La Banca del Giappone dovrebbe essere “allarmata” nell’ipotesi in cui lo yen dovesse indebolirsi oltre i 130 per dollaro. Ad affermarlo è l’ex vice-ministro delle finanze giapponese per gli affari internazionali, Eisuke Sakakibara.

La valuta giapponese è scesa più del 5% contro il biglietto verde nel mese di marzo, nonostante lo yen sia tradizionalmente valutato come uno safe haven, una valuta rifugio. Tuttavia, lo yen ha subito un duro colpo a causa delle turbolenze geopolitiche, come la guerra Russia-Ucraina, che ha scosso i mercati globali.

In aggiunta a ciò, l’indebolimento dello yen è un evento che arriva in un contesto di aspettative che la Banca del Giappone sia più lenta di altre banche centrali nel restringere la politica monetaria. Sebbene i “colleghi” della BOJ come la Federal Reserve abbiano già iniziato ad alzare i tassi di interesse e ci si aspetta che facciano mosse ancora più aggressive per domare l’inflazione, la Banca centrale giapponese sembra intenzionata, almeno per ora, a proseguire con il suo massiccio stimolo monetario.

Questo deprezzamento dello yen è un riflesso dell’apprezzamento del dollaro nei confronti dello yen e il mercato si aspetta che il deprezzamento dello yen probabilmente continuerà e alcune persone si aspettano che il tasso di cambio dollaro-yen vada verso i 130“, ha detto Sakakibara, attualmente presidente dell’Istituto per gli studi economici indiani. “Se va a 130 – e oltre 130 – potrebbe creare qualche problema”, ha poi proseguito.

Il governatore della Banca del Giappone Haruhiko Kuroda ha precisato che i recenti movimenti della valuta giapponese sono stati “un po’ rapidi“, ma ha ribadito che uno yen debole dovrebbe aiutare l’economia giapponese nel suo complesso.

Sotto la guida di Kuroda, la banca centrale giapponese ha adottato per anni una politica monetaria ultra-allentata nel tentativo di raggiungere il suo sempre sfuggente obiettivo di inflazione.

Come investire sullo yen

Ricordiamo a tutti i nostri lettori che sono interessati a fare trading sullo yen che è possibile investire in questa valuta in modo rapido e senza commissioni mediante i servizi di trading CFD dei migliori broker sul mercato come FPMarkets.

L’apertura di un conto di trading è veloce e gratuito. E, per tutti gli investitori che non hanno alcuna praticità in questo ambito, ricordiamo la possibilità di aprire un conto demo che ti permetterà di investire senza rischi, utilizzando un plafond di denaro virtuale che l’operatore ti metterà a disposizione per tutto il tempo che vorrai.

>>> Clicca qui per aprire un conto demo con FPMarkets (sito ufficiale)

Questo contenuto non deve essere considerato un consiglio di investimento. Non offriamo alcun tipo di consulenza finanziaria. L’articolo ha uno scopo soltanto informativo e alcuni contenuti sono Comunicati Stampa scritti direttamente dai nostri Clienti.
I lettori sono tenuti pertanto a effettuare le proprie ricerche per verificare l’aggiornamento dei dati. Questo sito NON è responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsivoglia danno o perdita, reale o presunta, causata dall'utilizzo di qualunque contenuto o servizio menzionato sul sito https://www.borsainside.com.

Migliori Piattaforme di Trading

Broker del mese
Deposito minimo 100$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Guadagna fino al 5,3% di interessi annui
Broker del mese
Deposito minimo ZERO
N.1 in Italia
Regime Fiscale Amministrato
0% CANONE MENSILE DI GESTIONE
SCOPRI DI PIÙ Fineco recensioni » * Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
Deposito minimo 100$
Bank of Latvia
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

Il 74-89% dei trader retail perdono denaro quando fanno trading di CFD.