Cina, i listini azionari aprono la settimana in calo

cina

I listini azionari del Paese asiatico aprono la settimana con una flessione determinata dai dati fondamentali e dall'accentuarsi della pandemia.

I listini azionari cinesi hanno guidato le perdite nei mercati dell'Asia-Pacifico nella prima sessione della settimana, con gli investitori che hanno reagito ai dati sull'inflazione cinese di marzo e continuano a monitorare la situazione di Covid sul Continente asiatico.

Le azioni della Cina continentale e di Hong Kong sono state in calo per tutto il giorno, ma le perdite si sono approfondite verso la chiusura. L'indice CSI 300, che traccia i maggiori titoli quotati, è sceso del 3,09% a 4.100,07 punti. Il Composite di Shanghai è sceso del 2,61% a circa 3.167,13 punti, mentre il Composite di Shenzhen è crollato del 3,671% a 11.520,21 punti.

L'indice Hang Seng di Hong Kong ha chiuso il 3,03% più basso a 21.208,30. Le azioni quotate a Hong Kong del produttore cinese di veicoli elettrici Nio sono crollate dell'11,44% dopo che l'azienda ha annunciato una sospensione della produzione a causa di interruzioni presso i suoi partner della catena di fornitura a causa dell'epidemia di Covid.

Ricordiamo che l'inflazione alla produzione cinese per marzo è stata più alta del previsto. L'indice dei prezzi alla produzione è salito dell'8,3% rispetto a un anno fa, i dati ufficiali hanno mostrato lunedì, al di sopra delle aspettative di un aumento del 7,9% secondo un sondaggio Reuters.

Anche l'inflazione al consumo cinese è salita più del previsto a marzo, con l'indice dei prezzi al consumo che è salito dell'1,5% su base annua, oltre le aspettative di un sondaggio Reuters per un aumento dell'1,2%.

Il rilascio dei dati macro arriva proprio mentre la Cina continentale sta combattendo per controllare la sua peggiore ondata di Covid dall'inizio della pandemia, nel 2020. Shanghai ha riportato un numero record di casi combinati per domenica, 914 persone con sintomi e 25.173 persone senza.

Fuori dalla Cina, il Nikkei 225 in Giappone è scivolato dello 0,61% a 26.821,52 punti mentre l'indice Topix ha perso lo 0,38% a 1.889,64 punti. Il Kospi della Corea del Sud è sceso dello 0,27% per chiudere a 2.693,10 punti.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

Inizia a fare trade con Avatrade X