Nissan, la carenza di chip continua a preoccupare

nissan

Il CEO di Nissan torna a parlare della carenza di chip a livello globale, e dei potenziali riflessi sui conti societari.

Makoto Uchida, il CEO di Nissan, ha dichiarato che la carenza globale di chip deve essere monitorata da vicino, con i problemi di approvvigionamento che devono ancora essere completamente risolti.

🚀 Rendimento fino al 19% annuo? Investimenti in Prestiti: ottieni rendite passive con NIBBLE FINANCE👍 Investimenti a partire da 10 € ✅ Scegli una strategia di investimento in base alle tue preferenze in termini di redditività e rischio… Scopri di più >>

🚀 Rendimento fino al 19% annuo? Investimenti in Prestiti: ottieni rendite passive con NIBBLE FINANCE👍 Investimenti a partire da 10 € ✅ Scegli una strategia di investimento in base alle tue preferenze in termini di redditività e rischio… Scopri di più >>

In particolare, la casa automobilistica giapponese ha annunciato a maggio che si aspetta di produrre mezzo milione di veicoli in meno nel 2021 a causa della carenza di chip, ed ha poi aggiunto che spera di mitigare l'impatto nella seconda metà dell'anno. "Conoscendo la situazione attuale ... non possiamo essere ottimisti", ha detto Uchida, "penso che questo sia ancora giorno per giorno".

La carenza di chip è nata dopo un'impennata della domanda coincisa con la pandemia di coronavirus. C'è anche una carenza di fabbriche che producono i chip più vecchi e meno avanzati che sono usati nelle automobili.

Uchida crede che la situazione della carenza di chip migliorerà, ma ha avvertito che ci sono "molte complessità" che circondano i fornitori di semiconduttori come risultato della pandemia di coronavirus. "Abbiamo bisogno di monitorare attentamente la situazione", ha detto. "Dobbiamo anticipare perché nessuno sa cosa succederà nei prossimi mesi".

Ciò premesso, sebbene la carenza di chip è probabile che possa durare ancora a lungo, Uchida ha precisato altresì che Nissan è piuttosto ottimistica nel trattare il problema. "Siamo abbastanza fiduciosi perché nel primo trimestre abbiamo potuto minimizzare l'impatto della carenza di semiconduttori attraverso una gestione strategica dell'inventario e dell'approvvigionamento delle parti", ha detto.

Ricordiamo a tutti i nostri lettori che per investire nelle compagnie auto di tutto il mondo il modo migliore è utilizzare una piattaforma di trading di un broker CFD regolamentato e professionale come BDSwiss (qui la nostra recensione).

In questo modo sarà possibile investire nelle proprie azioni preferite in modo sicuro e conveniente, considerato che non ci saranno costi di acquisto o di vendita dei titoli sottostanti. Ricordiamo inoltre che è possibile effettuare del trading online in maniera priva di rischi aprendo qui un conto demo con BDSwiss: si tratta del miglior modo per potersi allenare un po' senza alcun pericolo, poiché si utilizzeranno i soldi virtuali messi a disposizione del broker.

Quando ci si sentirà sufficientemente pronti per investire con capitale reale, si potrà passare al trading vero e proprio senza costi e in un solo secondo!

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

BDSWISS