Uniti sono stati il più grande produttore di petrolio greggio l'anno scorso, e la Cina è stata la destinazione principale per le esportazioni statunitensi del prodotto, pari al 15% secondo la U.S. Energy Information Administration.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

BDSWISS