BlackRock, view positiva sui mercati emergenti

blackrock

In una nota BlackRock conferma la propria view positiva sugli emergenti: ecco con quali indicazioni operative di investimento.

BlackRock ha condiviso una view positiva sui mercati emergenti, rimanendo di fatti in una condizione di sovrappeso su tale comparto territoriale, e in particolar modo sull’azionario asiatico Giappone escluso, favorendo il debito emergente in valuta locale. Ma quali sono gli elementi su cui la società si è soffermata in misura più dedicata?




✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community, la funziona CopyTrader™ ti permette di copiare in automatico le strategie dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

Deterioramento del merito creditizio

Innanzitutto, nella sua nota BlackRock ha comunque avvertito di rischi potenziali di deterioramento del merito di credito da parte di molti emittenti emergenti, come conseguenza dell’espansione molto significativa del budget dello scorso anno.

In ogni caso, questo non dovrebbe certo sminuire gli elementi in favore degli asset emergenti, come la stabilizzazione dei rendimenti dei Treasury americani e le valutazioni relativamente basse. L’azionario di Wall Street continua intanto a viaggiare su livelli record, sostenuto anche dalla partenza positiva della stagione delle trimestrali aperta dalle grandi banche.

I rendimenti dei titoli del debito USA

Ancora, BlackRock sottolinea il ruolo chiave dei rendimenti dei Treasury e del dollaro per gli asset emergenti, stimando che la maggiore stabilità che si sta profilando su entrambi i fronti garantirà un buon supporto nei prossimi mesi, con specifico riferimento al debito denominato in valuta locale, ritenuto più attraente rispetto ad altri segmenti del reddito fisso come il debito High Yield.

Un altro supporto al contesto verrà fornito dalle condizioni finanziarie globali, particolarmente agevolate per l’accesso al credito.

Visione positiva sull’azionario asiatico

Come anticipato in apertura, inoltre, BlackRock rimane positiva sugli emergenti in generale e in particolare sull’azionario asiatico Giappone escluso, in un orizzonte temporale di 6-12 mesi. Il quadro rimane dunque piuttosto favorevole per gli emergenti che esportano materie prime e, in particolar modo, il rame, un metallo che verrà richiesto in misura crescente al fine di supportare la transizione energetica.

I rapporti Stati Uniti e Cina

Per quanto poi concerne la Cina, BlackRock preferisce l’azionario a componente ciclica con orientamento sul mercato interno rispetto alle Large Cap tecnologiche e sul web, su cui – afferma la società – incombe il rischio di misure antitrust e anti-monopolio.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

BDSWISS